Apache Software Foundation accoglie Google Wave

Apache Software Foundation accoglie Google Wave

Torna a splendere il sole su Google Wave: ora se ne occuperà Apache Software Foundation

di pubblicata il , alle 12:14 nel canale Web
Google
 

Torna nuovamente a splendere il sole su Google Wave, il progetto di community collaboration realizzato dal gigante di Mountain View: dopo la brusca sospensione dei lavori di agosto, Apache Software Foundation ha deciso che darà un'altra possibilità a questo incompreso servizio.

In accordo con quanto riportato sulla pagina Wiki del progetto, Google Wave è stato ribattezzato in Wave in a Box - WIAB - ed attualmente si trova in fase di incubazione; ogni progetto di Apache Software Foundation deve passare attraverso questa fase intermedia, in modo tale che la fondazione abbia il  tempo di valutare i requisiti legali del codice ed organizzare il progetto in modo che funzioni come una comunità.

I primi passaggi da compiere per portare avanti il progetto consisteranno nel far migrare il codice sorgente di WIAB da code.google.com verso i server di Apache e fare in modo che sia possibile continuarne lo sviluppo servendosi degli strumenti messi a disposizione dalla fondazione.

Sarà altresì fondamentale trovare altre persone che intendano lavorare al progetto: inizialmente il nucleo di sviluppatori che si occuperà di WIAB sarà costituito da un numero ristretto di persone, alcune delle quali provenienti da Google, ma in futuro giungeranno rinforzi da parte di altre compagnie, come ad esempio Novell (ricordiamo che è stata recentemente acquisita da Attachmate).

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Fyrad24 Novembre 2010, 12:55 #1
Sono felice di questa notizia, Wave era ed è effettivamente un servizio molto utile per tutti coloro che devono scrivere "congiuntamente" un qualsiasi tipo di scritto (di tipo tradizionale o ipermediale) pur trovandosi a distanza. Brava Apache!
Pikazul24 Novembre 2010, 14:18 #2
Son felice anche io, Wave era una boccata d'aria fresca ma aveva il grande problema di non essere facilmente integrabile con nessuna delle piattaforme di servizi già esistenti. Se si riuscisse a introdurre il suo protocollo e le sue tecnologie direttamente nei siti di oggi potrebbe - silenziosamente - cambiare il modo in cui comunichiamo sul web.
Master Mystery27 Novembre 2010, 11:19 #3
Il "problema" di wave è l'essere troppo rivoluzionario, perchè la massa oramai abituata agli ottimi e collaudati forum di vbulletin o phpbb, dai blog ai newsgroup fino a twitter, non gli serviva un ulteriore, seppur fantastico, servizio di comunicazione, che di per se ha le potenzialità oltre di sostituire i sistemi sopra elencati, anche la web mail. Ma qui, gmail funziona già egregiamente ed è fantastica.

Quindi "grazie Google" per aver creato questo fantastico software con codice aperto, perchè si potrà integrare in altre soluzioni.

Ad esempio, io spero vivamente che il sistema di scrittura in real time, oltre che la possibilità di collaborazione nella stesura di un testo relativo alla scrittura di un qualcosa o alla creazione di un codice di programmazione, sia comunque integrato in gmail, o magari anche nei nostri forum.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^