Megaupload 2.0 conterrà il database originale con i file degli utenti

Megaupload 2.0 conterrà il database originale con i file degli utenti

Kim Dotcom continua a offrire dettagli sul nuovo servizio di file-sharing che farà resuscitare Megaupload. Il debutto è previsto per gennaio 2017

di pubblicata il , alle 11:00 nel canale Web
 

A poche ore dai post pubblicati su Twitter Kim Dotcom è tornato a parlare del suo nuovo progetto. L'eccentrico informatico milionario in lotta per l'estradizione negli Stati Uniti per molteplici capi d'accusa ha iniziato ad offrire qualche dettaglio in più sul reboot di Megaupload. La nuova versione, attesa al debutto per l'anniversario del raid che ha costretto alla chiusura del leggendario servizio, avrà il database con tutti i file degli utenti andato perduto del servizio originale.

Ad oggi è noto come "Megaupload 2.0" e verrà lanciato a cinque anni dalla chiusura dell'originale nel gennaio 2017. Dopo aver aggirato le richieste della giustizia americana a più riprese, e dopo una piccola incursione (quasi) legittima nel mondo del file-sharing che aveva ampiamente esplorato anni addietro, Dotcom torna a fare parlare di sé. E a differenza di Mega i nuovi annunci sono assolutamente controversi, scontrandosi con le direttive imposte anni fa dalle autorità statunitensi.

Al momento in cui scriviamo i dettagli sulla nuova creatura di Kim Dotcom sono scarsissimi, e quelli che conosciamo li ha confermati lo stesso creatore: Megaupload 2.0 offrirà 100GB di spazio gratis ai propri utenti, sincronizzazione con ttuti i dispositivi e non ci saranno limiti di grandezza per i trasferimenti provenienti dagli abbonamenti gratuiti. Non mancherà infine il supporto per la crittografia on-the-fly su tutto quello che passerà sul servizio per la massima sicurezza.

Ma la caratteristica più importante è forse quella che il milionario ha annunciato ancora una volta su Twitter, ovvero la presenza di tutti i file andati apparentemente perduti con il raid all'originale Megaupload. Kim Dotcom non è mai stato troppo fedele agli obblighi previsti dalle leggi statunitensi, tuttavia vuole mostrarsi fedele ai propri utenti. Moltissimi infatti avevano perso file sensibili in seguito ai raid sofferti da Megaupload anni fa, ma pare che questi utenti avranno la possibilità di averli.

Ad oggi non è chiaro come Dotcom riuscirà a rilasciare questi file, ma se ci riuscisse sarebbe un traguardo di grande importanza. L'informatico potrebbe infatti catturare le attenzioni di circa 100 milioni di utenti del vecchio Megaupload, e un lancio con questi numeri si tradurrebbe in un successo impressionante. Anche solo l'1 o il 2% dei 100 milioni di utenti traditi 5 anni fa da Dotcom rappresenterebbe un successo importante per qualsiasi servizio di file-sharing.

"Megaupload 2.0 sarà la piattaforma di lancio di MegaNet", ha dichiarato Dotcom su Twitter. "Assicuriamoci che abbia una base d'utenza corposa prima". L'esca, insomma, è stata lanciata. Staremo a vedere quanti dei 100 milioni dei potenziali pesci abboccheranno.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
danieleg.dg11 Luglio 2016, 12:09 #1
Ripristina il database degli utenti, non quello dei file...
kernelex11 Luglio 2016, 12:21 #2
Ma quanto potrebbe funzionare ancora un servizio come megaupload? Il web e l'utenza mi pare cambiata tantissimo.
Italia 111 Luglio 2016, 12:32 #3
100GBgratis e senza registrazione... Che chiedere di piu ?
kernelex11 Luglio 2016, 12:47 #4
Originariamente inviato da: Italia 1
100GBgratis e sena registrazione... Che chiedere di piu ?


E se per qualche illecito chiudono nuovamente il servizio? I tuoi dati che fine fanno?

Credo la sua notorietà era dovuta più alla pirateria che al cloud.
Notturnia11 Luglio 2016, 13:32 #5
mi viene da ridere pensando che qualcuno affidi dati sensibili ad un tipo come questo che ha fatto i soldi con la pirateria e lo ha sempre fatto sapere a tutti..

ma neanche le foto del compleanno del mio gatto le metto su un servizio gestito da uno che può finire in carcere anche domani e far perdere tutto come ha già fatto tempo fa..

nascondersi dietro ad un dito per dire che non sapeva che la gente caricasse cose illegali è difficile quando pesi 200 kg... inoltre nel 2016 servizi di hosting e cloud affidabili esistono per cui.. perchè mettere le proprie cose in mezzo a quelle rubate ?.. quando confiscano confiscano tutto mica perdono tempo a vagliare miliardi di file per capire se sono legali o meno..
NoX8311 Luglio 2016, 13:57 #6
Originariamente inviato da: kernelex
Ma quanto potrebbe funzionare ancora un servizio come megaupload? Il web e l'utenza mi pare cambiata tantissimo.


A me non così tanto. Oggi si "strimma" e MegaVideo era all'avanguardia in quello. E molti files oggi sono sugli host, cosa che già accadeva con Megaupload. Se per "cambiata tantissimo" intendi dire che si usano di più i servizi legali, ciò non toglie che quelli illegali tirano ancora per la maggiore.

Originariamente inviato da: kernelex
E se per qualche illecito chiudono nuovamente il servizio? I tuoi dati che fine fanno?

Credo la sua notorietà era dovuta più alla pirateria che al cloud.


E tanto basta
Pier220411 Luglio 2016, 14:14 #7
A mister Ciccio non affiderei neanche le foto scattate in terra per provare la macchina fotografica,
a meno che dietro il nome Megaupload e Kim Dotcom si nascondano ben altre realtà che sfruttano la sua notorietà....

Ormai ne ho viste di ogni...
biometallo11 Luglio 2016, 14:43 #8
Originariamente inviato da: danieleg.dg
Ripristina il database degli utenti, non quello dei file...

In effetti la fonte linkata nell'articolo recita solo:

Surprise: Most Megaupload accounts will be reinstated with Premium privileges on the new Megaupload. 100m users on day 1. Expect an email


La storia dei file recuperati da dove salta fuori?
Nightingale11 Luglio 2016, 18:13 #9
Originariamente inviato da: digik
da qualche parte ho letto che questo kim dotcom è uno dei più bravi programmatori al mondo, autore di più del 98% del codice di linux che attualmente si usa in tutti i dispositivi.


Sì, è vero.
Ha avuto anche tre nominations agli oscar come miglior attore; cinque golden globe, ed un nobel per la pace.
Sembra stia contribuendo anche alle ricerche per l'antibiotico resistenza.
fano11 Luglio 2016, 18:44 #10
Ragazzi io sinceramente non saprei nemmeno se fidarmi è davvero lui o c'è dietro il "nemico"? Che si segna tutti gli IP per benino? Non è la prima volta che un servizio P2P sparisce e poi ritorna sotto il controllo delle Major!

Poi non era già tornato con Mega? O non era roba sua?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^