L'informatica è in lutto: è morto 'Corby', l'inventore della password

L'informatica è in lutto: è morto 'Corby', l'inventore della password

Fernando Corbató è morto all'età di 93 anni lasciando la moglie Emily e le due figlie Carolyn e Nancy. È considerato l'inventore della password e di molti altri sistemi utilizzati in informatica ancora oggi

di pubblicata il , alle 18:21 nel canale Sicurezza
 

Il mondo della sicurezza informatica ha perso venerdì scorso uno dei suoi fondatori e più importanti esponenti. Fernando Corbató "Corby", considerato l'inventore della password nei computer, è deceduto all'età di 93 anni. Il ricercatore del MIT ha ideato il concetto di account utente quando ha realizzato il suo Compatibile Time-Sharing System, che consentiva a più persone di utilizzare contemporaneamente lo stesso computer.

Nel 2014 Corbató aveva dichiarato in un'intervista che all'epoca era necessario stabilire concetti come "compartimentalizzazione" e privacy di base, ma il sistema di account e password è stato fondamentale per lo sviluppo dell'informatica e di internet, dando forma ai primi sistemi rudimentali di sicurezza digitale. Corbató ha contribuito anche allo sviluppo di altri sistemi importanti nel mondo informatico: CTTS ha ridotto drasticamente i tempi di attesa rendendo la tecnologia più pratica, il sistema di time-sharing di Multics ha poi gettato le basi per sistema operativi futuri come Linux, con controlli per la privacy più capillari, file-system gerarchico e altre funzionalità che oggi sono date per scontate.

Corbató è stato anche di grande ispirazione per il MIT nel lancio del Project MAC, ovvero il precursore del Laboratory for Computer Science che poi si è fuso con il MIT Artificial Intelligence Lab creando il Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory (CSAIL). Quest'ultimo è ancora attivo, al suo interno lavorano 600 ricercatori circa ed è una fonte estremamente importante per lo sviluppo di molte tecniche di Intelligenza Artificiale che vedremo probabilmente diffondersi nel prossimo futuro.

Negli ultimi anni Corbató ha ammesso che internet ha reso "un incubo" l'uso della password e dei log-in, con l'intero settore che sta cercando di trovare un'alternativa più sicura e conveniente per la protezione da tentativi di scam, frodi e attacchi. Non c'è dubbio però sul fatto che uomini come Corbató siano stati fondamentali per lo sviluppo del mondo informatico così come lo conosciamo oggi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Nicodemo Timoteo Taddeo15 Luglio 2019, 18:30 #1
Redazione sempre sul pezzo, ci son voluti appena tre giorni per dare la notizia
Eress15 Luglio 2019, 18:35 #2
Originariamente inviato da: Nicodemo Timoteo Taddeo
Redazione sempre sul pezzo, ci son voluti appena tre giorni per dare la notizia

Sempre meglio 3 che 30!
emanuele8316 Luglio 2019, 06:48 #3
Sai come è: c'è il prime day, amazon stacca gli assegni e fa violare il codice deontologico ad ogni click!
sertopica16 Luglio 2019, 09:17 #4
Originariamente inviato da: Nicodemo Timoteo Taddeo
Redazione sempre sul pezzo, ci son voluti appena tre giorni per dare la notizia


Magari hanno atteso nell'eventualita' che resuscitasse...
zappy16 Luglio 2019, 09:26 #5
Originariamente inviato da: sertopica
Magari hanno atteso nell'eventualita' che resuscitasse...

il logout in terra è una procedura lenta...
Cmq, in bocca al lupo a Corby per il login in cielo
Phoenix Fire16 Luglio 2019, 10:39 #6
ecco un altro eroe a me sconosciuto
comunque complimenti per la rapidità, peggio anche di un quotidiano cartaceo
domthewizard16 Luglio 2019, 11:19 #7
addio signor 1234 / signor qwerty
biometallo16 Luglio 2019, 11:47 #8
Originariamente inviato da: Nicodemo Timoteo Taddeo
Redazione sempre sul pezzo, ci son voluti appena tre giorni per dare la notizia


Originariamente inviato da: Eress
Sempre meglio 3 che 30!


Originariamente inviato da: Phoenix Fire
comunque complimenti per la rapidità, peggio anche di un quotidiano cartaceo


Prendendo per buono quanto scritto su Punto informatico: "La scomparsa risale al venerdì della scorsa settimana, ma la notizia si è diffusa solo nel weekend" e sappiamo bene che, se anche qualche articolo viene pubblicato di fatto le news il sabato e la domenica sono in pausa, quindi è perfettamente normale che la notizia sia stata data il lunedì, insomma io a questo giro non trovo nulla per cui lamentarmi.
Nicodemo Timoteo Taddeo16 Luglio 2019, 13:11 #9
Il New York Times che non è proprio un foglietto di quartiere misconosciuto l'ha pubblicata il giorno stesso del decesso.

https://www.nytimes.com/2019/07/12/...rbato-dead.html


Se poi qualcuno per scrivere articoli aspetta che appaiano le notizie in altri siti simili, allora ci può stare il ritardo anche di una settimana...
biometallo16 Luglio 2019, 14:32 #10
Originariamente inviato da: Nicodemo Timoteo Taddeo
Il New York Times che non è proprio un foglietto di quartiere

Si ma appunto, sperare che qui le notizie arrivino con la stessa tempestività con cui appaiono sul NYT mi pare inverosimile, che poi andrebbe valutata anche l'ora, dato che quando a NY è pomerigio qui è già notte, per come la vedo il paragone a senso solo con altre testate simili nazionali, e francamente spesso mi capita di leggere notizie che qui arrivano il giorno dopo o peggio.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^