Accordo tra Turbolinux e MS: Windows Media sotto Linux

Accordo tra Turbolinux e MS: Windows Media sotto Linux

Turbolinux ha raggiunto un accordo commerciale con Microsoft per l'implementazione dei codec Windows Media in Xine

di pubblicata il , alle 12:16 nel canale Programmi
MicrosoftWindows
 

Turbolinux, distribuzione particolarmente apprezzata in Giappone, ha raggiunto un accordo commerciale con Microsoft per l'implementazione dei codec Windows Media in Xine, un player multimediale open source.

Turbolinux ha affermato che alla base di questa scelta vi è la presa di coscienza circa una massiccia adozione degli "standard" Microsoft, i formati multimediali Windows Media sono infatti assai diffusi e bisogna prenderne atto. Queste affermazioni saranno sicuramente sorgere polemiche e discussioni, sino ad ora infatti linux e l'open source avevano sempre condannato i formati proprietari.

Va ricordato che in modi più o meno bizzarri e legali anche altri player multimediali sono in grado di interpretare i formati Windows Media, ma Turbolinux ha voluto "regolarizzare" la propria posizione richiedendo una regolare licenza a Microsoft.

Turbolinux ha annunciato anche un accordo con CyberLink per la fornitura in bundle alla propria distribuzione di una versione linux dell'apprezzatissimo PowerDVD.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
figulus29 Aprile 2004, 12:28 #1
E l'open source dove è andato a finire?
Mad Penguin29 Aprile 2004, 12:39 #2
beh in linux non è che esista solo softaware open source(vedi programmi di grafica e cad)...

ben venga ammesso che qualcuno sia disposto a pagare per vedere un filmato......
tasso7929 Aprile 2004, 12:56 #3
secondo me l'opensource non ha futuro!
piffe29 Aprile 2004, 12:57 #4

ahahahah

MS rulez!
Scherzi a parte, ritengo sia un passo significativo nella storia dell'open source e mi pare di scorgere anche una certa "maturità" nella richiesta di concessione della licenza.
Sono assolutamente positivo alla questione.

Ciauz!
Mad Penguin29 Aprile 2004, 13:13 #5
Originariamente inviato da tasso79
secondo me l'opensource non ha futuro!


inutile chiedere se hai mai usato linux e i programmi che ci sono nelle varie distribuzioni....
Kralizek29 Aprile 2004, 13:28 #6
ucci ucci sento odor di flamucci...

a parte scherzi...
trovo giusta l'idea di turbolinux...
se ci deve essere libertà di scelta nello scegliere l'os ci deve essere anche libertà di scelta nei formati, anche proprietari.
Se poi vogliamo associare a linux unicamente la filosofia open source, questo grande sistema operativo non ne esce che limitato, almeno imho.
Non voglio assolutamente criticare questo movimento, che non condivido pienamente, ma credo che sia in ambito windows che in ambito linux ci vogliano componenti di software libero e di software licenziato.

Sempre imho
Mad Penguin29 Aprile 2004, 13:47 #7
concordo pienamente con Kralizek!
hardskin129 Aprile 2004, 13:59 #8
Io non sono d'accordo. I formati devono essere liberi per dare la libertà agli utenti di scegliere con quali programmi (anche licenziati e proprietari) fruirli. Legare il contenuto con il contenitore è molto pericoloso perchè da troppo potere al controllore del formato. Ad esempio il potere di dire "ora questo lo paghi il doppio" (tanto puoi usarlo solo con il mio programma) oppure, ancora peggio, "Ora questo video non puoi piu' vederlo perchè io non sono d'accordo con quello che dice". Gli esempi possono continuare per molto.

x tasso79 lasciamo stare va...
darkwings29 Aprile 2004, 14:01 #9
Io penso che comunque se si vuole mettersi in concorrenza con windows che ha probabilmente il 90% del mercato desktop pc o anche di piu',la compatibilita' con tutti i formati che lo riguardano e' obbligata altrimenti non sara' mai una reale alternativa.
Anche perche' rispetto a windows 95 in questi anni lo zio bill non ha mica dormito e come ha detto qualcunaltro in questo forum il pc ha sfondato in questi anni grazie a lui.Ai tempi si doveva editare il file config sys e autoexec all'avvio per far partire i videogames ora per la maggioranza dei casi basta inserire il cd dal lato giusto.
duna29 Aprile 2004, 14:02 #10
Ci sono ambiti che vengono meglio 'serviti' dal soft a sorgente aperto (s.o., browser, client posta e molti altri) ed altri dove esso non attecchira' mai (nicchie e ambiti specialistici perlopiu') a causa dei numeri troppo ristretti (pensate a certi soft dedicati per analisi finanziaria o medicale specialistica... che pacchia se fossero aperti, il fatto e' che pochi sanno che farsene, come giustificare uno sviluppo 'a bazaar' con poche centinaia -o diecine- di potenziali utenti per nazione?)
Come per la libera ricerca, che convive benissimo da secoli (pur tra mille spigolature) con la ricerca 'privata' ed il segreto industriale, cosi' ci sara', maturando il settore, sempre meno spazio per chi vende e.g. wordprocessor al contrario di chi invece scrive e.g. soft di controllo realtime dedicato. Per cui se vogliono il codec microsoft, e questa lo licenzia, non vedo problema, purche' l'utente abbia modo di capire cosa nella distro e' GPL (e quindi distribuibile) e cosa no.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^