Huawei, arriva la smentita ufficiale: l'azienda è disposta a tornare ai Google Mobile Services

Huawei, arriva la smentita ufficiale: l'azienda è disposta a tornare ai Google Mobile Services

Huawei ha prontamente smentito il commento rilasciato giovedì Fei Wang, dichiarando di essere aperta a ritornare ai Google Mobile Services sui propri dispositivi mobile.

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Telefonia
Huawei
 

Huawei è ancora aperta all'uso dei Google Mobile Services, e a rivelarlo è la stessa compagnia attraverso una nota ufficiale. La notizia arriva come smentita al commento rilasciato da un dirigente dell'azienda (l'avevamo trattata qui), Fei Wang, secondo il quale Huawei non sarebbe stata interessata a utilizzare nuovamente i Google Mobile Services neanche se gli USA avessero rimosso il nome dell'azienda dalla cosiddetta entity list.

Sebbene il commento del dirigente sembrasse perentorio, l'affermazione è già stata smentita dalla società: "La nostra prima scelta è l'ecosistema Android aperto, fra cui i Google Mobile Services", ha dichiarato un portavoce dell'azienda a TheVerge. "I GMS ci hanno permesso di diventare il produttore numero due al mondo in termini di consegne".

Stando ai termini del ban Huawei può utilizzare il core di Android, sviluppato da Google ma offerto senza licenza, ma non tutti i servizi proposti con licenza dall'azienda americana. Fra questi i Google Mobile Services che, fra i tanti, includono anche Google Play Store. Huawei ha quindi sviluppato in tempi record una soluzione alternativa, nota come Huawei Mobile Services, invitando tutti gli sviluppatori a passare all'ecosistema proprietario.

Nel mondo occidentale utilizzare uno smartphone privo di Google Mobile Services potrebbe essere percepito come una grossa limitazione, così come lo è stato per Huawei Mate 30 Pro (il primo flagship arrivato in commercio senza i servizi Google). Il portavoce di Huawei ha inoltre dichiarato che Huawei Mobile Services è un'iniziativa che "ha suscitato parecchio interesse in Europa" e che "è bene ricordare che Huawei è stato uno dei principali motori del successo di vendita del sistema operativo Android negli ultimi cinque anni".

L'entity list americana non è limitata solo agli smartphone e al sistema operativo Android, ma è estesa a diverse aree del mercato. Fra queste anche la fornitura di infrastrutture di rete mobile, con il 5G - su cui Huawei ha investito parecchio - che rappresenta oggi una grande possibilità di guadagno per i nomi del settore. In questo particolare ambito Huawei ha ricevuto segnali d'apertura proprio in questi giorni da parte di UK ed Europa.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickname8831 Gennaio 2020, 15:22 #1
Giusto che stiano così ! Al guinsaglio !
ToroXp31 Gennaio 2020, 15:33 #2
Originariamente inviato da: nickname88
Giusto che stiano così ! Al guinsaglio !


sarebbe anche giusto comprarsi un vocabolario.
filippo198031 Gennaio 2020, 16:37 #3
@ToroXp: Ottima risposta asd

Comunque secondo me la smentita è arrivata in seguito a reazioni negative (non avendo dati per confermarlo non ne posso essere sicuro però e la vedo come una di quelle cose che domani potrebbe essere di nuovo smentita senza preoccuparsi di doversi giustificare IMHO
Lo dimostra il fatto stesso che da una parte dicono che non rinunceranno ai servizi made in Google e dall'altra che i corrispettivi casalinghi stanno avendo successo anche in occidente! Lasciano chiaramente aperte entrambe le strade IMHO
zoomx31 Gennaio 2020, 19:29 #4
Ma se uno poi velesse installare questi benedetti servizi può o non può?
frank808502 Febbraio 2020, 14:32 #5

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^