Microsoft intende aprire il proprio formato Virtual Hard Disk (VHD)

Microsoft intende aprire il proprio formato Virtual Hard Disk (VHD)

Microsoft apre il formato VHD utilizzato da Virtual PC 2004; questa decisione concorrerà alla nascita di nuovi tool e nuove soluzioni software

di pubblicata il , alle 15:42 nel canale Programmi
Microsoft
 

Microsoft continua il proprio obiettivo di incentivare e sostenere la diffusione dei concetti legati alla virtualizzazione. Dopo aver deciso di distribuire il proprio software Virtual PC 2004 in modalità free, avvenimento accaduto la scorsa estate, il colosso di Redmond ha annunciato la decisione di aprire il formato Virtual Hard Disk (VHD) utilizzato da Virtual PC e di regolamentarlo sotto i termini dell'iniziativa Microsoft Open Secification Promise. Così riporta Arstechnica.com, sito molto attento agli argomenti legati alla virtualizzazione.

L'iniziativa Open Specification Promise consente a terze parti (aziende o privati) di realizzare implementazioni di un determinato formato senza la necessità di dover ottenere alcuna licenza d'uso ed in particolar modo garantisce che Microsoft non adirà in nessun caso a vie legali contro coloro i quali decideranno di utilizzare le tecnologie messe a disposizione sotto le specifiche OSP.

Al pari di meccanismi simili utilizzati da tutti i software di virtualizzazione o di emulazione, il formato VHD è utilizzato da Virtual PC per simulare un hard disk in una macchina virtuale. Di fatto l'hard disk virtuale viene salvato come un singolo file in formato VHD che viene riconosciuto (ed eventualmente montato) da qualunque sistema operativo con un drive fisico. L'apertura del formato VHD consentirà ad altre aziende di realizzare un maggior numero di strumenti di gestione e diagnostica per i drive virtuali VHD.

Il fermento in seno al complesso e promettente settore della virtualizzazione è elevato e a tale filone emergente concorrono anche le novità hardware promesse dai costruttori; l'argomento in sè non è recente ma la disponibilità di soluzioni ottimizzate per tali impieghi rendono possibili nuovi ambiti di applicazioni.

VMWare ha ad esempio modificato i propri contratti di licenza distribuendo alcuni componenti gratuitamente, ha inoltre reso disponibili apposite immagini virtuali da utilizzare con il proprio player. Ci siamo occupati di tale argomento in questo pezzo. Anche XenSource si dimostra molto attiva ed ha confermato l'esistenza di una collaborazione con Microsoft per utilizzare le tecnologie XEN con sistemi operativi Windows 2003 Server e Vista.

La situazione non è pero così idilliaca in merito alle scelte di Microsoft e relative proprio alla virtualizzazione. Alcune clausole del contratto di licenza per il futuro sistema operativo Windows Vista sembrano creare qualche problema a chi intende promuovere questo tipo di tecnologie; siamo però in attesa di ulteriori dettagli che ci aiuteranno a circostanziare in modo più preciso la vicenda.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Murdorr18 Ottobre 2006, 15:55 #1
Mhm proposte interessanti ma se poi si autolimitano con dei contratti di licenza astrusi...
xlinux18 Ottobre 2006, 16:07 #2
ma " Microsoft intende aprire il proprio formato..." come dice il titolo oppure "Microsoft apre il formato VHD utilizzato da Virtual PC 2004...." come dice il resto?
OmbraShadow18 Ottobre 2006, 16:20 #3
In effetti anche io dal titolo credevo che M$ avesse intenzione di aprire il suo formato, metterlo cioè a disposizione del mondo opensource consentendone liberamente sviluppi e miglioramenti.
Invece si tratta solo di una sorta di licenza freeware.
guerret18 Ottobre 2006, 17:03 #4
QUESTA sì che è una notizia piacevole! Così finalmente vedremo la possibilità di usare le macchine virtuali create sotto Virtual PC con VMWare (Windows/Linux) o Q (Mac).

Sarebbe anche ora che rendessero free Virtual PC per Mac oltre che quello per Windows, visto che:

1) è solo per PowerPC e non lo faranno per Intel
2) chi ne aveva bisogno indispensabile se l'è già comprato
3) (conseguenza delle precedenti) nonci guadagneranno più granché
4) trovo abbastanza stupido avere un prodotto gratuito su una piattaforma e a pagamento su un'altra che peraltro è molto meno diffusa
5) favorirebbero UN MINIMO la diffusione del loro sistema di virtualizzazione rispetto ad altri
delete_Daniel_Nero_delete18 Ottobre 2006, 20:06 #5
Originariamente inviato da: guerret
QUESTA sì che è una notizia piacevole! Così finalmente vedremo la possibilità di usare le macchine virtuali create sotto Virtual PC con VMWare (Windows/Linux) o Q (Mac).

vmware non lo so, ma con q faccio presente che è possibilissimo utilizzare un disco vhd creato con virtual pc. è sufficiente rinominarlo con estensione .img !
posso garantirlo per esperienza diretta.
guerret18 Ottobre 2006, 21:14 #6
Uhm, ora che ci penso, hai ragione. Il problema che riscontrai io era di altro tipo. Ossia: l'importazione della macchina virtuale funzionava, però poi il sistema installato sopra crashava (probabilmente per incompatibilità dell'hardware virtuale). Invece con una macchina virtuale DOS tutto andava bene.
kaotX19 Ottobre 2006, 09:18 #7

Domanda

Io non ho capito una cosa: posso anche avere linux nel pc? o proprio non ho capito il discorso?
JohnPetrucci19 Ottobre 2006, 10:30 #8
Originariamente inviato da: OmbraShadow
In effetti anche io dal titolo credevo che M$ avesse intenzione di aprire il suo formato, metterlo cioè a disposizione del mondo opensource consentendone liberamente sviluppi e miglioramenti.
Invece si tratta solo di una sorta di licenza freeware.

Aprire all'open source da parte di Ms?
Pura fantascienza!
ProgMetal7819 Ottobre 2006, 11:00 #9
"Alcune clausole del contratto di licenza per il futuro sistema operativo Windows Vista sembrano creare qualche problema a chi intende promuovere questo tipo di tecnologie"
piu' chiaro di cosi'....
supermarchino19 Ottobre 2006, 11:27 #10
Ma chi lo vuole. Non so se sia aperto o no ma ci basta già il VMWare (player).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^