Anche ARM avrebbe sospeso i rapporti con Huawei

Anche ARM avrebbe sospeso i rapporti con Huawei

Dopo Google (con Android), Qualcomm, Microsoft e altre società, anche ARM avrebbe interrotto i rapporti con Huawei per cercare di non entrare nella "black list" dell'amministrazione Trump ed evitando ritorsioni.

di pubblicata il , alle 17:21 nel canale Telefonia
ARMHuawei
 

Continua a crescere il numoro di società che stanno sospendendo i rapporti con Huawei, dopo quanto accaduto negli USA. Dopo Google, Microsoft, Qualcomm e altri produttori anche ARM avrebbe deciso di interrompere la collaborazione con Huawei.

La particolarità è che ARM non è un'azienda statunitense, ma ha sede nel Regno Unito. A rivelare la mossa strategica della società è stata la BBC con un report pubblicato in queste ore. Attualmente esisterebbe solo un memo che è stato comunicato ai dipendenti dell'azienda mentre non ci sono comunicazioni ufficiali.

Huawei smartphone

ARM interromperà così i rapporti con Huawei fino a quando la situazione negli USA non sarà chiarita o sbloccata dall'amministrazione Trump. La motivazione sarebbe dovuta alla partnership che le due società hanno per lo sviluppo dei SoC HiSilicon Kirin che sono integrati negli smartphone di Huawei e Honor.

Queste soluzioni avrebbero al loro interno anche una parte di tecnologia che deriva da aziende statunitensi, rischiando così problematiche con il governo statunitense. Si tratta di un'ulteriore mossa che mette in crisi il produttore cinese considerando che i SoC con architettura di base ARM sono i più utilizzati nel settore mobile (e per i quali Huawei paga regolare licenza).

Huawei non ha attualmente commentato questo ulteriore problema per la realizzazione di smartphone ma sembra che il cerchio si stia chiudendo attorno al produttore. Al vaglio ci sarebbero alcune contromisure come sostituire Android con un sistema operativo realizzato internamente e non affidarsi più a Google Play quanto piuttosto a "store" diversi come Aptoide. Dover progettare SoC ex-novo è però una problematica da non sottovalutare che potrebbe essere anche più grave delle precedenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

132 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
supertigrotto22 Maggio 2019, 18:12 #1

Soluzione: MIPS

Se puntano su MIPS fanno un affare,fra l'altro è diventata open per fare concorrenza a risc V .
Avevo visto telefoni Android su risc MIPS,molto performanti in confronto dei commerciali Arm (si trovavano solo in Cina) e fra l'altro Android si trova già compilato per MIPS e non ci sono problemi di compatibilità delle app.
Forse gli Usa non si rendono conto che non hanno di fronte la Corea del Nord,se iniziano la guerra commerciale ne verranno fuori anche loro con le ossa rotte.
Ginopilot22 Maggio 2019, 18:43 #2
Paradossalmente la politica di trump potrebbe finire per stimolare la concorrenza dei paesi asiatici, nuocendo alle imprese americane.
minatoreweb22 Maggio 2019, 19:09 #3
Son politiche atte a portare ad una guerra, l'unica cosa che gli usa han sempre fatto. Per questioni di egemonia impongono il loro volere e le loro regole al resto del mondo. Cio' che decidono sia bene vietarlo da loro e ostracizzarlo viene vietato e ostracizzato dai più. Il grave è che seguendoli gli altri stati creano recessioni da paura (vedasi italia con sanzioni alla russia). Solo qua da noi in provincia di Cuneo si son persi migliaia di posti di lavoro per aver applicato sanzioni alla Russia. Ora la Cina produce punterie per mietitrebbebbie e altri prodotti agricoli migliori di quelli italiani avendo fatto leva e esperienza sul mercato russo rimasto scoperto. Se prima delle sanzioni il mercato era coperto da prodotti italiani ed era sconveniente investire in ricerca non riscendo ad esser concorrenziali... con le sanzioni si è agevolata la ricerca Cinese aiutata da prezzi di vendita molto più alti per il divieto di vendita italiana. Questo ha creato un effetto a lungo termine che anche col riportare al loro posto le cose non si appianerà.
pabloski22 Maggio 2019, 19:25 #4
Originariamente inviato da: minatoreweb
Son politiche atte a portare ad una guerra


Ma loro campano di guerra. Da quando esistono come nazione, per soli 7 anni sono stati in pace!

E comunque sono alla canna del gas, con un debito impagabile e hanno necessità di azzerare tutta la catena di Sant'Antonio chiamata finanza.

Letto che hanno ricominciato con la Siria? Il "criminale" Assad sta di nuovo gasando i suoi concittadini. E chi ce lo dice? Ma Hayat Tahrir al Sham, alias Al-Nusra, ovvero Al-Qaeda in Siria!!! Gente onesta, sincera ed affidabile. Ma poi dei galantuomini. Ti strappano il cuore in una sola mossa e lo mangiano che ancora pulsa.

Americani ed inglesi che raccolgono al volo le notizie trapelate da Al-Qaeda ed in base ad esse agiscono. Di questo passo è facile credere che l'11 Settembre fu un inside job
chaosblade22 Maggio 2019, 19:41 #5
Sempre più convinto che waway sia immischiata in qualche cosa di grosso
dwfgerw22 Maggio 2019, 19:43 #6
Originariamente inviato da: pabloski
Ma loro campano di guerra. Da quando esistono come nazione, per soli 7 anni sono stati in pace!

E comunque sono alla canna del gas, con un debito impagabile e hanno necessità di azzerare tutta la catena di Sant'Antonio chiamata finanza.

Letto che hanno ricominciato con la Siria? Il "criminale" Assad sta di nuovo gasando i suoi concittadini. E chi ce lo dice? Ma Hayat Tahrir al Sham, alias Al-Nusra, ovvero Al-Qaeda in Siria!!! Gente onesta, sincera ed affidabile. Ma poi dei galantuomini. Ti strappano il cuore in una sola mossa e lo mangiano che ancora pulsa.

Americani ed inglesi che raccolgono al volo le notizie trapelate da Al-Qaeda ed in base ad esse agiscono. Di questo passo è facile credere che l'11 Settembre fu un inside job


Hai dimenticato di dire che la terra è piatta (che va tanto di moda di questa i tempi..ci fanno pure i congressi) e le immancabili scie chimiche, cosí la minestrata sarebbe stata al completo.
WarSide22 Maggio 2019, 19:49 #7
Originariamente inviato da: Ginopilot
Paradossalmente la politica di trump potrebbe finire per stimolare la concorrenza dei paesi asiatici, nuocendo alle imprese americane.


Ma è PALESE che Trump stia nuocendo alle aziende americane con questa politica.

La Cina dovrebbe triplicare i costi delle terre rare con dazi verso le esportazioni US. Voglio vedere quanto tempo passa prima che puntino una pistola alla tempia di Trump per fargli cambiare idea.



In merito ad ARM, ARM è una azienda controllata da fondi US. Direi che di UK è rimasto poco dal punto di vista dell'assetto aziendale.
Sandro kensan22 Maggio 2019, 20:01 #8
Ma Arm non può permettersi di non vendere i suoi progetti di chip alle aziende cinesi! Chi le rimane? Solo Samsung!
Gnubbolo22 Maggio 2019, 20:10 #9
le terre rare ci sono anche in America.
Anzi i più grossi giacimenti mondiali sono in Venezuela. Cile e Bolivia hanno grossi giacimenti. Non vedo problemi a soddisfare il fabbisogno.
Bradiper22 Maggio 2019, 20:11 #10
Al contrario degli americani i cinesi sanno farsi tutto in casa e se non lo sanno fare imparano i poco tempo.
Fossi il governo pagherei le giornate di lavoro a tutti i dipendenti che lavorano per aziende usa per fare sciopero ad oltranza.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^