Problemi di privacy? È colpa degli utenti, secondo Kaspersky

Problemi di privacy? È colpa degli utenti, secondo Kaspersky

Secondo un nuovo studio di Kaspersky Lab il 93% delle persone condivide le proprie informazioni online, fra cui video e foto privati di figli o di altre persone

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Sicurezza
Kaspersky
 

Una nuova ricerca condotta da Kaspersky Lab ha individuato che il 93% delle persone intervistate condivide le proprie informazioni online, e fra queste il 70% condivide foto o video dei figli, il 43% foto e video privati di altre persone. Si tratta di abitudini che si rivelano più radicate nei giovani, che rendono accessibili ad utenti estranei un'elevata quantità di informazioni private.

Quasi la metà degli utenti condivide informazioni private su internet senza essere consapevole dei problemi legati ad uno sharing così selvaggio. Una persona su cinque ammette di condividere dati sensibili con persone estranee, ma non sa come limitarne il loro uso futuro, né sa che così facendo ci si espone a furti d'identità, attacchi finanziari, scansioni di passaporti, patenti e altri documenti personali falsificati. I numeri sono presenti nel report "My Precious Data. Stranger Danger" rilasciato da Kaspersky Lab sulle abitudini di condivisione dei dati degli utenti.

"Condividere eccessivamente i dati personali con persone e aziende è un'abitudine estremamente pericolosa", commenta Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab. "Nel mondo digitale di oggi, condividere informazioni non è mai stato così semplice e, sotto diversi aspetti, questo è proprio il motivo per cui è stato creato internet. Tuttavia, rivelando informazioni importanti con un semplice tocco di un tasto, si rinuncia al loro controllo, perché non si può essere sicuri di dove finiranno e come saranno usate. Gli utenti stanno letteralmente mettendo i loro dati nelle mani di estranei".

Nel report si leggono dati molto preoccupanti: il 10% degli intervistati ha condiviso con un estraneo il PIN di accesso al proprio dispositivo, il 22% ha lasciato il proprio dispositivo sbloccato e incustodito in mano ad un gruppo di persone. Il 23% ha invece prestato il dispositivo a un'altra persona. I giovani sono spesso quelli che con più semplicità condividono foto private in compagnia di altre persone: il 61% fra gli intervistati di età compresa fra i 16 e i 24 anni compie questa pratica, mentre solo il 38% di chi ha superato i 55 anni fa altrettanto.

Un atteggiamento che si riflette anche per le informazioni degli account finanziari: il 42% dei giovani (fra i 16 e i 24 anni) condivide i propri dettagli di pagamento fra più utenti, mentre solo il 27% di chi ha superato i 55 anni di età compie l'errore. È tuttavia assurdo pensare che gli utenti possano smettere all'improvviso di condividere informazioni personali, dal momento che i servizi più diffusi online si basano proprio su questo assunto. Kaspersky consiglia di "pensarci due volte prima di pubblicare online informazioni importanti", un consiglio che assolutamente approviamo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ideandro31 Maggio 2017, 13:47 #1

Secret Revealer - Social Advanced Search Engine

Salve,
volevo segnalare un tool utilissimo che si chiama Secret Revealer - Social Advanced Search Engine, esiste per Google Chrome, Opera browser e presto anche per Mozilla Firefox. E' gratuito e si trova qui:

Qui per Chrome:
https://chrome.google.com/webstore/...namifjjpglgheba

Qui per Opera:
https://addons.opera.com/en/extensi...ine/?display=en

Qui la pagina Facebook:
https://www.facebook.com/SecretRevealerSASE/


Personalmente lo trovo indispensabile per due motivi:

1) perché permette di rintracciare nei profili Facebook tantissime informazioni personali in modo da verificare quali sono le informazioni private, imbarazzanti/inutili/ecc., che abbiamo pubblicato negli anni, dandoci la possibilità di eliminarle o modificarle.

2) perché permette, a chi cerca persone con cui collaborare, di capire se il tipo che stiamo per contattare o assumere, fa al caso nostro oppure no.

Fra le tante funzioni, permette anche di confrontare due profili mettendo in evidenza tutte le informazioni che hanno in comune: le foto che hanno fatto insieme, i luoghi dove sono stati, gli eventi a cui hanno presenziato, ecc.

C'è anche un video in cui si vede in funzione la WebExtension Secret Revealer, si trova qui:

https://www.youtube.com/watch?v=XpaCamY2X18

Consiglio vivamente, almeno di provarla, per verificare quante sono le informazioni private su di noi che lasciamo a disposizione di tutti senza rendercene conto...

All'autore dell'articolo: vista l'utilità magari potreste recensire il tool in questa ottima rubrica che seguo da anni ;-)

Buon lavoro.
aqua8431 Maggio 2017, 13:55 #2
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.hwupgrade.it/news/sicure...rsky_69001.html

Secondo un nuovo studio di Kaspersky Lab il 93% delle persone condivide le proprie informazioni online, fra cui video e foto privati di figli o di altre persone

Click sul link per visualizzare la notizia.

ma senza scomodare uno studio di ricerca.... penso che sia ovvio per chiunque che il "problema" di privacy è dato dall'utente
Vash8831 Maggio 2017, 13:59 #3
Originariamente inviato da: Ideandro
Salve,
volevo segnalare un tool utilissimo che si chiama Secret Revealer - Social Advanced Search Engine, esiste per Google Chrome, Opera browser e presto anche per Mozilla Firefox. E' gratuito e si trova qui:

Qui per Chrome:
https://chrome.google.com/webstore/...namifjjpglgheba

Qui per Opera:
https://addons.opera.com/en/extensi...ine/?display=en

Qui la pagina Facebook:
https://www.facebook.com/SecretRevealerSASE/


Personalmente lo trovo indispensabile per due motivi:

1) perché permette di rintracciare nei profili Facebook tantissime informazioni personali in modo da verificare quali sono le informazioni private, imbarazzanti/inutili/ecc., che abbiamo pubblicato negli anni, dandoci la possibilità di eliminarle o modificarle.

2) perché permette, a chi cerca persone con cui collaborare, di capire se il tipo che stiamo per contattare o assumere, fa al caso nostro oppure no.

Fra le tante funzioni, permette anche di confrontare due profili mettendo in evidenza tutte le informazioni che hanno in comune: le foto che hanno fatto insieme, i luoghi dove sono stati, gli eventi a cui hanno presenziato, ecc.

C'è anche un video in cui si vede in funzione la WebExtension Secret Revealer, si trova qui:

https://www.youtube.com/watch?v=XpaCamY2X18

Consiglio vivamente, almeno di provarla, per verificare quante sono le informazioni private su di noi che lasciamo a disposizione di tutti senza rendercene conto...

All'autore dell'articolo: vista l'utilità magari potreste recensire il tool in questa ottima rubrica che seguo da anni ;-)

Buon lavoro.


Cosa fa in più il tuo tool rispetto allo strumento della privacy di facebook o che non sia rendere palesi le opzioni già disponibili nel campo di ricerca?
Ideandro31 Maggio 2017, 14:08 #4

Secret Revealer - Social Advanced Search Engine

Vash88, Secret Revealer aggrega in un comodo pannello laterale, nascondibile all'occorrenza, una serie di pulsanti che ti permettono di ricercare tantissime informazioni sui profili Facebook.

Ad esempio, lo trovo incredibilmente utile, per andare a cercare i post passati, magari di anni fa, in cui avevo parlato di qualche argomento in particolare.

Inserisco alcune parole chiave e... in un attimo escono tutti i post corrispondenti!

Oppure mi è utile per rintracciare le foto che avevo postato dei figli e che ho deciso di eliminare/nascondere alla vista degli sconosciuti.

Insomma, per capire di cosa parlo, ti conviene provarlo o guardare almeno questo video: https://www.youtube.com/watch?v=XpaCamY2X18
Opteranium31 Maggio 2017, 15:22 #5
ma che sono ste reclami.. fa la stessa roba del registro attività di fb, suvvia..
Techs31 Maggio 2017, 18:06 #6
il 10% degli intervistati ha condiviso con un estraneo il PIN di accesso al proprio dispositivo, il 22% ha lasciato il proprio dispositivo sbloccato e incustodito in mano ad un gruppo di persone. Il 23% ha invece prestato il dispositivo a un'altra persona.


Non ho parole...
ilario306 Giugno 2017, 10:58 #7
Originariamente inviato da: aqua84
ma senza scomodare uno studio di ricerca.... penso che sia ovvio per chiunque che il "problema" di privacy è dato dall'utente


Ma non solo, un conto è che non ti preoccupi della tua, ma la cosa peggiore, spesso le persone fanno le foto senza preoccuparsi di chi è intorno, quante volte vedi foto fatte in spiaggia con persone dietro? E spesso ci sono molti bambini. Il genitore di quei bambini è d'accordo che tu fai le foto inquadrando anche i loro figli e poi li posti pubblicamente in giro?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^