Intel Core 2 Duo T9800: nei notebook di inizio 2009

Intel Core 2 Duo T9800: nei notebook di inizio 2009

Intel sta preparando il debutto di una nuvoa versione di cpu Core 2 Duo per sistemi notebook, con clock che raggiungerà i 2,93 GHz

di pubblicata il , alle 08:38 nel canale Processori
Intel
 

Stando alle informazioni pubblicate dal sito Fudzilla a questo indirizzo, Intel starebbe preparando il debutto di una nuova versione di processore Core 2 Duo specificamente destinata all'utilizzo in sistemi notebook.

Parliamo di una cpu con frequenza di clock di 2,93 GHz, che dovrebbe quindi posizionarsi un gradino sopra la cpu Core 2 Duo T9600 in termini di prestazioni velocistiche massime; quest'ultimo processore ha frequenza di clock di 2,8 GHz.

Il nome scelto per questa futura cpu Intel è quello di Core 2 Duo T9800; oltre alla frequenza di clock di 2,93 GHz a caratterizzare questo modello troveremo la cache L2 da 6 Mbytes, unificata tra i due core, e la frequenza di bus quad pumped di 1.066 MHz.

Al momento attuale la gamma di cpu Intel Core 2 Duo per sistemi notebook vede la cpu T9600 quale proposta top di gamma; oltre questa cpu troviamo solo versioni della famiglia Extreme, con le cpu Core 2 Extreme QX9300 (clock 2,53 GHz) e Core 2 Quad Q9100 (clock 2,26 GHz) ad integrare architettura quad core in soluzioni notebook e il modello Core 2 Extreme X9100 (clock 3,06 GHz) quale proposta dalla frequenza di clock più elevata tra le cpu dual core per notebook. la Cpu QX9300 viene proposta a 1.038 dollari di prezzo, mentre per le due restanti cpu il prezzo ufficiale indicato da Intel nella propria pricelist è pari a 851 dollari.

Il debutto della cpu Core 2 Duo T9800 dovrebbe avvenire nel corso del primo trimestre 2009, ad un prezzo pari a 530 dollari USA per lotti di 1.000 processori. Per il quarto trimestre 2008 non si prevedono significative novità nel segmento dei processori per sistemi notebook; Intel infatti sta pianificando per gli ultimi 3 mesi dell'anno il debutto delle prime cpu Core i7, dotate di architettura Nehalem. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
DarKilleR06 Ottobre 2008, 08:53 #1
si ma i consumi???

Non credo siano elevatissimissimi in assoluto, tipo il mio T9400 overcloccato a 2850 Mhz scaldava sempre meno della 9500m GS @ default...
poochie206 Ottobre 2008, 12:09 #2

[SEMI-OT]

Occato come che sono curioso?
Visron06 Ottobre 2008, 12:17 #3
Originariamente inviato da: poochie2
Occato come che sono curioso?
Su Win si overckocca anche il Notebook con SetFSB. Basta impostare dal programmino il codice del PLL Generator ..ne si prende il controllo da Win e poi su SetFSB via System Management Bus si tira su' il System Bus anche fino ad un 16% senza nessun problema ( le CPu e Chipset Intel hanno tolleranza fino al 25% )
King8306 Ottobre 2008, 12:37 #4
fossi pazzo a fare ste cose! già l'hardware di un portatile in genere ha una vita + breve dovuta alla "compattezza" figuriamoci se overclocco...se voglio prestazioni spremo il mio desktop nn il notebook!
Visron06 Ottobre 2008, 12:46 #5
Originariamente inviato da: King83
fossi pazzo a fare ste cose! già l'hardware di un portatile in genere ha una vita + breve dovuta alla "compattezza" figuriamoci se overclocco...se voglio prestazioni spremo il mio desktop nn il notebook!
Io quando ho bisogno di + velocita' sul processing di un Software lo faccio ..mai avuto problema in 1 anno e mezzo

Le CPu dei Notebook duranto quello che devono durare come da progetto Intel ..sono state progettate da degli ingegneri Intel con le contro @@ proprio per questo ..e gli HeatPipe di dissipazione sui Notebook con relativa ventolina PWM Brushless sono progettati per far operare come da realtivo TDP queste stesse CPU ..

Le cose sono fatte per funzionare di standard non per rompersi dopo 1 anno
mjordan06 Ottobre 2008, 13:20 #6
Originariamente inviato da: King83
fossi pazzo a fare ste cose! già l'hardware di un portatile in genere ha una vita + breve dovuta alla "compattezza" figuriamoci se overclocco...se voglio prestazioni spremo il mio desktop nn il notebook!


Ma chi l'ha detto questo...
mjordan06 Ottobre 2008, 13:21 #7
Originariamente inviato da: Visron
Su Win si overckocca anche il Notebook con SetFSB. Basta impostare dal programmino il codice del PLL Generator ..ne si prende il controllo da Win e poi su SetFSB via System Management Bus si tira su' il System Bus anche fino ad un 16% senza nessun problema ( le CPu e Chipset Intel hanno tolleranza fino al 25% )


Guarda che tutto dipende da come è costruito il portatile, mica è un numero fisso quel 25% che va bene su tutto...
Visron06 Ottobre 2008, 13:36 #8
Originariamente inviato da: mjordan
Guarda che tutto dipende da come è costruito il portatile, mica è un numero fisso quel 25% che va bene su tutto...
Il 25% e' tolleranza della CPu e Chipset Intel.. non del Notebook e la sua marca
Marci06 Ottobre 2008, 14:00 #9
io sarei curioso di sapere quando saranno disponibili cpu quad core a prezzi umani sui portatili così posso regolarmi sul da farsi per l'acquisto di una nuova workstation grafica.
poochie206 Ottobre 2008, 19:03 #10
Originariamente inviato da: Visron
Su Win si overckocca anche il Notebook con SetFSB. Basta impostare dal programmino il codice del PLL Generator ..ne si prende il controllo da Win e poi su SetFSB via System Management Bus si tira su' il System Bus anche fino ad un 16% senza nessun problema ( le CPu e Chipset Intel hanno tolleranza fino al 25% )


Ah, ok, non avendolo mai fatto su un portatile mi ero quasi sognato soluzioni più stabili
Il povero Powerbook fu overcloccato con il saldatore

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^