Compressione dei filmati: dall'H.261 all' MPEG4 AVC

Compressione dei filmati: dall'H.261 all' MPEG4 AVC

Segnaliamo un interessante articolo in italiano sulle compresisoni video più recenti

di pubblicata il , alle 17:19 nel canale Programmi
 

Compressione dei filmati: dall'H.261 all' MPEG4 AVC

Segnaliamo questo interessante articolo pubblicato da Lithium.it, in cui vengono presi in considerazione i più recenti standard di compressione video. Esposto in maniera molto tecnica, vengono presentati tutti i vantaggi dei più recenti standard. Riportiamo le conclusioni, consigliandovi la lettura per intero dell'interessante articolo.

"Come abbiamo potuto vedere le performance del nuovo formato sono eccellenti. A parità di qualità, si ottiene un risparmio di bistream di quasi il 40% rispetto all' MPEG4 e di oltre il 60% rispetto all'MPEG2.

H.264 si pone quindi come il futuro della compressione video sia per applicazioni di broadcasting e storage (DVD del futuro e TV digitali del futuro su linee xDSL), sia per applicazioni di comunicazione real time a banda media (video conferenza), stretta (web conferencing) e ultra-stretta (cellulari 2.5G e 3G).

Attualmente i vari vendor stanno mettendo a punto i propri codec per le varie applicazioni. Il compito non è semplice perché la fase di compressione di uno stream H.264 può richiedere risorse superiori del 300% rispetto ad un codec MPEG4 SP. Tale dispendio viene ripagato in performance superiori ma a dimostrazione della difficoltà del compito vi basti sapere che attualmente non esistono codec software in grado di eseguire la compressione in tempo reale. A questo punto però, baserà saper attendere..."

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
lasa29 Dicembre 2003, 17:35 #1
Concordo in pieno.....
ErPazzo7429 Dicembre 2003, 17:54 #2
Vorrei dire che in linux con mplayer e un xp 1600+ e kt266A comprimo a 50fps x cui se e' vero che richiede il 300% di risorse CPU rispetto a mpeg4 direi che la compressione software e' teoricamente possibile, considerando una cpu tipo P4 o FX con Dual Channel, SSE2,cache + grandi, bus a 800Mhz e clock di 3.2Ghz teorici o PR-Rated.
Certo lo faranno solo in pochi , ma almeno loro si divertiranno .
Comunque tutti i dati riportati da lithium riguardano compressioni sino a 100Kbit, sarei curioso di sapere a 1000Kbit come si comporta anche se dalla curva sembra che all'aumentare della banda aumenti anche il vantaggio del nuovo codec.
Sarebbe anche interessante vedere le immagini dei filmati che genera a 100Kbit, no?
azrael29 Dicembre 2003, 19:18 #3
cosssssssssssa? si son decisi finalmente ad aggiungere qualcosa su litium? sembra quasi strano!
avvelenato29 Dicembre 2003, 20:57 #4

@erpazzo

con il dispendio di energia necessario, è sicuramente improponibile un codec del genere allo stato attuale in dispositivi embedded

avvelenato che cercava giusto una videofotocamera su SD
RESET29 Dicembre 2003, 21:34 #5

x azrael

nessuno ti vieta di collaborare
homero29 Dicembre 2003, 22:13 #6
il problema della potenza di calcolo e' facilmente aggirabile, la reale questione e' se c'e' un necessita' di avere un nuovo formato di compressione, in realta' qualunque formato sia possibile codificarlo mediante DSP puo' essere codificato in hardware, il mpeg2 gia' si pone come standard per qualunque tipo di compressione video ben superiore al mpeg4, forse piu' in la' tutti vorremo il mpeg5....al posto degli attuali divx, ma allora i DVD a cosa servono se su un cd posso metterci un film intero di pari qualita'?!?!
ad ogni modo xvid,divx,mp1,mp2, poi alla fine tutti preferiscono il mJpeg o addirittura l'uncompressed per lavorare visto che sistemi con un tera di memoria fissa e 2 giga di ram sono alla portato di un utente medio e non di uno studio di produzione.....
per noi comuni mortali i divx funzionano bene ma anche i mpeg2 con quel che costano oggi i masterizzatori dvd non e' una scelta tanto sbagliata....
tarun29 Dicembre 2003, 22:17 #7
L'articolo l'ho letto prima che uscisse su HWupgrade ..
Mi sono cercato subito sto codec H.264 è ho trovato il vanguard VSS H.264 che ho immediatamente provato .
L'ho testato sul vob3(circa 850MB) di blackhawkdown (xmpeg 5.03-aviwriter)
con un bit rate di 500kbit (no audio/si resize/720x576 block16) .
Dopo 3h30' di codifica (athlon XP 1900+ ,ecsk7s6a,1giga ram etc)
ho ottenuto un file di 80MB che paragonato a il medesimo in divx 5.1.1 presenta una evidente minore blocchettizzazione.
comunque c'è da dire che il divx è risultato di 75mb .(forse la discrepanza in mega tra le due codifiche è in parte colpa mia per aver settato VSS keyframe every 30fps e divx5.1.1 keyframe max 300)
I setytaggi delcodec VSS erano pochi tuttavia non ho capito cos'era il quantizer che escludeva la scelta del bitrate e nemmeno come attivare un dual pass.
Con divx 5.1.1 ho codificato il medesimo file in 40 minuti utilizzando l'algorithmo MIHA e settaggi standard.
La mia inmpressione è stata positiva riguardo la qualità ottenuta specie ad alta compressione ma non è fruibile per il notevole tempo di codifica richiesto.
Vorrei provare quei codec di cui si parla nell'articolo di lithium che si chiamano trasformate vavelet o qualcosa del genere ma non sò dove trovarli
tarun29 Dicembre 2003, 22:27 #8

FACCIO 2 + 2

la reale questione e' se c'e' un necessita' di avere un nuovo formato di compressione,

ADSL 256........640 =video ONdemand ovviamente compressi a sufficienza per far stare in 500kbit sia video che audio.
So che telecom sta testando i codec e precisamente wmv real8
quictime mpeg-4 , H.264 .
500kbit è un bit rate scelto per garantire uno streaming senza troppi problemi in caso di congestione.
Gli UP a 256 una necessita per evitare che i pacchetti di risposta (vedi protTCPIP) di una contemporanea navigazione internet blocchino lo streaming.
Una vocina mi dice che se non sara sufficiente l'upgrade a 640 verra portato a 1200(ma non ci conterei troppo)
Sig. Stroboscopico29 Dicembre 2003, 23:29 #9
bah...
bei sogni... al momento ci manca tutto l'hw per leggerlo nei lettori da casa e le reti per usarlo... sopprattutto in italia...
Se solo la telecom si decidesse a investire di più nelle SUE reti...
Sono curioso di vedere quanti anni ci vorranno ancora perchè fuori città si possa avere un'alternativa al modem analogico...

-__-*
ErPazzo7429 Dicembre 2003, 23:36 #10
x avvelenato:
non ho capito il tuo commento!

comunque il tempo di compressione dipende anche dalla risoluzione ovviamente io mi riferivo a 768x576 acquisito dalla mia scheda tv.
I sistemi embedded attuali sono anche 400mhz e forse acquisendo da una scheda tv teorica alla risoluzione di un embedded (mi sembra massimo 640x200 o qualcosa di simile) forse ce la farebbero, certo attaccati alla spina !

x tarun:
ho gia' visto molte tv dall'america in streaming a 500kbit non so' che formato usavano (mi sembra real) la qualia' era discreta, certo questo nuovo codec promette di migliorarla di 1 bel pò.
riguardo telecom aggiungo che quando uscirono le prime adsl x tutti (256/128) avevo ancora una 640/128 e devo dire che mi dispiacque passare a 256 xche' perdevo la maggior parte dei servizi di streaming (che sono tra i 300 e i 500kbit) ma il portafoglio ne fu grato !

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^