Microsoft Virtual Server 2005 R2: supporto a Linux

Microsoft Virtual Server 2005 R2: supporto a Linux

Microsoft garantirà pieno supporto ai clienti che installeranno Red Hat e Novell SuSE con Virtual PC

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 17:50 nel canale Programmi
Microsoft
 

Micosoft ha da poco annunciato pieno supporto ai propri clienti che intendono installare Red Hat e Novell SuSE con Virtual Server 2005 R2, software che consente la creazione di più virtual machine sulla medesima machina fisica. Microsoft ha sviluppato alcuni appositi tool che intendono semplificare l'installazione di tali distribuzioni linux e ha condotto un lungo piano di testing; l'obiettivo di tali azioni è quello di offrire le sufficienti garanzie di funzionamento ai propri clienti.

Alla LinuxWorld Conference Microsoft ha anche dichiarato che la versione di Windows Vista per applicazioni server integrerà tecnologie per la virtualizzazione; il nome in codice di queste tecnologie è Viridian. L'annuncio odierno di Microsoft conferma l'interesse della società nei confronti delle problematiche legate alla virtualizzazione; in questo interessante segmento sono da tempo impegnati VMware e il progetto open source XEN.

In concomitanza al LinuxWorld Conference è stata annunciata anche la nuova offerta di licensing in merito a Virtual Server 2005 R2: 99 dollari americani per installazioni fino a 4 processori fisici, mentre a 199 dollari è disponibile un'opzione priva di limitazioni.

Fonte: News.com

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
DevilsAdvocate03 Aprile 2006, 18:00 #1
Qualcosa mi sfugge..... a quale scopo installare una macchina linux all'interno di
una windows? Non si perde il grande vantaggio di poter controllare realmente
quello che windows fa in rete (facendo passare il windows tramite bochs,qemu o
VMWare e poi da iptables)?
Oppure e' anche qua un discorso di TPM?
share_it03 Aprile 2006, 18:01 #2
E a che cosa serve se costa più caro e ci perdo di sicuro in stabilità?
DevilsAdvocate03 Aprile 2006, 18:30 #3
Originariamente inviato da: share_it
E a che cosa serve se costa più caro e ci perdo di sicuro in stabilità?

In teoria hai il supporto commerciale (si, c'e' il rischio che in casi come questo
le assistenze tecniche dei due prodotti (Microsoft e ResHat/Suse) giochino a rimpallarsi
gli utenti ma a quel punto per sapere di chi e' realmente il problema basta installare
il sistema operativo linux su un'altra macchina/partizione senza il programma di
virtualizzazione e vedere se li' da lo stesso problema..... ).
Quincy_it03 Aprile 2006, 20:07 #4
Ehm... [I]Micosoft ha da poco annunciato pieno supporto [cut][/I].
bist04 Aprile 2006, 01:22 #5
Originariamente inviato da: share_it
E a che cosa serve se costa più caro e ci perdo di sicuro in stabilità?

A parte che non è detto, serve ad esempio a limitare i costi usando una sola macchina fisica. Prendi ad esempio 3 server che non vengono mai usati a pieno carico, li metti virtuali su un solo server fisico e distribuisci il carico come vuoi, in più hai tutte le comodità della virtualizzazione come ad esempio fare il backup in un'unico filettone ecc. (almeno questo si può fare con VMWare Workstation/Server, Virtual Server non l'ho mai usato).
cagnaluia04 Aprile 2006, 08:37 #6
io credo che la virtualizzazione sia utilissima... a patto di avere un "gestore virtuale" perfetto.

Poi la se la "base" non piace... questo è un altro discorso.
Il prossimo passo sarà quello di non avere piu una "base"........ e mi pare IBM stia lavorando in questa direzione.


e' utilissima perchè si possono far coesistere sistemi operativi e servizi sugli stessi ben distinti dagli altri. Facilitando la gestione, il backup e il ripristino immediati.
liviux04 Aprile 2006, 10:05 #7
Se non ricordo male, i Viridian erano degli esseri dell'universo di Star Trek che rubavano gli organi teletrasportandoli dal corpo delle loro vittime per rappezzare i propri corpi che cadevano a pezzi. Molto ironico. Scommetto che il nome commerciale finale sarà ben diverso
coschizza04 Aprile 2006, 10:41 #8
Originariamente inviato da: liviux
Se non ricordo male, i Viridian erano degli esseri dell'universo di Star Trek che rubavano gli organi teletrasportandoli dal corpo delle loro vittime per rappezzare i propri corpi che cadevano a pezzi. Molto ironico. Scommetto che il nome commerciale finale sarà ben diverso


quelli si chiamavano Vidiiani non Viridian !!!!!!

http://www.hypertrek.info/index.php...ni?&ndx=142

mitico Star Trek !
mjordan10 Aprile 2006, 21:18 #9
Originariamente inviato da: coschizza]quelli si chiamavano Vidiiani non Viridian !!!!!!

[url]http://www.hypertrek.info/index.php/spvidiiani?&

mitico Star Trek !


Ah ecco. No perchè sennò c'era veramente da ridere...
mjordan10 Aprile 2006, 21:18 #10
Originariamente inviato da: cagnaluia
io credo che la virtualizzazione sia utilissima... a patto di avere un "gestore virtuale" perfetto.

Poi la se la "base" non piace... questo è un altro discorso.
Il prossimo passo sarà quello di non avere piu una "base"........ e mi pare IBM stia lavorando in questa direzione.


e' utilissima perchè si possono far coesistere sistemi operativi e servizi sugli stessi ben distinti dagli altri. Facilitando la gestione, il backup e il ripristino immediati.


Anche molto di nicchia però, come utilizzo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^