Unicode è la codifica più utilizzata sul Web

Unicode è la codifica più utilizzata sul Web

Sul Web il tasso d'adozione della codifica Unicode ha superato quello dello standard ASCII, parola di Google

di pubblicata il , alle 11:45 nel canale Web
Google
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sonic_xp08 Maggio 2008, 17:51 #11
ehm, una cosa è l'unicode, un'altra l'UTF-8 o l'UTF-16, che sono due modalità diverse per memorizzare l'unicode:
il primo si comporta come dice II Arrows, il secondo è alla casua del raddoppio del file quando salvi in "unicode".

Il che è coerente con quanto scritto nell'articolo...
LZar08 Maggio 2008, 18:35 #12
Originariamente inviato da: sonic_xp
ehm, una cosa è l'unicode, un'altra l'UTF-8 o l'UTF-16, che sono due modalità diverse per memorizzare l'unicode:
il primo si comporta come dice II Arrows, il secondo è alla casua del raddoppio del file quando salvi in "unicode".

Il che è coerente con quanto scritto nell'articolo...


Ah, ecco, mi pareva! Grazie della puntualizzazione. Mi sembrava di ricordare che UTF-16 usasse sempre una parola di 16 bit come unità minima ma l'affermazione di II Arrows mi ha mandato in confusione.

Ma quindi che vantaggio c'è ad usare UTF-16 rispetto ad UTF-8? Il secondo non dovrebbe essere sempre più efficiente? O ci sono caratteri per cui UTF-16 usa una singola parola mentre UTF-8 richiede 3 o 4 bytes?
share_it08 Maggio 2008, 18:38 #13
se solo windows si decidesse a usare utf di default
peppepz08 Maggio 2008, 22:19 #14
Io sono la persona più convinta del mondo che Microsoft sia il male - ma non addossiamogli colpe che non ha :-) . Non è vero che windows non usa l'unicode: proprio Windows NT ha scelto coraggiosamente (nei primi anni novanta!) di utilizzare l'unicode al posto dell'"ascii", in tutte le sue chiamate di sistema. Se ancora ci troviamo ad avere problemi con molti applicativi, è colpa dei programmatori "pigri", che tardano ad adattare il proprio codice, o che magari preferiscono mantenere la compatibilità con Windows 9x...
Bearpower08 Maggio 2008, 22:58 #15
Windows, Symbian e Apple utilizzano una rappresentazione di un singolo simbolo che non è conforme allo standar che definisce il "wide char" (wchar_t) che dice che un singolo simbolo deve poter essere rappresentato da un singolo wchar_t.

Questi sistemi definiscono il "simbolo" internamente come 16 bit, rendendo di fatto impossibile rappresentare qualcosa che sta al di fuori della BMP (basic multilingual plane, ovvero tutte le rappresentazioni contenute all'interno dei 16 bit) con un singolo simbolo.

Questo viene fatto proprio perchè le lingue contenute nella BMP sono generalmente più che sufficienti a fare una localizzazione, e si ha contemporaneamente il vantaggio di rappresentare un carattere con una lunghezza fissa. Questo tipo di codifica tuttavia, non è UTF-16, ma UCS-2.

Il tutto nel mondo reale andrebbe anche bene, se non fosse che nella parte alta di unicode (dopo i famosi 16 bit), detta SMP vengono rappresentati simboli non fonetici delle lingue moderni, per lo più kanji che quindi con UCS-2 non si possono rappresentare.

In un modo o nell'altro si rompe la conformità con uno dei due standard.

La soluzione sarebbe quella di adottare una rappresentazione a 32 bit (UTF-32/UCS-4), cosa che unix, se la memoria non mi tradisce, fa.
zephyr8308 Maggio 2008, 22:58 #16
Originariamente inviato da: peppepz
Io sono la persona più convinta del mondo che Microsoft sia il male - ma non addossiamogli colpe che non ha :-) . Non è vero che windows non usa l'unicode: proprio Windows NT ha scelto coraggiosamente (nei primi anni novanta!) di utilizzare l'unicode al posto dell'"ascii", in tutte le sue chiamate di sistema. Se ancora ci troviamo ad avere problemi con molti applicativi, è colpa dei programmatori "pigri", che tardano ad adattare il proprio codice, o che magari preferiscono mantenere la compatibilità con Windows 9x...

xp per i file NON usa l'unicode ma un proprio standard windows-qualcosa
Bearpower08 Maggio 2008, 23:08 #17
Originariamente inviato da: zephyr83
xp per i file NON usa l'unicode ma un proprio standard windows-qualcosa


XP internamente supporta UTF-16 fino alla BMP, poi ha degli stratagemmi per supportare la SMP.

Sono i programmatori pigri che non scomodano le funzioni che supportano le wide string e i wide char, ma utilizzano char a 8 bit.
zephyr8308 Maggio 2008, 23:47 #18
Originariamente inviato da: Bearpower
XP internamente supporta UTF-16 fino alla BMP, poi ha degli stratagemmi per supportare la SMP.

Sono i programmatori pigri che non scomodano le funzioni che supportano le wide string e i wide char, ma utilizzano char a 8 bit.

scusa ma per il nome dei file che colpa ne hanno i programmatori (se non quelli microsoft)? ogni volta che sn su linux i nomi dei file cn lettere accentate sn tutti strani
Bearpower09 Maggio 2008, 00:15 #19
Probabilmente su linux non stai usando unicode, ma una codepage.
zephyr8309 Maggio 2008, 00:37 #20
Originariamente inviato da: Bearpower
Probabilmente su linux non stai usando unicode, ma una codepage.

nn mi pare....cmq sapevo che windows come codifica dei caratteri usava Windows-1252.....verificherò...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^