Gli utenti iOS preferiscono Apple Maps a Google Maps, l'analisi di comScore

Gli utenti iOS preferiscono Apple Maps a Google Maps, l'analisi di comScore

L'ultima analisi di comScore mostra come gli utenti iOS preferiscano utilizzare Apple Maps, piuttosto che scaricare l'alternativa di Google, spesso considerata più valida

di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Apple
AppleGoogleiOS
 

Il servizio cartografico di Apple non ha di certo riscontrato un buon successo di critica e pubblico nei primi mesi dal rilascio ufficiale. Gli errori grossolani all'interno delle mappe utilizzate erano talvolta troppo pesanti, e hanno causato un grosso numero di disservizi agli utenti che lo hanno utilizzato.

Secondo un nuovo studio di comScore, riportato da 9To5Mac, Google Maps ha perso circa 23 milioni di utenti solo in America sul sistema operativo concorrente dopo che Apple ha deciso di eliminare l'applicazione preinstallata per inserire il proprio nuovo servizio l'anno scorso. Le analisi di mercato condotte dalla società mostrano un quadro impietoso per il colosso di Mountain View: su iOS circa 35 milioni di utenti ha utilizzato Apple Maps nel mese di settembre, solamente 6 milioni Google Maps, 2 milioni dei quali usano una versione vecchia di iOS che non è in grado di eseguire Apple Maps.

Apple Maps, Colosseo

I motivi di una così pesante "sconfitta" potrebbero essere semplici: sebbene gli utenti più smaliziati siano in grado di saper scegliere autonomamente i servizi più efficaci da utilizzare, la maggior parte degli utenti iPhone utilizzano soprattutto quelli che vengono già forniti nativamente. La stessa situazione non si è però verificata con l'introduzione di iTunes Match, servizio analogo al già esistente Pandora.

Quest'ultimo ha dichiarato di essere stata in grado di ampliare la sua base d'utenza da quando iTunes Match è stato annunciato e rilasciato al pubblico, tuttavia i risultati positivi sono stati possibili per due motivi principali: il servizio, già abusato in America, ha eliminato il limite di 40 ore mensili per gli utenti non paganti, inoltre l'introduzione sul mercato del servizio concorrente ha generato una sorta di pubblicità riflessa allo stesso Pandora, che si è diffuso maggiormente. Non è detto però che questo trend si possa replicare in futuro.

Nel caso di Google Maps la situazione è diversa: i vari utenti non credono sia necessario abbandonare l'app nativa per la navigazione satellitare dei propri iPhone per un servizio migliore, anche se una folta schiera di utenti probabilmente non conosce la possibilità di accedere all'alternativa. Inoltre, Apple non permette di cambiare l'app predefinita con il quale eseguire determinate azioni, ad esempio i comandi vocali con Siri, elemento che potrebbe far preferire il servizio Apple a quello, storicamente migliore, della concorrenza.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

60 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dwfgerw12 Novembre 2013, 12:39 #1
il fatto che sia integrato in OSX è fantastico, integrazione perfetta tra osx e iOS
AceGranger12 Novembre 2013, 12:52 #2
"Nel caso di Google Maps la situazione è diversa: pochi utenti non credono sia necessario abbandonare l'app nativa per la navigazione satellitare dei propri iPhone per un servizio migliore, gli altri 22,9 milioni di utenti non conoscono la possibilità di accedere all'alternativa."

fix
diddum12 Novembre 2013, 12:56 #3
non possedendo prodotti apple non posso parlare con cognizione di causa, ma quando sono uscite le mappe e le critiche relative mi e' sembrato che nella maggior parte dei casi i problemi fossero imputabili non tanto al software di apple, quanto ad errori nei dati cartografici sui quali il software si appoggia.

Immagino che i dati cartografici non siano prodotti da apple, ma da ditte specializzate.

Immmagino anche che dopo le critiche ricevute Apple abbia cazziato ferocemente il fornitore che spero abbia apportato delle correzioni.

Quindi potrebbe anche essere che ora le mappe usate da Apple non sono cosi' piene di errori come sono sembrate all'inizio.

Comunque trovare mappe aggiornate, corrette al 100% e gratis non e' cosi' banale. Io uso solo google maps e nel corso degli anni alcuni errori li ho trovati pure io.
The_misterious12 Novembre 2013, 12:58 #4
per quanto mi riguarda mi sono trovato molto meglio con Apple Maps rispetto a Google Maps…percorsi migliori, mappe più aggiornate...
AceGranger12 Novembre 2013, 12:59 #5
Originariamente inviato da: diddum
Immagino che i dati cartografici non siano prodotti da apple, ma da ditte specializzate.

Immmagino anche che dopo le critiche ricevute Apple abbia cazziato ferocemente il fornitore che spero abbia apportato delle correzioni.


i dati sono stati forniti correttamente da TomTom, e malamente implementati da Apple.
dr-omega12 Novembre 2013, 13:01 #6
IMHO la maggioranza degli utenti che usano smartphone a malapena sa cosa c'è installato sul loro terminale, figuriamoci se riescono a scegliere consapevolmente tra un'applicazione nativamente presente che fà già ciò che a loro serve ed un'altra disponibile nel market.
alexdal12 Novembre 2013, 13:15 #7
Poi perdono anche tutti gli utenti Windows Phone, che a parte che hanno le migliori mappe, Google per ostacolare Microsoft fa uscire le mappe come un prodotto di 30 anni fa e nessuno usa le mappe con i sistemi Lumia

Samsung ed altri hanno scelto le mappe di Nokia per i sistemi operativi futuri
beppe9012 Novembre 2013, 13:23 #8
Io posseggo sia mac, iPhone e iPad...l'unica cosa che preferisco delle mappe native è l'ottima interazione che c'è tra i dispositivi Apple....per il resto Maps tutta la vita, e molto più completa come app., funzionale e soprattutto ha street view che è un enorme punto a favore.
Portocala12 Novembre 2013, 13:25 #9
L'anti trust non dovrebbe bacchettare Apple come ha fatto con Microsoft e il suo IE, visto che di fatto obbliga l'acquirente all'utilizzo del suo applicativo?

Dovrebbe comparire una finestra con "Scegli il navigatore satellitare che più ti piace" con le varie scelte, Bing, iMap, Gmaps.


Ginopilot12 Novembre 2013, 13:28 #10
Peccato che nessuno dei due consenta la navigazione offline.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^