Senzacensura.eu censurato: 'Fomentava l'odio razziale'

Senzacensura.eu censurato: 'Fomentava l'odio razziale'

Il portale Senzacensura.eu è stato bloccato dalle Autorità. Gestito da un ventenne nisseno, si basava sulla pubblicazione di notizie false sugli extracomunitari

di pubblicata il , alle 11:00 nel canale Web
 

In una internet che vive e che prolifera nel nome della viralità uno dei fenomeni più diffusi è quello dei siti editoriali basati su notizie false. A modelli con evidenti finalità ironiche, come Lercio o il Corriere del Corsaro, si aggiungono prodotti più subdoli la cui veridicità dei contenuto è difficilmente riconoscibile da un pubblico che affronta il web con scarsa attenzione. Fra questi Senzacensura.eu che, quasi ironicamente, è stato censurato dalle autorità italiane.

Gestito da un ventenne di Caltanissetta e collegato alla pagina Facebook Cresciuti per le strade, il sito, che adesso mostra solo un'enorme pagina bianca e priva di contenuti. sfornava contenuti virali palesemente inventati o esagerati fomentando soprattutto l'odio contro gli extracomunitari. La pagina riportava articoli con titoli vergognosi: "Quattro tunisini stuprano la moglie e poi uccidono il marito a sprangate" o "Catania, 15enne bruciato vivo. Massacrato perché cristiano" sono solo alcuni esempi fra quelli citabili.

L'obiettivo è presto spiegato e lo vediamo applicato anche nella politica degli ultimi anni: far nascere dibattiti utilizzando toni troppo accesi sfruttando argomenti particolarmente stuzzicanti. Ancora meglio se con questi dibattiti, nati spesso da notizie inventate ad-hoc, il giovane nisseno riusciva a fare qualche soldo, con gli utenti ormai fidelizzati spinti a cliccare sugli articoli per scoprire i caratteri più scabrosi - e non veri - delle notizie riportate.

L'obiettivo quindi non era solo fomentare l'odio razziale, ma anche generare qualche provente sfruttando quel popolusmo tanto caro a certi partiti: "Non si tratta di un singolo articolo, ma c’è una reiterazione nel tempo e molte persone erano portate ad avere un senso di risentimento nei confronti degli extracomunitari", ha specificato Marcello La Bella, dirigente della Polizia Postale al sito Meridionews.it.

Sono molte le domande che sorgono di fronte ad un avvenimento di questo tipo, alcune di tipo tecnico: internet è ormai un luogo in cui chiunque può scrivere, ed è chiaro che il sistema pubblicitario sul quale si fonda sta iniziando a fare acqua un po' dappertutto. Basandosi quasi esclusivamente sulle visualizzazioni dà la possibilità a siti quanto meno opinabili di prosperare nel nome della viralità a tutti i costi.

Ed è così che siti pieni di notizie false hanno conquistato il web facendo registrare numeroni degni di portali gestiti da professionisti, sfruttando parallelamente la grandissima abilità di raggiungere le masse conferita dagli strumenti social. Il problema dell'importanza delle views è stato sollevato anche da un'agenzia pubblicitaria di recente, ma ad oggi manca una risposta concreta che permetta di sostituire del tutto l'attuale sistema di advertising utilizzato sulla rete.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

37 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7702 Settembre 2015, 11:10 #1
Bastardo.
E come lui mille altri.

Spulciando il faccialibro è impressionante la mole che si trova di bufale palesi o notizie parziali pesantemente distorte.. con chiusura ad effetto tipo "meditate gente, meditate!"
E tutti i pecoroni ad inoltrare a manetta.. col cervello rigorosmante spento.

E' il lato negativo della rete. Quello citato da Umberto Eco.. qualsiasi c*glione oggi come oggi può far sentire la sua voce.
E più grossa è la caxxata più si diffonde.





+
s-y02 Settembre 2015, 11:30 #2
bon

poi c'e' ci puote e chi se lo squote...
*aLe02 Settembre 2015, 11:42 #3
Senzacensura... Censurato?

Karma is a bitch.
MCMXC02 Settembre 2015, 11:46 #4
Non so mai chi odiare di più tra chi inventa e diffonde notizie false, e chi le condivide senza prima verificarne l'autenticità!
Muppolo02 Settembre 2015, 11:46 #5
Il tipo che gestiva il sito si chiama Gianluca Lipani.
kalgan02 Settembre 2015, 11:47 #6
contentissimo, uno dei pochi casi in cui la censura è cosa buona e giusta.
piererentolo02 Settembre 2015, 11:51 #7
Originariamente inviato da: MCMXC
Non so mai chi odiare di più tra chi inventa e diffonde notizie false, e chi le condivide senza prima verificarne l'autenticità!

Verissimo, poi mi scappa da ridere quando vedo quelli che scrivono "non so se sia vero ma nel dubbio condivido"
No più che altro mi vergogno per loro, la mia stima per molte persone è finita sotto le suole vedendo condividere le minchiate più assurde.
calabar02 Settembre 2015, 11:56 #8
Originariamente inviato da: Redazione
Basandosi quasi esclusivamente sulle visualizzazioni dà la possibilità a siti quanto meno opinabili di prosperare nel nome della viralità a tutti i costi.

Per questo non bisogna neppure andare a cercare Internet, basta vedere come i quotidiani che oggi se la cavano meglio sono quelli che annunciano i propri articoli con titoloni forti (e spesso non in linea con i contenuti), articoli schierati con poca informazione e tanta opinione di parte, e così via.

Se anche l'editoria "seria" cade in questo tranello (inclusa quella online, naturalmente, cosa su cui anche questo sito è stato criticato più volte), figuriamoci cosa possa succedere in un blog del genere.
Bivvoz02 Settembre 2015, 11:58 #9
Originariamente inviato da: demon77
Bastardo.
E come lui mille altri.

Spulciando il faccialibro è impressionante la mole che si trova di bufale palesi o notizie parziali pesantemente distorte.. con chiusura ad effetto tipo "meditate gente, meditate!"
E tutti i pecoroni ad inoltrare a manetta.. col cervello rigorosmante spento.

E' il lato negativo della rete. Quello citato da Umberto Eco.. qualsiasi c*glione oggi come oggi può far sentire la sua voce.
E più grossa è la caxxata più si diffonde.





+


Pensa a tutti i babbi che hanno passato la notte del 27 agosto a cercare Marte grande quanto la luna
theboy02 Settembre 2015, 12:05 #10
Senzacensura.eu censurato
fico, ora mi fingo senzasoldi (e vengo soldato??) at-tenti!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^