AMD presenta Mobility Radeon HD 4000

AMD presenta Mobility Radeon HD 4000

Dopo il successo incontrato con la propria soluzione per desktop, la società americana presenta al mercato la versione mobile di RV770. Le prime soluzioni sono attese per i mesi di Marzo e Aprile

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 09:41 nel canale Schede Video
AMDRadeon
 

Con la consapevolezza di aver sviluppato una GPU che, in qualche modo, ha cambiato il mercato, AMD comunica in modo ufficiale di portare RV770 anche sulle realtà mobile.
Come facilmente presumibile, le nuove soluzioni prenderanno il nome di Mobility Radeon HD 4000, e faranno le loro prime apparizioni sul mercato nel corso dei mesi di Marzo e Aprile.

Dal punto di vista architetturale queste nuove proposte derivano direttamente da RV770, con 800 stream processor, supporto per GDDR3 e GDDR5, interfaccia di memoria a 256 bit e compatibilità con tecnologia Crossfire. Il TDP dovrebbe essere inferiore ai 75W

Ecco in dettaglio le specifiche delle nuove soluzioni:

Mobility Radeon HD 4500 - 4300
Mobility Radeon HD 4600
Mobility Radeon HD 4800
SP

80

320

800

Transistor

242 milioni

514 milioni

956 milioni

Potenza di calcolo

108 GFLOPS

432 GFLOPS

880 GFLOPS

Interfaccia di memoria

64 bit

128 bit

256 bit

Tipi di memoria

DDR2, DDR3, GDDR3

DDR2, DDR3, GDDR3

GDDR3, GDDR5

Memory bandwidth

12.8 GB/s

25.6 GB/s

89.6 GB/s

Analogamente al rivale Nvidia, anche AMD ha intenzione di introdurre con questa nuova linea la cosìdetta funzione Hybrid, che consente, attraverso un apposito switch, di selezionare qualche chip utilizzare per il calcolo delle scene video, al fine di risparmiare batteria o sfruttare la piena potenza della GPU. La particolare tecnologia dovrebbe essere compatibile anche con chipset Intel.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

59 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MaxArt09 Gennaio 2009, 09:47 #1
Come, GDDR5? Le 4 le saltano?
Nemios09 Gennaio 2009, 09:48 #2
Oh bene. Era ora. Sto proprio aspettando i prox portatili, quelli del dopo Puma, "Puma2", mi sembra si chiamasse Tigris. Così quando escono e ti danno Windows 7 cambio portatile.
al13509 Gennaio 2009, 09:54 #3
@max
la gddr4 non convengono a nessuno.
Opteranium09 Gennaio 2009, 10:00 #4

ma 75W di tdp

non sono uno sproposito?!?
fpg_8709 Gennaio 2009, 10:02 #5
75 watt... altro ke mobile... speriamo nella tecnologia Hybrid...
Mparlav09 Gennaio 2009, 10:18 #6
I 75W sono riferiti alla HD4800 ovviamente, e per arrivarci dovrebbero avere un clock di 500Mhz o giù di lì.
Più interessante la HD4600, più equilibrata per un classico lcd da 15.4", e sicuramente con consumi più accettabili.
Certo, considerato il periodo d'uscito, non dispero nei 40nm...
giovannifg09 Gennaio 2009, 10:30 #7

Alleluja!

Finalmente, era ora! E speriamo che avvenga quella piccola "rivoluzione" di cui si è resa partecipe la GPU RV770 anche nel settore mobile. Le soluzioni ATI da un anno e qualcosa sembrano scomparse... Non vedo loro che ritornino, e queste shede possono degnamente dar battaglia alle nVidia.
ndwolfwood09 Gennaio 2009, 11:04 #8
Ma non dovrebbero essere pronti con l'RV740 fra due/tre mesi?
Tanto valeva adattarlo subito per i portatili: con i 40nm avrebbero ottenuto consumi inferiori e prestazioni interessanti.
Il mercato notebook è sempre in crescita, sempre più importante e le novità continuano ad arrivare in ritardo? Boh ...
StePunk8109 Gennaio 2009, 11:14 #9
Alleluja.... alla buon ora
Mparlav09 Gennaio 2009, 11:16 #10
Lo sviluppo di nuove soluzioni "costa".
Non è affatto facile rispettare i tempi, specie con i bilanci per la ricerca ridotti all'osso.
Per quanto una gpu mobile sia simile a quella desktop, richiede degli affinamenti, specie per il risparmio energetico, che richiedono sviluppo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^