Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Intel Meteor Lake: problemi nella messa a punto della GPU a 3 nanometri con TSMC?

Intel Meteor Lake: problemi nella messa a punto della GPU a 3 nanometri con TSMC?

Secondo gli analisti di TrendForce, la produzione della tGPU delle CPU Intel Meteor Lake presso TSMC sarebbe in alto mare. Intel avrebbe rinviato la produzione in volumi a 3 nanometri di quella parte del chip all'ultima parte del 2023.

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Processori
TSMCIntelCoreMeteor Lakegaming hardware
 

Dopo le CPU Raptor Lake, attese al debutto in ambito desktop e notebook entro fine anno, Intel concentrerà tutta la sua attenzione su Meteor Lake, la sua prima soluzione modulare attesa in tutti i settori con modelli capaci di coprire un intervallo di potenza da 5 fino a 125W.

In pratica, come sta già facendo AMD con i Ryzen desktop, Intel proporrà con i Core di 14a generazione un processore composto da più tile, realizzate singolarmente con processi produttivi differenti e poi assemblate sul package per funzionare di concerto, come un classico chip "monolitico" (potete approfondire qui).

Nei giorni scorsi Intel ha dichiarato che i test su Meteor Lake procedono bene e che la produzione in volumi con processo Intel 4 (ex 7nm EUV) della Compute Tile, ovvero quella con i core x86, inizierà entro l'anno. Non sembravano quindi esserci intoppi per questo progetto, ma secondo gli analisti di TrendForce non è così, perché a dare problemi non sarebbe la Compute Tile bensì la cosiddetta "tGPU", ovvero la tile dedicata alla GPU integrata.

Questa parte di Meteor Lake non è prodotta internamente da Intel, bensì è stata commissionata a TSMC per essere realizzata con processo produttivo N3, detto volgarmente 3 nanometri. La tile in questione dovrebbe essere basata su architettura Xe2 HPG "Battlemage" e integrare fino a 192 Execution Unit (EU). Il processore, nel suo complesso, punta a migliorare del 20% le prestazioni per watt rispetto ai chip precedenti.

"La produzione in volumi di questo prodotto (la tGPU) era inizialmente pianificata per la seconda metà del 2022, ma è poi stata posticipata alla prima metà del 2023 a causa di problemi di progettazione e al processo di verifica. Di recente, la produzione in volumi è stata nuovamente posticipata alla fine del 2023 per qualche motivo, cancellando quasi completamente la capacità produttiva a 3 nm originariamente prenotata nel 2023 con solo una quantità marginale di wafer rimanente per la verifica ingegneristica", scrive TrendForce.

Questo sviluppo, se confermato, non solo andrebbe a costituire un problema per Intel e la sua competitività rispetto a una AMD che corre veloce, ma a detta TrendForce avrebbe frenato anche i piani di espansione di TSMC. L'azienda taiwanese, a cui rimarrebbe solo Apple come cliente iniziale per il processo N3, avrebbe deciso di rallentare i piani di espansione per il prossimo anno per non ritrovarsi, sostanzialmente, con linee produttive a 3 nanometri poco sfruttate e un CapEx - ossia la spesa per i macchinari - inutilmente alto.

Chiaramente la notizia che spaventa è quella relativa ai problemi di Meteor Lake, perché una produzione della tGPU concentrata nell'ultimo scampolo del 2023 lascerebbe Intel in una situazione decisamente infelice in termini competitivi, con il rischio di far slittare la CPU al 2024, anno in cui invece si prevede l'arrivo del successore Arrow Lake.

Intel, finora, ha sempre dichiarato che Meteor Lake sarà disponibile genericamente "nel 2023", ma anche il timing di arrivo all'interno dell'anno sarà importante. Il CEO Gelsinger non ha mai sollevato l'ombra di un problema parlando del progetto, ma forse vista l'ultima trimestrale negativa non ha voluto mettere ulteriore carne sul fuoco. Starà prendendo tempo in attesa di una svolta o dobbiamo attenderci infausti annunci in futuro?

Al momento non ci sono informazioni precise sul tipo di problemi incontrati da Intel e TSMC nella produzione della tGPU. Non resta che prendere le dichiarazioni di TrendForce come indiscrezioni e attendere informazioni ufficiali, d'altronde come segnalato su Twitter dal caporedattore di Anandtech Ryan Smith, i media USA hanno ricevuto una nota da Intel che reitera il debutto entro il 2023.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
boboviz05 Agosto 2022, 08:40 #1
come segnalato su Twitter dal caporedattore di Anandtech Ryan Smith, i media USA hanno ricevuto una nota da Intel che reitera il debutto entro il 2023.


Il tardo pomeriggio del 31 Dicembre 2023
Gringo [ITF]05 Agosto 2022, 10:12 #2
Il tardo pomeriggio del 31 Dicembre 2023

.... dipenderà se la CINA nuova proprietaria di TSMC licenzierà per gli USA...
.... in quella data.... sai i cambio gestione non sempre funzionano....
.... meglio si riveda il progetto con una tGPU rivista e fatta in casa.
Gello05 Agosto 2022, 11:59 #3
Non mi risulta che Meteor Lake utilizzi parti a 3nm
coschizza05 Agosto 2022, 13:17 #4
Originariamente inviato da: Gello
Non mi risulta che Meteor Lake utilizzi parti a 3nm


La gpu sarà a 3 mm questo lo si sa da tempo
Gello05 Agosto 2022, 16:12 #5
Originariamente inviato da: coschizza
La gpu sarà a 3 mm questo lo si sa da tempo


Non avevo mai letto conferme, da quel che so era solo un rumor, difatti sembra stiano guardando al N3E, anche perche' i volumi offerti per l n3 sembravano piuttosto bassi come rese.
calabar06 Agosto 2022, 10:24 #6
Intel potrebbe far uscire le CPU "F", senza GPU, per la prima metà dell'anno, salverebbe quanto meno il mercato enthusiast e la faccia, e permetterebbe di non lasciare campo libero ad AMD che al momento non sembra avere problemi sull'uscita dei propri prodotti.

Certo, con AMD che finalmente integrerà una GPU nei propri processori sarebbe un po' paradossale.

In alternativa potrebbero valutare di inserire una GPU meno potente e realizzata con processo produttivo più rodato (i 5nm per esempio), il tempo ce l'hanno e l'approccio a "tile" lo permetterebbe e francamente dubito che per i loro clienti farebbe grande differenza e, in ogni caso, sarebbe comunque meglio che ritardare il prodotto di sei mesi/un anno.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^