Uno sguardo alla roadmap delle cpu server di Intel

Uno sguardo alla roadmap delle cpu server di Intel

Architetture Itanium sino a 24 Mbytes di cache integrata nel Die per le prossime generazioni di processori Intel per sistemi server

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 18:52 nel canale Processori
Intel
 

La prossima generazione di processori Intel, così come evidenziato nella più aggiornata roadmap delle cpu Intel, prevede varie novità che mirano a riposizionare le soluzioni del produttore americano quale proposte di riferimento del mercato.

Nel corso del secondo trimestre 2006 debutteranno infatti le soluzioni Itanium 2 note con il nome in codice di Montecito. Si tratta di soluzioni con architettura Dual Core, che in alcuni modelli integrano un quantitativo di cache L2 che arriverà a 24 Mbytes.

Di seguito lo schema dettagliato delle varie versioni di processore Itanium 2 Montecito che Intel introdurrà in questo trimestre:

  • Itanium 2 model 9050 (clock 1,6 Ghz; bus 533 Mhz; cache 24 Mbytes; prezzo ufficiale 3.690 USD)
  • Itanium 2 model 9040 (clock 1,6 Ghz; bus 533 Mhz; cache 18 Mbytes; prezzo ufficiale 1.980 USD)
  • Itanium 2 model 9030 (clock 1,6 Ghz; bus 533 Mhz; cache 12 Mbytes; prezzo ufficiale 1.550 USD)
  • Itanium 2 model 9020 (clock 1,42 Ghz; bus 533 Mhz; cache 12 Mbytes; prezzo ufficiale 910 USD)
  • Itanium 2 model 9010 (clock 1,6 Ghz; bus 533 Mhz; cache 6 Mbytes; prezzo ufficiale 700 USD)

Come si nota chiaramente, le cpu adotteranno la stessa frequenza di clock fatta eccezione per il modello 9020, con l'unica differenza architetturale rappresentata, tra i vari modelli, dal quantitativo di cache integrato nel Die.

Tutte queste cpu supporteranno la tecnologia di virtualizzazione VT, che Intel sta introducendo nelle proprie cpu anche per sistemi desktop.

Passando alle soluzioni Xeon, si avvicina il terzo trimestre dell'anno, periodo di debutto delle soluzioni basate su Core Woodcrest. Si tratta delle prime soluzioni Xeon ad essere basata sulla nuova microarchitettura Intel, rivoluzionaria in quanto abbinerà elevate prestazioni velocistiche a consumi sensibilmente inferiori a quelli dei sistemi Xeon attualmente in commercio.

In dettaglio, questi  sistemi Xeon Woodcrest che Intel presenterà:

  • Xeon DP 5160 (clock 3 Ghz; bus 1.333 Mhz; cache 4 Mbytes; prezzo ufficiale 850 USD)
  • Xeon DP 5150 (clock 2,66 Ghz; bus 1.333 Mhz; cache 4 Mbytes; prezzo ufficiale 690 USD)
  • Xeon DP 5140 (clock 2,33 Ghz; bus 1.333 Mhz; cache 4 Mbytes; prezzo ufficiale 455 USD)
  • Xeon DP 5130 (clock 2 Ghz; bus 1.333 Mhz; cache 4 Mbytes; prezzo ufficiale 320 USD)
  • Xeon DP 5120 (clock 1,86 Ghz; bus 1.333 Mhz; cache 4 Mbytes; prezzo ufficiale 260 USD)
  • Xeon DP 5110 (clock 1,6 Ghz; bus 1.333 Mhz; cache 4 Mbytes; prezzo ufficiale 210 USD)

Significativo notare come i tagli di frequenza siano così vari, da coprire uno spettro di costi d'acquisto realmente molto ampio. Intel ha anticipato un prezzo di 210 dollari per la cpu Xeon DP Woodcrest dal clock più basso, pari a 1,6 Ghz: si tratta di una cifra che non si era ancora vista prima in processori destinati a sistemi server e workstation.

Le cpu Xeon DP Woodcrest sono destinate a sistemi con due socket; ogni processore integra due distinti core, con cache L2 da 4 Mbytes di tipo unificato esattamente come introdotto da Intel per i processori Core Duo basati su architettura Yonah.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LiLL003 Aprile 2006, 19:48 #1
Link ad immagine (click per visualizzarla)

Da questa immagine sembra che i 24MB di cache siano 2x12MB L3
LiLL003 Aprile 2006, 19:58 #2
Qui si capisce meglio la quantita' di cache:

L1 = 16KB Instruction + 16KB Data
L2 = 1MB Instruction + 256KB Data
L3 = 2x12MB

Link ad immagine (click per visualizzarla)
sirus03 Aprile 2006, 20:29 #3
Che bestionle gli Xeon Woodcrest e chi sa Itanium 2 Montecito nel calcolo il floating point
MaxArt03 Aprile 2006, 20:32 #4
Mah, non so voi ma... io ho l'impressione che queste CPU siano vendute assai sottocosto: 24 MB di cache, e li "svendono" a 3700 $? O 18 a meno di 2000? Per non parlare dei soli 850 dollari per un Woodcrest a 3 GHz, santo cielo...
Diciamo allora che alla Intel la concorrenza degli Opteron gli ha messo una paura del diavolo...

Comunque, in ambito server dei processori a 210 $ se ne sono già visti, non è difficile trovare gli Opteron 246 a quella cifra.
OverClocK79®04 Aprile 2006, 01:53 #5
effettivamente per la complessità raggiunta e per la cache è strano che costino così....

BYEZZZZZZZZZZZ
LiLL004 Aprile 2006, 09:03 #6
La cache L3 ha un costo minore della L2 in quanto e' considerevolmente piu' lenta
NoLimit04 Aprile 2006, 10:53 #7
Mamma mia, finalmente Intel è scesa nella mischia con l'intenzione di riprendere quote di mercato.

La soluzione Woodcrest sembra estremamente promettente, il prezzo è competitivo, aspettiamo un qualche tipo di recensione per valutarne l'effettiva potenza.
sirus04 Aprile 2006, 17:50 #8
Immagino che il Core Duo Exxxx Extreme Edition (basato su core Conroe) sarà un qualcosa di paragonabile allo Xeon DP 5150
mjordan10 Aprile 2006, 21:23 #9
Magari stavoltà sarà Intel a lanciare una sfida a AMD nel campo server...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^