Ampere passa ai core custom: ARM è bello, ma fare da soli è meglio

Ampere passa ai core custom: ARM è bello, ma fare da soli è meglio

Ampere Computing, azienda che vuole trovare spazio nel mondo del cloud ai danni di Intel e AMD con CPU basate su architettura ARM, ha annunciato che dal 2022 proporrà CPU con core custom, ossia modificati in casa per raggiungere obiettivi più ambiziosi in termini di prestazioni e consumi.

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Processori
Ampere ComputingARM
 

Ampere Computing, l'azienda diretta dall'ex presidente di Intel Renée James con l'obiettivo di competere nel mondo delle CPU server con Intel e AMD affidandosi all'architettura ARM, ha svelato le sue intenzioni per il futuro.

Inizialmente Ampere ha lavorato nel solco di quanto fatto da AppliedMicro Circuits con il progetto X-Gene 3 (Ampere non è nata dal nulla), proponendo CPU fino a 32 core. Poi l'anno scorso, introducendo le soluzioni Altra, Ampere si è spinta fino a 80 core basati sul progetto Neoverse N1 a 64 bit di ARM. Pochi mesi dopo ha annunciato Altra Max, un nuovo modello con 128 core.


Clicca per ingrandire

Il mantra dell'azienda è quello di garantire prestazioni costanti e prevedibili rispetto alle proposte di Intel e AMD grazie a una frequenza di clock costante, indipendentemente dal numero di core. Un "ideale" che rimarrà saldo anche in futuro, ma che per essere conseguito richiederà un cambiamento: Ampere rimpiazzerà Neoverse con dei core totalmente personalizzati, "full custom" come scrivono i colleghi statunitensi. Ciò avverrà il prossimo anno grazie al core Siryn.

Questo nome in codice non è la prima volta che circola, infatti insieme all'annuncio di Altra Max l'azienda disse di aver completato il tape out di un chip (Siryn) a 5 nanometri per validazione interna, con sampling previsto nel corso del 2021. Parlando con la stampa statunitense, Ampere ha dichiarato che il passaggio a un progetto custom era nei suoi piani fin dall'inizio.


Clicca per ingrandire

Lo sviluppo del nuovo core, coordinato dal CTO Atiq Bajwa, si fonda sulla necessità di Ampere di spingersi oltre per quanto riguarda prestazioni ed efficienza energetica. Secondo l'azienda, il progetto Neoverse di ARM è troppo "general purpose", quindi c'è spazio per fare meglio in diversi aspetti nei carichi datacenter a cui si rivolgono i chip di Ampere.

Al momento non sono stati rilasciati dettagli su Siryn e nemmeno proiezioni prestazionali, ma Ampere ha reiterato che i clienti potranno mettere le mani sui primi sample all'inizio del 2022. "Sembra che il progetto sia perlopiù completo e Ampere stia dando i ritocchi finali all'intero SoC", scrive Anandtech, riportando le parole di Jeff Wittich, Chief Product Officer, il quale ha promesso che a tempo debito parleranno del nuovo core, "spiegando le loro scelte di design in termini di front-end o back-end e perché le ritengono una soluzione migliore per il mercato cloud".


Clicca per ingrandire

L'azienda ha infine ribadito l'arrivo di Altra Max a 128 core nelle mani dei clienti nella seconda metà di quest'anno e mostrato una slide che evidenzia come il processore sia nettamente migliore delle proposte Intel e AMD di precedente generazione (Ampere non è ancora riuscita a mettere le mani sui nuovi Intel Ice Lake e AMD Milan), ma il gap fa pensare che Altra Max (M128-30, ossia 128 core a 3 GHz in un TDP di circa 250W) ne esca favorevolmente anche rispetto ai nuovi progetti concorrenti.

Leggi anche: Ampere ci spiega perché le CPU Altra sono migliori delle soluzioni di Intel e AMD per il cloud

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
noppy120 Maggio 2021, 18:04 #1
bel mantra, torniamo indietro , cpu e frequenza fissa, consumi anhce se non usi la cpu , freghiamocene del power manager e dell'ottimizzazione a seconda del raffreddamento e utilizzo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^