AMD raggiunge Intel nelle vendite di CPU secondo Mindfactory

AMD raggiunge Intel nelle vendite di CPU secondo Mindfactory

Mindfactory, colosso della vendita online tedesco, pubblica nuovi dati relativi alle vendite dei processori: emerge un quadro in cui AMD ha raggiunto Intel nel numero di processori venduti, ma è indietro nel valore

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Processori
AMDRyZenThreadripperIntelCore
 

Le vendite dei processori AMD Ryzen starebbero andando particolarmente bene, stando a quanto riportato da Mindfactory. Il rivenditore tedesco, infatti, ha pubblicato un'analisi delle vendite dei processori desktop e AMD avrebbe raggiunto una quota pari al 50%, con un leggero vantaggio in termini di unità vendute ma con un netto svantaggio in termini di valore.

I numeri di maggio vedevano Intel avere ancora una quota di maggioranza, con il 53% delle CPU vendute, ma a distanza di due mesi la situazione si è spostata verso un equilibrio quasi perfetto, con AMD che ha guadagnato il 3% circa. Si tratta chiaramente dei dati di un unico rivenditore, per quanto importante, che però possono comunque fungere da barometro per capire quale sia l'andamento generale del mercato.

Più nel dettaglio, sono i processori Pinnacle Ridge (Ryzen di seconda generazione) ad avere la quota di maggioranza relativa, con il 44% della quota AMD; a seguire sono i Summit Ridge (Ryzen di prima generazione) con il 31% e Raven Ridge (APU) con il 22%. A chiudere la fila sono i processori Threadripper, con il 2% delle vendite. Significativo notare come il processore AMD che vende di più è il Ryzen 5 1600 con quasi 1500 unità vendute.

Nel mondo Intel la fa da padrone la serie Coffee Lake, con l'86% di vendite, seguita da Kaby Lake con l'11% e dai processori HEDT con il 2% del totale. Il processore che ottiene le migliori vendite è l'i7-8700K con circa 2500 unità vendute.

Ciò che appare evidente è che le vendite dei sistemi cosiddetti enthusiast rappresentano davvero una parte minimale delle vendite, ma è curioso notare come nel complesso siano i sistemi AMD a vendere di più, con il 2% delle unità vendute contro l'1% della concorrente Intel.

Chipzilla continua però a essere in grande vantaggio sul fronte del valore, dato che ha in mano il 58% del valore venduto: il prezzo medio delle CPU Intel vendute è infatti di 245,93€, mentre AMD arriva solo a 183,28€. Intel vende quindi a un prezzo medio che è del 34% più elevato rispetto ad AMD.

La situazione continuerà certamente a evolversi nel corso dei prossimi mesi, con i processori Ryzen di seconda generazione che stabiliranno una presenza più salda sul mercato, i processori di nona generazione di Intel in arrivo e le piattaforme HEDT che vedranno i propri aggiornamenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
oxidized03 Agosto 2018, 18:23 #1
Ottimo, se così fosse. La concorrenza fa bene a tutti.
Korn03 Agosto 2018, 18:25 #2
impensabile fino a qualche mese fa
thresher325303 Agosto 2018, 18:41 #3
Quando c'é la qualità non servono GPP, esclusive, Trusted e cazzate varie. Se AMD mettesse lo stesso impegno anche nelle GPU lo scenario sarebbe a beneficio di tutti.
calabar03 Agosto 2018, 18:47 #4
La notizia sembra faccia apparire questo come uno storico sorpasso, ma ad osservare il primo grafico questo sorpasso è già avvenuto diverse volte nel periodo tra agosto e novembre dello scorso anno, e con differenze ben più marcate, seguito da un periodo favorevole ad Intel.
Inoltre si tratta di valori su base mensile, molto variabili da mese a mese.

Sarebbe interessante vedere un confronto con il periodo pre-ryzen, giusto per farsi un'idea dell'entità della rinascita AMD sul mercato retail.

@korn
Al contrario, come dicevo lo scorso anno AMD è stata in vantaggio e in modo più marcato rispetto a quest'ultima rilevazione. Relativamente alle sole vendite su Mindfactory naturalmente.
DukeIT03 Agosto 2018, 21:52 #5
Le CPU Intel vendute, sono mediamente più costose... probabilmente è proprio questa la chiave della rimonta AMD.
Facile prevedere a breve, se il trend positivo di AMD si manterrà, un sostanzioso abbassamento dei prezzi delle CPU Intel.
massi4791103 Agosto 2018, 22:28 #6
Sì beh, calma, lasciate i facili entusiasmi.
1) si parla di cpu desktop; anche se non in termini di valore, in termini numerici sono maggiori le vendite di cpu notebook, ove amd è quasi assente;
2) di fatto si parla di chi si monta un pc o poco più, chi va a comprarsi un pc nei classici retail trova per lo più Intel.
Bene così, comunque
lucusta04 Agosto 2018, 01:16 #7
terza cosa si tratta di un rivenditore solo e che serve solo una zona ben determinata.

c'è da dire, su questo punto, che i tedeschi sono Intel centrici e che hanno abbastanza soldi da permettersi di guardare anche il marchio del prodotto.
sicuramente in altre regioni AMD ed i suoi prezzi la fanno da padrona, mentre in altri è il blasone Intel a far pendere la bilancia.

anche sul tuo primo punto ci sarebbe da dividere in regioni e poi andare ad analizzare la situazione dei singoli segmenti, perchè è vero che si vendono più note che desktop, ma spesso i mercati che alzano quella quota si riferiscono a mercati emergenti (dove sarebbe anche difficile avere la diffusione di pezzi sfusi) ed in questi mercati la fanno da padrona i sistemi entry livel (ma proprio quelli entry livel, quelli che noi europei nemmeno consideriamo PC).
in quella fascia AMD può contare sulle vecchie CPU serie E, che fanno il loro dovere e che costano meno e rendono meglio dei classici celeron...
in quel caso Intel vende caterbe di ATOM (cina e india), su cui non ha un gran guadagno...

è il punto due quello che conta di più: gli OEM.
tuttodigitale04 Agosto 2018, 01:34 #8
Sottolineo l'ultima frase di lucusta: riferisce al mercato RETAIL, quello OEM è un altra cosa, ed è sempre stato abbondantemente nelle mani Intel. Con gli A64, AMD aveva solo il 20% di share dell'intero mercato delle CPU x86, nonostante la situazione sul RETAIL fosse di gran lunga migliore.
Rispetto a 15 anni fa, il mercato RETAIL conta ancora meno.

Il problema più che il marchio, è il fatto che c'è un prodotto Intel in grado di soddisfare qualsiasi esigenza, anche estetica.. Ad esempio, per AMD quanti notebook ci sono con le CPU RYZEN, e quante hanno una gpu discreta?...
Gyammy8504 Agosto 2018, 09:21 #9
Originariamente inviato da: massi47911
Sì beh, calma, lasciate i facili entusiasmi.
1) si parla di cpu desktop; anche se non in termini di valore, in termini numerici sono maggiori le vendite di cpu notebook, ove amd è quasi assente;
2) di fatto si parla di chi si monta un pc o poco più, chi va a comprarsi un pc nei classici retail trova per lo più Intel.
Bene così, comunque


Ma si lo sappiamo
Prima il mercato di riferimento era quello server, poi quello 720p enthusiast bimbopower, ora è quello fondamentale dei notebook e amd è zzeerroo
Strano che non ci sia nessun emissario del futuro a dire "ma i notebook non esistono più solo ipad e tablet e appdroid"
Senza offesa eh...
giovanni6904 Agosto 2018, 14:08 #10
Originariamente inviato da: calabar

Sarebbe interessante vedere un [COLOR="Blue"]confronto con il periodo pre-ryzen[/COLOR], giusto per farsi un'idea dell'entità della rinascita AMD sul mercato retail.


Guarda anche senza dati, basta che confronti il grafico di borsa da metà/fine 2016 ad oggi. Ti renderai conto che Intel è aumentata di circa il 50% mentre AMD è triplicata ed oltre. Quindi il numero pre-Ryzen doveva essere ben magro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^