Facebook ancora contro i siti acchiappa-click: ufficiale nuova modifica nell'algoritmo

Facebook ancora contro i siti acchiappa-click: ufficiale nuova modifica nell'algoritmo

Nuova modifica per gli algoritmi di Facebook per offrire agli utenti soprattutto contenuti di qualità anche su dispositivi mobile

di Nino Grasso pubblicata il , alle 13:01 nel canale Web
Facebook
 

Sono anni che Facebook cerca di affinare i propri algoritmi per dare priorità nella News Feed ai contenuti considerati rilevanti, anche se con qualche affanno. Nell'estate del 2014 dichiarava di aver affinato il proprio codice per dare meno importanza ai contenuti click-baiting, l'anno scorso invece iniziava a considerare più importante il tempo di permanenza nella pagina, che non il mero conteggio delle visualizzazioni. L'obiettivo è quello di dare maggior risalto ai contenuti di qualità.

Le ultime modifiche effettuate dai tecnici della società e annunciate nelle scorse ore si fondano proprio sulla stessa missione: dare agli utenti contenuti realmente interessanti e arginare il fenomeno dei siti acchiappa-click che, sfruttando titoli e chiamate all'azione apparentemente molto interessanti, indirizzano l'utente verso contenuti che, tutto sommato, così interessanti non sono. Tale pratica viene gergalmente chiamata click-baiting.

Con questo nome si indica quella metodologia sempre più abusata sui social con cui il gestore di un account o una pagina conduce a collegamenti esterni spesso intrisi di banner pubblicitari con finalità naturalmente rivolte al guadagno. Chi pubblica il contenuto cerca di catturare l'attenzione dell'utente con titoli spesso sensazionalistici, ma al tempo stesso senza specificare esattamente l'argomento di cui si parla al suo interno. Pratica diffusa e abusata sul social di Zuckerberg.

Le ultime modifiche puntano a dare ancora maggiore rilevanza al tempo trascorso nella visualizzazione del contenuto visto che con i titoli click-baiting l'effetto che si ottiene è paragonabile a quello di un "rimbalzo", con l'utente che entra nella pagina uscendo in pochi istanti dopo aver verificato la pochezza dei contenuti. Oltre a questa caratteristica il nuovo algoritmo punta ad analizzare anche la diversità dei contenuti pubblicati dalla pagina.

Al momento le modifiche dell'algoritmo sono previste soprattutto su Instant Articles e sui browser mobile: "Con queste modifiche vogliamo meglio capire quali articoli possano essere interessanti per gli utenti basandoci sul tempo trascorso all'interno, in questo modo è più probabile che vedano contenuti la cui lettura può risultare interessante", si legge all'interno della nota rilasciata pubblicamente dalla società, e che potete trovare a questo indirizzo.

Insomma, Zuckerberg vuole rendere ancora più potente lo strumento degli Instant Articles portando nelle News Feed degli utenti contenuti che possano effettivamente suscitare il loro interesse. Le novità nell'algoritmo verranno rilasciate gradualmente nelle prossime settimane, con alcuni editori che potrebbero avere un piccolo impatto nel traffico generato sui social.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Wikkle22 Aprile 2016, 14:11 #1
Grazie ai clialtroni (è un complimento, rispetto quello che sono veramente) che fanno click baiting, internet stà diventando sempre meno credibile.
MiKeLezZ22 Aprile 2016, 14:24 #2
Facebook ha introdotto una novità incredibile che farà felice milioni di italiani...

clicca qui per leggere il resto della notizia
Mandopa22 Aprile 2016, 15:18 #3
"ke skifo!!! dovete morire tutti !! che paese di m**da!1!

*news incredibile*

ilgiomale.

Bestio22 Aprile 2016, 18:36 #4
Che ce stanno a pigghià pou ??

Com'è che io nel frame destro di faccialibro continuo a vedere SOLO link a sitacci click bait?
Ezechiele25,1722 Aprile 2016, 18:50 #5
Vi piace leggere le notizie gratis? Ecco il click-baiting. In un modo si deve pur guadagnare, non certo regalando il lavoro.
Non credo che un algoritmo possa risolvere il problema, imho.
Mars4ever22 Aprile 2016, 18:58 #6
Basterebbe molto più semplicemente filtrare titoli contenenti parole come:
video shock/agghiacciante/pazzesco
rivelazione/dichiarazione/scoperta bomba/inquietante/sconcertante/clamorosa
tizio umilia/zittisce/asfalta/massacra caio
ecco com'è/chi è
cosa ha detto
Avete mai provato a guardare il sito di libero quotidiano? Metà dei titoli sono così!
MaxFabio9323 Aprile 2016, 13:19 #7
Originariamente inviato da: Mars4ever
Basterebbe molto più semplicemente filtrare titoli contenenti parole come:
video shock/agghiacciante/pazzesco
rivelazione/dichiarazione/scoperta bomba/inquietante/sconcertante/clamorosa
tizio umilia/zittisce/asfalta/massacra caio
ecco com'è/chi è
cosa ha detto
Avete mai provato a guardare il sito di libero quotidiano? Metà dei titoli sono così!


Concordo pienamente, è veramente uno schifo...purtroppo non è il solo, adesso più o meno tutte le testate giornalistiche e anche televisive usano questo linguaggio, un orrore. Menomale che stanno nascendo siti anche contro queste porcherie!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^