IBM sceglie OpenJDK e abbandona Harmony

IBM sceglie OpenJDK e abbandona Harmony

Sul fronte Java Oracle non è più sola: a sorpresa IBM ha deciso di abbandonare il progetto Harmony di Apache Software Foundation in favore di OpenJDK

di pubblicata il , alle 15:53 nel canale Programmi
IBM
 

Dopo aver speso diversi anni nel tentativo di far certificare Harmony - la piattaforma Java Standard Edition sviluppata da Apache Software Foundation - come una versione indipendente di Java in grado di essere perfettamente compatibile con lo standard Java ufficiale di Oracle, IBM ha deciso di cambiare rotta.

Lo scorso lunedì IBM ha infatti annunciato tramite un comunicato stampa di aver raggiunto un accordo di collaborazione con Oracle per guidare insieme lo sviluppo della piattaforma Java open source OpenJDK.

Contestualmente Big Blue ha inoltre deciso di reindirizzare tutte le risorse finora utilizzate a sostegno del progetto Harmony, verso OpenJDK. Apache Software Foudantion perde quindi il supporto di uno dei maggiori sostenitori del progetto.

Secondo Bob Sutor, vice president della divisione Open Systems and Linux di IBM, la motivazione che ha spinto la propria compagnia ad abbandonare Harmony in favore di OpenJDK sono da ricondurre proprio alle difficoltà incontrate per riuscire ad ottenere la certificazione.

"Al posto di continuare a portare avanti Harmony come un progetto non ufficiale e non certificato, abbiamo deciso di cambiare direzione e focalizzare gli sforzi su OpenJDK", ha dichiarato Sutor.

Con IBM fuori dai giochi, ora il progetto Harmony rischia di subire una dura battuta d'arresto. Determinante sarà anche la reazione di Google che, lo ricordiamo, utilizza proprio Harmony al posto di Java Mobile Edition (Java ME) all'interno del sistema operativo Android.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^