Socket LGA 1700 per le CPU Alder Lake, la conferma di Intel

Socket LGA 1700 per le CPU Alder Lake, la conferma di Intel

Alcuni documenti di Intel confermano le indiscrezioni dei mesi precedenti: le CPU Alder Lake desktop richiederanno il nuovo socket LGA 1700, successore dell'attuale LGA 1200. Le nuove CPU dovrebbero essere le prime soluzioni desktop di Intel a supportare le DDR5.

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Processori
IntelCore
 

Dopo il socket LGA 1200, compatibile con le attuali CPU Core di decima generazione e con le prossime soluzioni Rocket Lake di undicesima generazione, toccherà al socket LGA 1700 rappresentare le fondamenta delle nuove piattaforme desktop di casa Intel. L'indiscrezione non è nuova, risale a qualche mese fa e poi era stata ulteriormente rafforzata da nuove fughe di notizie, ma ora c'è la "bolla papale" di Intel.

In verità la casa di Santa Clara non si è espressa con una dichiarazione chiara e limpida, non è nel suo "costume", ma la conferma è arrivata da alcuni documenti pubblicati sul proprio sito con riferimenti inequivocabili.

Alder Lake dovrebbe rappresentare la dodicesima generazione di CPU Core e secondo indiscrezioni potrebbe avere un inedito design, almeno per una piattaforma desktop, basato su architettura "mista", con core ad alte prestazioni e a basso consumo, in modo simile al progetto big.LITTLE di ARM, o come fatto recentemente dalla stessa Intel con Lakefield, anche noto come Core Hybrid.

Si vocifera che al centro di Alder Lake, che potrebbe anche rappresentare la prima CPU a 10 nanometri di Intel, ci saranno core Golden Cove (alte prestazioni) e Gracemont (bassi consumi), con tanto di supporto alle memorie DDR5. Alder Lake potrebbe offrire fino a un massimo di 8 core ad alte prestazioni e altrettanti a basso consumo.

Tra l'altro, mentre l'incarnazione di Alder Lake per il comparto desktop prende il nome di Alder Lake-S, nella documentazione si menziona anche Alder Lake-P, una soluzione inedita. Speculazioni portano a pensare si tratti di un chip per base station 5G di futura generazione, ma non vi è alcuna certezza.

Quanto al socket LGA 1700, precedenti indiscrezioni affermavano che potrebbe essere un socket di lunga durata, almeno per gli standard di Intel, con tre generazioni di CPU supportate. Quanto alla data di arrivo sul mercato delle nuove piattaforme e CPU Alder Lake, si vocifera di fine 2021 o inizio 2022, ma anche in questo caso è un'ipotesi.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
300027 Giugno 2020, 15:56 #1
Oh Mamma mia... mi rifiuto di mettere nel PC una CPU big.LITTLE... non è un cellulare! Mi sa che mi toccherà continuare con le CPU di fascia superiore senza grafica integrata, sperando che non implementino anch'esse questa oscenità dei 2 tipi di architetture per i Core. Si concentrassero piuttosto a ridurre il consumo facendo lavorare singolarmente i Core! Ma pensa te...
AMD come si comporterà al riguardo?
Gringo [ITF]27 Giugno 2020, 18:56 #2
Oh Mamma mia... mi rifiuto di mettere nel PC una CPU big.LITTLE... non è un cellulare!

....talmente brutta come soluzione che Apple abbandona x86 proprio perchè Manca questa tipologia di approccio, di fatto a me schiferebbe proprio avere una CPU che quando gioco può consumare volendo 500W con Crysis in 8K a 120fps e magari quando vado a dormire ne consuma soli 16w o meno per gestire un micro server per la gestione dei flussi dati sulla rete di casa o per scaricare dalla rete di notte, quello che invece schifa è l'ennesimo nuovo socket per non aver progettato meglio la cosa, potevano uscirsene con adattamento all'LGA2066 e magari diferenziare solo i processori arrivando da 4 fino a 64 core.
Invece una LGA1700 che è appena sufficiente per 16 processori 8+8.

noppy127 Giugno 2020, 23:31 #3
non vedo la necessità di fare un BIG.little su Desktop , abbassare le frequenze di un core e implementare lo spegnimento di quelli non utilizzati ( con policy programmabili a seconda delle esigenze ) dovrebbe essere piu che sufficcente dal Desktop in su.
demon7727 Giugno 2020, 23:34 #4
Mah.. un approccio di questo tipo mi pare più sensato su CPU per notebook.
In ambito desktop direi che le priorità sono altre.. già il clock variabile è una soluzione più che buona in questo senso.
cdimauro28 Giugno 2020, 07:42 #5
Infatti: è un toccasana sul mobile / notebook, ma non ha senso su desktop.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^