Microsoft crede agli RSS

Microsoft crede agli RSS

Microsoft definisce "fondamentali" gli RSS per il nuovo Windows Longhorn

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 08:55 nel canale Programmi
MicrosoftWindows
 
Microsoft negli scorsi giorni ha confermato il proprio interesse nelle tecnologie RSS, ritenendole basilari per parecchi nuovi impieghi.

Il feed RSS sono dei flussi di messaggi inviati da blog o siti web che consentono di restare aggiornati in merito ad una specifica "fonte".
I tool che permettono di visualizzare gli RSS, chiamati anche "aggregatori", mostrano i contenuti basandosi sull'ordine cronologico e proprio questo aspetto è quello su cui Microsoft ha dichiarato di voler intervenire.

Modificando le attuali tecnologie RSS, Microsoft vorrebbe arrivare ad integrare le informazioni disponibile via RSS con i principali applicativi office, uno tra tutti Outlook la cui agenda potrebbe essere aggiornata in tempo reale attraverso una specifica fonte.

Microsoft distribuirà la propra tecnologia RSS con una licenza di tipo Creative Commons, la stessa che tutela gli attuali RSS.

L'annuncio di Microsoft riporta l'attenzione su Longhorn, il nuovo sistema operativo di casa Microsoft supporterà in modo nativo la tecnologia RSS i cui dettagli sono appena stati descritti.
Non sarà solo il sistema operativo a dover supportare tali feed, anche gli applicativi Office ed Outlook dovranno garantire la necessaria integrazione.

Mentre sull'aspetto tecnologico e licenziatario Microsoft ha fatto delle dichiarazioni ben precise, in merito ai prodotti che verranno modificati non sono disponibili dettagli.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ally29 Giugno 2005, 09:06 #1
...mh...speriamo non venga toccato l'xml...
veoloz29 Giugno 2005, 11:17 #2

???

Scusa ma cosa vuoi dire???
samslaves29 Giugno 2005, 11:21 #3
>L'annuncio di Microsoft riporta l'attenzione su Longhorn, il nuovo sistema operativo di casa Microsoft supporterà in modo nativo la tecnologia RSS i cui dettagli sono appena stati descritti.<

Perche' questi incapaci non usano quello che c'e' gia'? Perche' devono sempre introdurre qualcosa di 'nuovo' (a loro dire)?

>Microsoft vorrebbe arrivare ad integrare le informazioni disponibile via RSS con i principali applicativi office, uno tra tutti Outlook la cui agenda potrebbe essere aggiornata in tempo reale attraverso una specifica fonte. <

Senza reinventare la ruota RSS, OS X puo' mostrare gli RSS in un salvaschermo ad esempio. Perche' dover modificare le attuali tecnologie RSS per l'integrazione con i loro prodotti. Modificate i prodotti. O forse non e' tanto facile per il marasma nel codice alla faccia della OOP tanto decantata dai prodotti idi sviluppo M$, ma ben lontani da Cocoa (aka OpenStep)...
sirus29 Giugno 2005, 12:01 #4
complimenta samslaves...se alla microsoft sono incapaci tu cosa sei??? ma li rileggete i post che scrivete...

comunque mi sembra un notizia buona dato che microsoft è l'unica azienda a non fornire un supporto a quest'ottima tecnologia...
fek29 Giugno 2005, 12:05 #5
Originariamente inviato da: samslaves
Perche' questi incapaci non usano quello che c'e' gia'? Perche' devono sempre introdurre qualcosa di 'nuovo' (a loro dire)?


Perche' non sono incapaci. Magari mostragli tu come si fa.

Originariamente inviato da: samslaves
>O forse non e' tanto facile per il marasma nel codice alla faccia della OOP tanto decantata dai prodotti idi sviluppo M$, ma ben lontani da Cocoa (aka OpenStep)...


Insegnagli tu a scrivere OO. Nove su dieci neppure sai che vuol dire.
zuLunis29 Giugno 2005, 12:14 #6
gli rss in outlook come su thunderbird.. alla fine è tutto uno scopiazzamento
LucaTortuga29 Giugno 2005, 12:45 #7
Su una cosa SamSlaves ha ragione: se molte altre software house già integrano il supporto al feed RSS, così com'è, nelle loro applicazioni, perchè M$ deve introdurre una propria tecnologia per poter fare la stessa cosa?
Con licenza Creative Commons, ok, ma ce n'è davvero bisogno o si tratta solo dell'ennesimo esempio di egocentrismo informatico dello Zio?
fek29 Giugno 2005, 12:50 #8
Originariamente inviato da: LucaTortuga
Su una cosa SamSlaves ha ragione: se molte altre software house già integrano il supporto al feed RSS, così com'è, nelle loro applicazioni, perchè M$ deve introdurre una propria tecnologia per poter fare la stessa cosa?
Con licenza Creative Commons, ok, ma ce n'è davvero bisogno o si tratta solo dell'ennesimo esempio di egocentrismo informatico dello Zio?


Perche' reputano economicamente piu' vantaggioso reimplementare quella tecnologia piuttosto che adattare del codice scritto da altri alle loro esigenze.
Una cosa per altro normale nel 90% delle situazioni, ovvio a chiunque abbia scritto tre righe di codice in vita sua.
DKDIB29 Giugno 2005, 13:18 #9
[color=red]Fek wrote:[/color]
> Una cosa per altro normale nel 90% delle situazioni, ovvio a chiunque abbia
> scritto tre righe di codice in vita sua.

Grazie tante... peccato che se tutti facessero come gli pare, solo perche' cosi' gli costa meno, non esisterebbero piu' standard......
fek29 Giugno 2005, 13:20 #10
Originariamente inviato da: DKDIB
[color=red]Fek wrote:[/color]
> Una cosa per altro normale nel 90% delle situazioni, ovvio a chiunque abbia
> scritto tre righe di codice in vita sua.

Grazie tante... peccato che se tutti facessero come gli pare, solo perche' cosi' gli costa meno, non esisterebbero piu' standard......


Qui nessuno ha parlato di cambiare lo standard RSS, ma di usare un'implementazione proprietaria della tecnologia.

Per semplificare, invece di usare una librerira per leggere feed in standard RSS, si implementano loro la libreria, cosa che e' logicissima.

edit: Il protocollo RSS e' stato standardizzato da qualche organismo?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^