Memorie DDR3 a brand AMD in commercio

Memorie DDR3 a brand AMD in commercio

AMD introduce nel mercato nord americano 3 differenti tipologie di kit memoria DDR3 a proprio brand; specifiche standard e capienza sino a 8 Gbytes

di pubblicata il , alle 08:12 nel canale Memorie
AMD
 

Avevano fatto una fugace apparizione nel mercato giapponese durante la scorsa estate; debuttano ora nel mercato nord americano memorie DDR3 sviluppate da AMD e caratterizzate dal brand Radeon.

I moduli proposti da AMD sono molto simili, per design e soluzioni tecniche, a quanto messo in commercio dalle principali aziende impegnate in questo settore. Troviamo infatti moduli con PCB di altezza standard, ricoperti da un dissipatore di calore passivo. Il target di riferimento è il canale retail, inizialmente quello nord americano, in quanto i moduli vengono commercializzati in una specifica confezione.

memorie_ddr3_amd_radeon_1.jpg (32322 bytes)

I moduli memoria saranno proposti in versioni da 2, 4 oppure 8 Gbytes di capacità con 3 differenti versioni. Entertainment Edition identifica versioni DDR3-1333 con tensione di alimentazione di 1.5V; Performance Edition sono moduli DDR3-1333 oppure DDR3-1600 con tensione di alimentazione variabile tra 1.35V e 1.5V, mentre Radeon Edition sono moduli DDR3-1866 con tensione variabile da 1,5V a 1.65V. Le prime due serie sono disponibili in commercio da ora, mentre i kit Radeon Edition giungeranno solo a inizio 2012.

memorie_ddr3_amd_radeon_2.jpg (14824 bytes)

AMD avvierà la commercializzazione di queste memorie servendosi di due partner specifici: da un lato Patriot Memory, dall'altra VisionTekIl primo sarà responsabile sia della produzione globale che della distribuzione dei moduli in tutto il mondo ed in particolare per quanto ci riguarda in Italia e in EMEA, mentre il secondo gestirà la commercializzazione attraverso il proprio canale retail in tutto il mondo, con il proprio focus principale in Nord America.

Le specifiche tecniche di queste memorie sono tutt'altro che differenti rispetto a quelle di kit simili presenti sul mercato, fatta solo eccezione per la certificazione della piena operatività con le piattaforme AMD. Questi moduli inoltre sono stati sviluppati per la piena integrazione con il software AMD Overdrive, così da permettere di intervenire su numerosi parametri di funzionamento anche in overclock.

In tutta onestà è difficile individuare specifici elementi di peculiarità per queste memorie, soprattutto nel confronto con proposte di brand presenti da tempo nel settore delle memorie DDR3 che possono proporre moduli dalle specifiche tecniche ben più interessanti, per il pubblico degli enthusiast, rispetto a questi marchiati AMD.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Phenomenale30 Novembre 2011, 09:07 #1
...dopo i dissipatori a liquido (ri)marchiati AMD, arrivano le RAM "Radeon memory".
A quando gli alimentatori "Radeon Power" ?
II ARROWS30 Novembre 2011, 09:35 #2
E i tempi di accesso?
unnilennium30 Novembre 2011, 10:11 #3
bah.. avrebbero avuto senso l'anno scorso, con quel ceh ci voleva a trovare ram che andassro su amd senza dovfer rilassare i timings per farle andare giuste, visto che le testavano solo su piattaforma intel.. ora mi pare che la situazione sia migliorata, le mie vengeance vanno bene a 1866 con i timings di fabbrica e 1.5v senza problemi... e non credo di essere l'unico, queste qui se le possono anche tenere.
DerRichter30 Novembre 2011, 10:42 #4
Vabbè, i fanboy esistono sempre, IMHO venderanno ed anche molto.
abla30 Novembre 2011, 11:00 #5

Il cerchio si chiude?

Non ricordo quanti anni fa (paiono secoli nel mercato hw) ma la piattaforma Spider si proponeva come computer da gioco assemblato completamente su base AMD.
Almeno in linea teorica. Quindi in un certo senso il cerchio si chiude, avendo CPU-Mobo-Ram-Scheda Video completamente a brand amd.
Forse il cerchio si chiuderebbe veramente se sviluppassero delle soluzioni Windows ottimizzate per AMD platform. In tal caso la mossa seguirebbe la politica Apple ma a livello marketing credo possa essere una buona mossa: proporre pc da 500€ per fare concorrenza alle console.
Il messaggio proposto dall'azienda dovrebbe essere "Le potenzialità di una console con la versatilità di un pc" tanto per fare un esempio.
Il targhet sarebbe appunto i clienti dei centri commerciali che vogliono comprarsi una scatola e non avere pensieri sul come farla funzionare al meglio.
Dopotutto Llano, Trinity, Brazos etc. non sono ottimali per HTPC?
Spero AMD acquisti quote di mercato in questa fascia, così si ripiglia un po' e può migliorare ricerca/progettazione/produzione di hw.
Il tutto IMHO.

OT: fusion Brazos e sviluppi futuri sono stati sospesi solo per quanto riguarda ai note/netbook?
RAMsterdam30 Novembre 2011, 13:43 #6
Se riescono a venderle con un buon rapporto qualità prezzo ben vengano. Magari potranno sfruttare parte dei ricavi per riprendersi sul lato cpu, in questo momento hanno bisogno di soldi
Therinai30 Novembre 2011, 19:34 #7
ma infatti vediamo i prezzi e poi si valuta...
Trudi_smashdream02 Dicembre 2011, 17:30 #8
Onestamente non mi spiego i commenti di disappunto.
Se è vero che nel mercato più concorrenza c'è più il mercato "cresce" (diminuzione costi prodotti, maggior ricavi per la ricerca ecc...) ogni brand nuovo che si aggiunge dovrebbe essere comunque positivo, no?
E comunque AMD si occupa di informatica, per cui ha tutto il diritto, se vuole, di produrre RAM e, come ho letto poco più su, Power Supply e chi più ne ha più ne metta.
Detto questo, se i prezzi saranno buoni e concorrenziali secondo me hanno buone possibilità di vendere bene.
unnilennium02 Dicembre 2011, 22:08 #9
Originariamente inviato da: Trudi_smashdream
Onestamente non mi spiego i commenti di disappunto.
Se è vero che nel mercato più concorrenza c'è più il mercato "cresce" (diminuzione costi prodotti, maggior ricavi per la ricerca ecc...) ogni brand nuovo che si aggiunge dovrebbe essere comunque positivo, no?
E comunque AMD si occupa di informatica, per cui ha tutto il diritto, se vuole, di produrre RAM e, come ho letto poco più su, Power Supply e chi più ne ha più ne metta.
Detto questo, se i prezzi saranno buoni e concorrenziali secondo me hanno buone possibilità di vendere bene.


i prezzi delle ram sono tutti concorrenziali, adesso... queste ram avevano senso due anni fa, quando sono usciti i phenom, ed avevano problemi ad andare con gli stessi timings delle ram certificate intel... allora sarebbero servite, adesso vanno tutte bene, non c'è tanto bisogno di ram amd... cmq sono belle, e anche valide, venderanno sicuramente... ma come le altre non saprei...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^