Intel: Interchangeability Initiative per notebook

Intel: Interchangeability Initiative per notebook

Intel è al lavoro per un progetto mirato ad estendere la compatibilità e l'intercambiabilità dei componenti dei sistemi notebook

di pubblicata il , alle 18:03 nel canale Portatili
Intel
 

Intel sta lavorando per lanciare un'iniziativa che si prefigge lo scopo di rendere più accessibili e compatibili i componenti dei PC portatili. Interchangeability Initiative, questo il nome dell'ambizioso programma di Intel, permetterebbe un facile aggiornamento e una riutilizzazione dei componenti tra notebook diversi.

La casa californiana sta attualmente collaborando con Asus (abbiamo parlato del progetto Green Line lo scorso gennaio), Compal e Quanta per lo sviluppo di undici nuovi progetti la cui caratteristica principale è rappresentata proprio dalla presenza di elementi intercambiabili. Le quattro compagnie si aspettano di vedere i primi frutti concreti della collaborazione entro i prossimi tre-cinque anni.

Steve Dallman, responsabile della divisione americana della distribuzione e delle vendite per Intel, ha dichiarato: "Quando inavvertitamente si rompe un display di un sistema notebook bisogna attendere un paio di mesi prima che il componente sia disponibile per la riparazione. Non è possibile attendere un notebook per un tempo così lungo".

E' sicuramente importante, soprattutto in termini di convenienza per l'utente e di abbattimento dei costi per le compagnie, che una realtà come Intel si adoperi per spingere l'aspetto dell'intercambiabilità nei sistemi notebook al pari di quanto avviene nei comuni sistemi desktop. Speriamo, ovviamente, che tale iniziativa sarà abbracciata da un parco più ampio di aziende.

Fonte: Dailytech

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
kalle7827 Marzo 2006, 18:12 #1
Ben venga!
soft_karma27 Marzo 2006, 18:12 #2
Solo adesso se ne sono accorti?
May8127 Marzo 2006, 18:17 #3
Se ne sono accorti adesso perchè ormai il computer è diventato il notebook, e quindi la gente si aspetta la stessa intercambiabilità dei componenti che prima trovava nei desktop.

I desktop ormai li comprano solo le aziende, i gamers e chi fa grafica/musica/videoediting profesionale.
*ReSta*27 Marzo 2006, 18:20 #4
I desktop ormai li comprano solo le aziende, i gamers e chi fa grafica/musica/videoediting profesionale.


sì certo e forse anche chi non se lo deve portare in giro il pc e chi non ha voglia di spendere anche 400€ in più per avere le stesse prestazioni...

cmq è un'idea stupenda
isd8827 Marzo 2006, 18:49 #5
be io mi concentrerei piu sui chip video e i processori che sui display: molti si rendono conto che il loro celeron non mobile del loro nuovo portatile da 699 euri fa schifo e volgiono un pentium m
vago27 Marzo 2006, 20:08 #6
beh fino a che una casa "produttrice" non si sponeva cosi' e proponeva questa cosa , sarebbero solo state parole. speriamo che questa sia la volta giusta. esempio mxm, ammazza come sono sostituibili le schede video ora... sopratutto molto presenti sul mercato.

forse se intel riesce con la sua solita campagna qualcosa si muove, sperem..
sirus27 Marzo 2006, 20:14 #7
Ottima notizia, è quello che oggi giorno ci si aspetta da un notebook, un po' più di flessibilità!
JohnPetrucci27 Marzo 2006, 22:35 #8
Finalmente un pò di buono e sano buonsenso evolutivo che mette un pò di freno al capitalistico usa e svendi o getta dei Notebook che invecchiano.
biffuz27 Marzo 2006, 22:37 #9
Speriamo che lo facciano sul serio (tutti i tentativi finora sono stati deludenti, ricordate le batterie della Duracell?). Non è possibile che ancora oggi si debbano fare i salti mortali per cambiare anche solo l'alimentatore...
Comunque io mi prenoto per il Pentium M più economico, un case con display da 13", scheda video ATI, HD da 7200 rpm e masterizzatore DVD...
mjordan28 Marzo 2006, 10:52 #10
Originariamente inviato da: soft_karma
Solo adesso se ne sono accorti?


Non è questione di accorgernsene adesso. E che solo adesso il notebook è diventato la norma tale da giustificare simili investimenti in questa ricerca.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^