Light Peak debutterà con cablaggi in rame

Light Peak debutterà con cablaggi in rame

La tecnologia di interconnessione ad ampia larghezza di banda sviluppata da Intel utilizzerà inizialmente il tradizionale rame invece della fibra ottica

di pubblicata il , alle 09:44 nel canale Sistemi
Intel
 

Nel corso dello scorso venerdì un executive Intel ha fatto sapere che la tecnologia di interconnessione Light Peak, progettata per il collegamento tra PC e dispositivi di vario genere, è ormai pronta per le prime implementazioni commerciali.

La tecnologia Light Peak, annunciata da Intel in occasione dell'Intel Developer Forum Fall 2009, è stata originariamente progettata considerando l'impiego della fibra ottica per la trasmissione di dati tra sistemi e dispositivi. Nonostante ciò le prime implementazioni vedranno l'impiego di tradizionali cablaggi in rame, come dichiarato da David Perlmutter, Executive Vice President e General Manager dell'Intel Architecture Group. Già durante lo scorso mese di dicembre era emersa qualche indiscrezione circa la possibilità che Light Peak utilizzasse, almeno all'inizio, il rame al posto della fibra ottica.

"Il rame ha mostrato risultati molto buoni, sorprendentemente migliori di quanto ritenessimo in origine" ha dichiarato Perlmutter durante un'intervista rilasciata a IDG News Service in occasione del Consumer Electronics Show di Las Vegas. Permutter non ha tuttavia rilasciato alcuna indicazione sul periodo dell'anno in cui i dispositivi provvisti di tecnologia Light Peak arriveranno sul mercato, limitandosi a dire che questo aspetto dipende esclusivamente dai produttori dei dispositivi.

Light Peak, stando alle informazioni disponibili sino ad ora, è in grado di mettere a disposizione una larghezza di banda di ben 10 gigabit al secondo, permettendo così la possibilità di trasferire elevate moli di dati in breve tempo. Non solo, le prospettive di sviluppo per gli anni a venire dovrebbero consentire a questa tecnologia di poter arrivare ad una larghezza di banda dieci volte superiore, di 100Gb/s. A titolo di riferimento, già semplicemente con una connessione da 10Gb/s sarebbe possibile trasferire un lungometraggio Blu Ray in meno di 30 secondi. E' tuttavia ragionevole supporre che l'impiego, almeno iniziale, limiterà le potenzialità di questa tecnologia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

37 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Freaxxx10 Gennaio 2011, 09:49 #1
infatti, come si legge dal banner, in prima pagina, sul sito intel.com nella sezione dedicata alla tecnologia Link ad immagine (click per visualizzarla)

---

banner a parte: perché? con il rame si risparmia?
PaveK10 Gennaio 2011, 09:54 #2
Originariamente inviato da: Freaxxx
banner a parte: perché? con il rame si risparmia?

Alla faccia se si risparmia! Non perché il rame te lo tirino dietro ma piuttosto perché le fibre ottiche sono veramente antieconomiche.
Freaxxx10 Gennaio 2011, 09:57 #3
Originariamente inviato da: PaveK
Alla faccia se si risparmia! Non perché il rame te lo tirino dietro ma piuttosto perché le fibre ottiche sono veramente antieconomiche.


mi domandavo se per una tecnologia come questa si dovesse ottenere del rame particolarmente puro ...
DanieleG10 Gennaio 2011, 10:02 #4
Se avessero iniziato già con la fibra poi come facevano a buttar fuori versioni successive da far pagare di più?
Marketing...
AceGranger10 Gennaio 2011, 10:07 #5
Originariamente inviato da: Freaxxx
mi domandavo se per una tecnologia come questa si dovesse ottenere del rame particolarmente puro ...


mha non credo, i cavi di rete categoria 6 portano 1 Gb ad almeno 100 metri... non credo che ci siano problemi a portare 10 Gb su distanze di massimo 5 metri.

Originariamente inviato da: DanieleG
Se avessero iniziato già con la fibra poi come facevano a buttar fuori versioni successive da far pagare di più?
Marketing...


essendo nuovi cavi, nuove porte, e nuovo protocollo deve costare il meno possibile, seno con il cavolo che i produttori lo adottano, e con il cavolo che i consumatori lo acquistano
jpjcssource10 Gennaio 2011, 10:16 #6
Originariamente inviato da: Freaxxx

banner a parte: perché? con il rame si risparmia?


Credo di si, anche perchè se il rame costa pure la fibra non scherza.
Inoltre il rame può trasportare sia energia elettrica che dati, mentre la fibra no.
Detto questo, lightpeak è stato creato anche per essere un cavo universale usabile per sostituire la stragrande maggioranza di quelli esistenti quindi per essere il più flessibile possibile avrebbero dovuto mettere due cavi nella guaina uno in fibra e uno in rame.
Per una velocità di 10 Gbit su di una distanza di pochi metri la fibra è sprecata e il rame va ancora benissimo quindi non ha senso raddoppiare i costi mettendo due cavi invece che uno solo di metallo.

Oltretutto questo cavo deve sostituire altri con prezzi di vendita piuttosto bassi quindi per Intel è obbligatori contenere i costi di produzione tantissimo per evitare di andare fuori mercato.

Se sarà vero che le prestazioni non caleranno a causa di questa scelta, chi se ne frega se hanno abbandonato momentaneamente la fibra.
PaveK10 Gennaio 2011, 10:27 #7
Originariamente inviato da: DanieleG
Se avessero iniziato già con la fibra poi come facevano a buttar fuori versioni successive da far pagare di più?
Marketing...

Non la vedrei così maliziosa. Effettivamente fin da subito ho visto con -estrema- perplessità l'adozione massiccia di uno standard comune basato su fibra. Penso anche ai piccoli produttori OEM per i quali potrebbe far la differenza se adottare lo standard o meno. Penso al classico cavettino cinese... in rame lo trovi, ma in fibra?!?
Aggiungerei anche la plausibile retrocompatibilità con connessioni attualmente esistenti, senza la necessità di adattatori specifici, perlomeno lato fisico. Un autosensign del supporto al lightpeak e, in caso negativo, fallback.

Come già sottolineato da jpjcssource, la possibilità di passare corrente è di fondamentale importanza!
Paganetor10 Gennaio 2011, 10:32 #8
sì ok, ma mi pare si stia "replicando" l'usb 3.0 con qualche minimo vantaggio (velocità potenziale) e qualche svantaggio (nuovo standard)
perritos10 Gennaio 2011, 10:38 #9
Allora per non chiamarlo RamePeak o meglio ancora CopperPeak? :-)
AleLinuxBSD10 Gennaio 2011, 10:42 #10
Light Peak è una tecnologia esclusivamente Intel, malgrado la sua forza commerciale, non penso che possa diventare uno standard.
Se però, quando e se uscirà, si mettessero d'accordo per aprirla pure ad altri (tipo amd), e fosse possibile usare degli adattatori, in modo ad es. di potere usare questi nuovi cavi per collegare dispositivi usb, ecc, sarebbe interessante dato che a questo punto sarebbe possibile usare un solo tipo di cavo per tutto ed, a seconda del suo costo, pensare ad una sostituzione progressiva dell'esistente (considerando pure l'elevatissima bandwith disponibile già in fase iniziale).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^