Intel "Ice Lake" vedrà un aumento della cache L1 e L2

Intel "Ice Lake" vedrà un aumento della cache L1 e L2

Intel sta lavorando alla nuova architettura di CPU e, stando ad alcune informazioni pubblicate su GeekBench, potrebbe aumentare la cache L1 e L2 nei processori destinati al mercato mainstream

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Processori
Intel
 

Intel sta lavorando alla prossima architettura e, se i risultati pubblicati su GeekBench sono veritieri, sembra che l'azienda aumenterà la cache con "Ice Lake".

Secondo la pagina dei risultati di un engineering sample di un processore "Ice Lake" pubblicata sul noto sito di benchmark, infatti, Intel avrebbe aumentato la cache sia L1 che L2 sui processori.

Nel caso della cache L1, l'incremento sarebbe nella cache dati: dai 32 KB presenti nella generazione attuale si passa a 48 KB, con un aumento del 50% che dovrebbe portare aumenti prestazionali - sebbene la cache L1 per le istruzioni rimanga inalterata. Nel caso di programmi con un'alta località a livello di istruzioni e un set di dati più ampio, i margini di miglioramento possono essere sensibili.

La cache L2, invece, vede un raddoppio nelle dimensioni: saranno infatti disponibili 512 KB, contro i 256 KB attuali. Una differenza sostanziale, che potrebbe essere più significativa nel caso venisse accompagnata anche da cambiamenti nell'architettura stessa della CPU. Non ci sono invece cambiamenti per la cache L3.

Nel caso specifico, come riporta TechPowerUp, il cambiamento sembra coinvolgere le CPU di fascia mainstream, dato che le CPU destinate al mercato enterprise hanno visto una riorganizzazione della gerarchia delle cache con un allargamento della cache L2 e un restringimento della cache L3.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mechano26 Ottobre 2018, 14:05 #1

Per tamponare

Serve per tamponare la perdita di prestazioni delle pezze contro Spectre e Meltdown.
O se non sono più affetti comunque nel bugfix hanno dovuto fare dei compromessi che hanno fatto perdere prestazioni. Te le riprendi con l'aumento di cache.

È un po' come con le motociclette, le normative Euro 2, 3, 4, 5 ti fanno perdere via via prestazioni ed allora aumentiamo ad ogni nuovo modello di qualche centimetro cubico la cilindrata del motore per compensare.
WarDuck26 Ottobre 2018, 14:41 #2
Originariamente inviato da: Mechano
Serve per tamponare la perdita di prestazioni delle pezze contro Spectre e Meltdown.
O se non sono più affetti comunque nel bugfix hanno dovuto fare dei compromessi che hanno fatto perdere prestazioni. Te le riprendi con l'aumento di cache.

È un po' come con le motociclette, le normative Euro 2, 3, 4, 5 ti fanno perdere via via prestazioni ed allora aumentiamo ad ogni nuovo modello di qualche centimetro cubico la cilindrata del motore per compensare.


Diciamo che non è proprio così, in linea generale infatti il collo di bottiglia dei processori odierni (Spectre o non Spectre) è rappresentato dalla memoria: le RAM sono molto più lente e un accesso ti fa perdere anche centinaia di cicli di clock.

Avere cache più grandi significa avere più dati pronti da processare, quindi è solo un bene per le performance (meno per il costo finale del processore).

Dopodiché non è tanto Meltdown che fa perdere in prestazioni, quanto Spectre, e per sistemarlo devono sistemare l'unità di speculazione. Non ci sono trick che tengano.
MiKeLezZ26 Ottobre 2018, 15:07 #3
Originariamente inviato da: Mechano
Serve per tamponare la perdita di prestazioni delle pezze contro Spectre e Meltdown.
O se non sono più affetti comunque nel bugfix hanno dovuto fare dei compromessi che hanno fatto perdere prestazioni. Te le riprendi con l'aumento di cache.

È un po' come con le motociclette, le normative Euro 2, 3, 4, 5 ti fanno perdere via via prestazioni ed allora aumentiamo ad ogni nuovo modello di qualche centimetro cubico la cilindrata del motore per compensare.
Semplicemente siamo nel mondo dell'informazione e c'è un costante e naturale aumento prestazionale e quindi di densità dati.

Ice Lake è una nuova architettura e in quanto tale non devono stupire che abbiano, di progetto, scelto più efficaci tagli di memoria cache.

Essendo in lavorazione da almeno il 2015, i bug di Spectre e Meltdown non hanno alcuna influenza su tale scelta.

I PIII avevano 16kB+16kB di L1 e 256kB di L2.

Ryzen ha 64kB+32kB di L1 e 512kB di L2.

Ice Lake avrà 48kB+32kB di L1 e 512kB di L2.

Come vedi, in realtà ci sarebbe ancora un po' di margine. L'aumento di cache presenta però aumenti di latenza e complicazioni interne e quindi la scelta è sempre delicata.
xxxyyy26 Ottobre 2018, 16:12 #4
Ice Lake si salta, architettura troppo "vicina" ai bug Spectre e Meltdown.
Speriamo nella prossima architettura... e in AMD, ovviamente.
maxy0426 Ottobre 2018, 16:34 #5
Imho l'architettura core e' arrivata al suo limite, potranno ancora limare qualcosa, ma non potranno ancora spremere piu' di tanto.
secondo me stanno giocando le ultime carte "core" in attesa di un'architettura completamente nuova, ma staranno forse aspettando di avere i 10nm, in modo da dare una scossa forte al mercato.
Pkarer26 Ottobre 2018, 17:40 #6

Ancora...

Con l'attuale tecnologia hanno spremuto talmente il limone che resta solo da fare una versione GIALLA...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^