Debutta sul mercato Radeon Duo Pro, la scheda per chi sviluppa in VR

Debutta sul mercato Radeon Duo Pro, la scheda per chi sviluppa in VR

AMD rende disponibile sul mercato, attraverso i propri partner OEM produttori di sistemi, la scheda Radeon Pro Duo: due GPU della famiglia Fiji montate su singolo PCB, per chi sviluppa soluzioni legate alla realtà virtuale

di pubblicata il , alle 17:13 nel canale Schede Video
HBMAMDFuryRadeonVirtual reality
 

In occasione del GDC, fiera incentrata sul mondo degli sviluppatori di videogiochi che si è tenuta a San Francisco lo scorso mese di Marzo, AMD ha mostrato ufficialmente la propria nuova proposta top di gamma della famiglia Radeon. Parliamo del modello Radeon Pro Duo, scheda che abbina due GPU della famiglia Fiji su singolo PCB e che viene proposta dall'azienda americana quale soluzione di riferimento per tutti coloro che sviluppano soluzioni legate alla realtà virtuale e che per questo motivo necessitano della massima potenza di elaborazione possibile.

Radeon Pro Duo debutta ufficialmente sul mercato quest'oggi, forte di due GPU della famiglia Fiji dotate ciascuna di 4.096 stream processors e di un quantitativo di memoria video HBM, High Bandwidth Memory, pari a 4 Gbytes. Di fatto questa scheda corrisponde, per specifiche tecniche, a due schede Radeon R9 Nano montate su un singolo PCB: la frequenza di clock raggiunge come massimo il valore di 1 GHz, inferiore di soli 50 MHz rispetto a quanto offerto dalla scheda Radeon R9 Fury-X che è la proposta top di gamma di AMD tra le soluzioni a singola GPU.

radeon_duo_pro_shot_1.jpg

Radeon Pro Duo viene proposta ad un listino ufficiale di 1.499 dollari USA, tasse escluse: è questa una cifra decisamente importante, più elevata di quanto richiesto per una coppia di schede Radeon R9 Fury-X o per una di schede Radeon R9 Nano. Un listino di questo tipo è giustificato dall'unicità di questa proposta, che abbina la potenza di elaborazione di due schede video su un singolo PCB.

Per ottenere questo risultato AMD è ricorsa ad un sistema di raffreddamento a liquido integrato, che prevede un singolo radiatore da 120 millimetri con ventola che raffredda il liquido mandato sui due waterblock, uno per ciascuna GPU, oltre ad occuparsi del calore generato dalla memoria HBM e dalla circuiteria di alimentazione della scheda.

AMD indica per questo prodotto un livello di TDP che è pari a 350 Watt: si tratta di una cifra doppia rispetto ai 175 Watt indicati per la scheda Radeon R9 Nano, modello che di fatto rappresenta per specifiche tecniche la metà di una soluzione Radeon Pro Duo. Tale valore è leggermente superiore a quello che è il consumo massimo tipico delle schede video top di gamma a singola GPU, ma ben inferiore rispetto ai 500 Watt della scheda Radeon R9 295X2 che AMD ha sino ad ora proposto quale propria scheda dual GPU top di gamma.

L'alimentazione vede la presenza di 3 connettori da 8 pin ciascuno: questa scelta permette, sulla carta, di fornire alla scheda sino a 525 Watt di picco (150 Watt da ciascuno dei 3 connettori più 75 Watt dal connettore PCI Express della scheda video), dato che lascia immaginare interessanti margini di overclock per quanto questo non sia un prodotto destinato agli enthusiast ma più ai professionisti della grafica. Le connessioni con i display sono assicurate dalla presenza di 3 porte Display Port, affiancate da una HDMI.

AMD ha fornito alcune indicazioni delle capacità prestazionali di Radeon Pro Duo: +50% rispetto alla concorrente NVIDIA GeForce GTX TItan X e +35% se il paragone è fatto con la scheda Radeon R9 295X2. Riportiamo nella gallery il grafico fornito da AMD, ma preferiamo come sempre affidarci alle nostre prove per verificare effettivamente quali siano le potenzialità di questa scheda. Come tutte le soluzioni a due GPU la scheda Radeon Pro Duo dipende in misura marcata dall'ottimizzazione dei driver, chiamati a gestire al meglio i due chip video facendo in modo che il carico di lavoro scali su entrambi. Anche per questo motivo AMD per prima promuove questa scheda per gli ambiti di realtà virtuale, nei quali ogni GPU è assegnata ad uno dei due display integrati nel visore VR e quindi può essere sfruttata al meglio dall'applicazione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dado197926 Aprile 2016, 17:27 #1
Penso siano bugie da commerciali: sono due R9 Nano e costano come tre R9 Nano.
corvazo26 Aprile 2016, 18:13 #2
Ancora co sta realtà virtuale... sarà un successo? no si sa, ma deve esserlo perché ci hanno investito anche so mare bona e se non compriamo questi cessi di occhiali ci son aziende che chiuderanno baracca e burattini. Quindi cazzari per questo fine anno scolastico cercate di venire promossi con pieni voti e come regalo fatevi aggiornare il computer, è il mercato bull che ve lo chiede!
MrBrillio26 Aprile 2016, 18:36 #3
Ma poi perchè per la VR? Perchè è una dual? Spingono su sta cosa ma non mi pare che ci sia ancora un titolo che sfrutta questa tecnologia o sbaglio? Al momento il CF o lo SLi in VR è inutile..
inited26 Aprile 2016, 18:46 #4
Originariamente inviato da: corvazo
Ancora co sta realtà virtuale... sarà un successo? no si sa, ma deve esserlo perché ci hanno investito anche so mare bona e se non compriamo questi cessi di occhiali ci son aziende che chiuderanno baracca e burattini. Quindi cazzari per questo fine anno scolastico cercate di venire promossi con pieni voti e come regalo fatevi aggiornare il computer, è il mercato bull che ve lo chiede!
A che pro questo livore? E' stato necessario aspettare 25 anni perché la tecnologia potesse rendere attuabili le promesse di questo campo, perché parlare di "ancora"?

Originariamente inviato da: MrBrillio
Ma poi perchè per la VR? Perchè è una dual? Spingono su sta cosa ma non mi pare che ci sia ancora un titolo che sfrutta questa tecnologia o sbaglio? Al momento il CF o lo SLi in VR è inutile..
Prodotti per lo sviluppo, non per l'usufrutto.
MrBrillio26 Aprile 2016, 19:10 #5
Originariamente inviato da: inited
Prodotti per lo sviluppo, non per l'usufrutto.


Ah ok grazie della spiegazione
corvazo26 Aprile 2016, 19:37 #6
Nessun livore, mi diverto a vedere questo pompa-pompa... penso che la maggior parte dei giocatori preferirà aggiornarsi il monitor piuttosto, e che AMD si aggrappi al VR per vendere qualcosa di più in un periodo di magra.


Fabius Bile26 Aprile 2016, 19:38 #7
Originariamente inviato da: dado1979
Penso siano bugie da commerciali: sono due R9 Nano e costano come tre R9 Nano.


2 waterblock + pompa + radiatore mica costano poco, vatti a fare un giro sui siti tipo EK, e vedi che non sono gratis
tuttodigitale26 Aprile 2016, 20:00 #8

è una FIRE PRO

proprio così, con questa scheda sarà possibile installare a scelta driver professionali o da gioco: fonte techreport.
è una scheda unica, e 1500+iva, è un prezzo onestissimo.

edit
anche questa volta, nella news nessun cenno sulla notevole differenza lato driver tra la RADEON PRO e tutte le altre schede consumer, TITAN e FURY comprese.
lucusta26 Aprile 2016, 22:22 #9
in realta' e' il VR che si avvantaggia di soluzioni a doppia scheda, in quanto fai fare rending per singolo occhio a singola scheda (riuscendo cosi' ad arrivare ai fatidici 90fps su QHD).
non lo sfruttano, per ora, i giochi dx12 con UWA (il che e' un controsenso, visto che DX12 nascono proprio per migliorare il multi thread e quindi anche lo sfruttamento di risorse diverse).
pingalep26 Aprile 2016, 23:00 #10
mi rendo conto la soluzione sia per la compatibilità ma dissipare 500w con un radiatore 12x12 mi sembra una soluzione ridicola. in generale per me il radiatore 12x12 o 14x14 singolo è ridicolo, perchè fai meglio con heatpipe e radiatori più grandi.

questa al momento mi sembra la soluzione migliore per lo sviluppo vr, drivers pro, una gpu per occhio, cioè per due monitor che alla fine hanno una risoluzione e frequanza elevate. non so quanti siano gli sviluppatori vr ad oggi ma da quanto spingono tutti i marchi su questi device direi che ce ne saranno parecchi in futuro. inoltre il limite per rendere buono il vr a livello hardware è appena stato superato, quindi è ovvio che chi si ritaglierà una fetta di mercato e di fiducia si costruirà veramente un impero. ovvio per ora sarà mercato di nicchia, non sarà la nuova playstation, ma potrebbe esserlo tra due anni

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^