Prime specifiche per il processore Ryzen Threadripper 2990X, la CPU a 32 core

Prime specifiche per il processore Ryzen Threadripper 2990X, la CPU a 32 core

Si avvicina il debutto della prima CPU AMD dotata al proprio interno di ben 32 core, destinata ai sistemi desktop di fascia più alta rivolti ai professionisti e ai più appassionati

di pubblicata il , alle 10:41 nel canale Processori
AMDRyZenThreadripper
 

Sono trascorse due settimane dalla dimostrazione, tenuta da AMD al Computex di Taipei, del primo processore della famiglia Ryzen Threadripper dotato al proprio interno di ben 32 cores che operano in parallelo.

Il nome di questo modello dovrebbe essere quello di Ryzen Threadripper 2990X, con caratteristiche tecniche molto interessanti in virtù del così elevato numero di core integrati. Basati su tecnologia produttiva a 12 nanometri, al pari delle proposte Ryzen di seconda generazione, i processori Ryzen Threadripper di seconda generazione verranno ufficialmente presentati sul mercato nel corso del terzo trimestre 2018.

Grazie al report pubblicato dal sito HKepc scopriamo come la versione a 32 core abbia frequenza di base clock pari a 3,4 GHz, con un dato di boost clock che raggiunge la soglia di 4 GHz. La tecnologia Precision Boost permette di spingersi di 200 MHz più in alto, ovviamente a condizione che vi sia un solo core utilizzato.

ryzen_threadripper_2990x.jpg

Tra le restanti caratteristiche tecniche riportate segnaliamo 16 Mbytes di cache L2 e 64 Mbytes di cache L3, valori raddoppiati rispetto a quelli del modello Ryzen Threadripper 1950X dotato di 16 core al proprio interno. Per mantenere una così elevata frequenza di clock pur con ben 32 cores AMD ha aumentato il TDP di questo processore, portandolo a 250 Watt contro i 180 Watt delle precedenti versioni.

Ciò nonostante, viene indicata piena compatibilità con le schede madri TR4 al momento disponibili in commercio, previo ovviamente aggiornamento del bios. I produttori di schede madri non tarderanno a presentare nuovi modelli, presumibilmente dotati di circuiterie di alimentazione ancora più sofisticate rispetto a quelle attualmente in uso, ma sembra confermata la compatibilità piena dei processori Ryzen Threadripper di seconda generazione anche con le schede madri ora disponibili in commercio.

AMD dovrebbe presentare anche una versione di processore Ryzen Threadripper con architettura a 24 core, modello che del resto è stato oggetto di una delle dimostrazioni effettuate al Computex. In questo caso il nome dovrebbe essere quello di Ryzen Threadripper 2970X ma non se ne conoscono ancora le specifiche dettagliate.

Sono stati anche eseguiti alcuni test in overclock servendosi di un sistema di raffreddamento a liquido di tipo integrato sviluppato da Corsair, modello H150i Pro. La risultante è stato il mantenimento della frequenza di clock stabile sino a 4,12 GHz per tutti e 32 i core, un risultato indubbiamente molto interessante che spinge ulteriormente le prestazioni in alto.

E' presumibile che il lancio commerciale di questi processori possa avvenire nel corso del mese di agosto, esattamente 1 anno dopo il lancio della prima generazione di CPU Ryzen Threadripper.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

52 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bonzoxxx20 Giugno 2018, 11:08 #1
Mica male.. 250W di TDP per un 32 core è tanta roba
Rubberick20 Giugno 2018, 11:19 #2
Però temo che siano alti.. nel senso non mi dispiacerebbe pensarla in sostituzione al 1950x, ma credo che il dissy noctua 14 tr4 cominci ad essere poco per raffreddarlo e di mettere dissy a liquido non se ne parla..

Forse se l'anno prox ancora tirano fuori la versione aggiornata a 180W di TPD se ne può parlare..

Dite che i 70W di tdp tra il 1950x e il 2990x sono troppi per essere gestiti dallo stesso dissy ?
bonzoxxx20 Giugno 2018, 11:26 #3
Originariamente inviato da: Rubberick
Però temo che siano alti.. nel senso non mi dispiacerebbe pensarla in sostituzione al 1950x, ma credo che il dissy noctua 14 tr4 cominci ad essere poco per raffreddarlo e di mettere dissy a liquido non se ne parla..

Forse se l'anno prox ancora tirano fuori la versione aggiornata a 180W di TPD se ne può parlare..

Dite che i 70W di tdp tra il 1950x e il 2990x sono troppi per essere gestiti dallo stesso dissy ?

Dipende da quanto il noctua riesce a smaltire, intendo come valore di fabbrica: ancorché si tratti di un OTTIMO dissinad aria, credo che 250w di TDP sia troppo per lui, meglio un buon AIO.

Edit: sembra, leggendo varie recensioni, che le prestazioni del noctua siano allineate a quelle degli AIO (bench realizzati su 1950X) per cui probabilmente ce la fa. Andrei cmq su un buon AIO IMHO
nickname8820 Giugno 2018, 11:38 #4
Gran processore se sfruttato
quartz20 Giugno 2018, 11:39 #5
Sono curioso di sapere a che prezzo proporranno il modello da 32 core, nonche' i modelli con meno cores.

Magari fanno:

2990X - 32 cores 1400 $
2970X - 24 cores 1100 $
2950X - 16 cores 800 $


Voi che ne dite?
gigioracing20 Giugno 2018, 11:51 #6
Penso an ne 2000 2500 € che sarebbero sempre pochi considerato che intel con 2000€ vi da il 7980xe 18 core
nickname8820 Giugno 2018, 11:52 #7
con una piattaforma desktop anche mATX in pratica ora è possibile con un solo chip realizzare un server in grado di fornire terminali virtuali a una trentina di dipendenti.
In pratica una piccola sede.
demon7720 Giugno 2018, 11:55 #8
Nerdisticamente parlando è fighissimo.
Buono il TDP di 250 watt per tutti quei cores ma resta il fatto che sono 250. Mica pochi.
Per raffreddarlo a dovere o ci metti un dissi ad aria di tre kg o o un kit a liquido co radiatore a doppia ventola..

Resta il fatto che si parla di cpu da desktop co caratteristiche che un paio di anni fa potevi trovare solo in un server che gestisce centinaia di processi.
Sfruttarla a dovere è quasi impossibile..
demon7720 Giugno 2018, 11:57 #9
Originariamente inviato da: nickname88
con una piattaforma desktop anche mATX in pratica ora è possibile con un solo chip realizzare un server in grado di fornire terminali virtuali a una trentina di dipendenti.
In pratica una piccola sede.


In effetti è uno degli usi che mi ero immaginato..
Poi però mettici che comunque sia devi prendere un mini pc a tutti per connettersi al server.. tantovale prendee trenta pc normali ed un nas.
Rubberick20 Giugno 2018, 12:00 #10
Originariamente inviato da: demon77
Sfruttarla a dovere è quasi impossibile..


Purtroppo questo è per colpa di chi scrive software da cani..

Prenqui qualsiasi applicazione di multimedia e fanno tutto single core..

Solo su qualche render le cose sono mandate in multicore.. ma questo è sbagliato..

Buono che delle cose si stiano muovendo, vedi firefox che usa più processi insieme.. su certi siti è una manna!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^