Microsoft, rivoluzione ai vertici: lascia l'azienda Terry Myerson

Microsoft, rivoluzione ai vertici: lascia l'azienda Terry Myerson

Il CEO di Microsoft, Satya Nadella, ha annunciato una serie di forti cambiamenti ai vertici della compagnia. Lascia Myerson, con l'obiettivo di puntare fortemente verso le future tendenze del settore informatico

di pubblicata il , alle 15:41 nel canale Sistemi Operativi
Microsoft
 

Microsoft ha annunciato a sorpresa alcuni cambiamenti ai vertici, frutto di una poderosa opera di riorganizzazione della compagnia. Il rimescolamento dei responsabili principali della società è correlato al cambiamento di focus, con Microsoft che vuole concentrarsi maggiormente verso i settori di tendenza degli ultimi anni: cloud, divisione già in forte crescita da diversi anni, e intelligenza artificiale. Ad annunciare la rivoluzione ai vertici è stato Satya Nadella.

Il CEO ha inviato un'e-mail ai dipendenti della compagnia in cui fa notare che il cambiamento è stato necessario al fine di ottimizzare il lavoro per la realizzazione di tecnologie più accessibili e utili per le masse. La modifica più forte è chiaramente l'abbandono di Terry Myerson, figura storica con 21 anni all'attivo nella società. L'ultima carica ricoperta era quella di Executive Vice President of the Windows and Devices Group, e lo abbiamo visto più volte durante i lanci della compagnia.

myerson

Nadella ha dichiarato che Myerson proseguirà il suo percorso fuori da Microsoft, ed è probabile che ne sapremo di più nei prossimi mesi. Myerson era stato, durante la sua lunga carriera in Microsoft, a capo di diversi team di ingegneria e sviluppo software, come quelli alla base di Exchange e Windows Phone. Nei prossimi mesi lo stesso Nadella in persona lavorerà a fianco dell'ex-dirigente di Microsoft in modo da rendere il più indolore possibile il processo di transizione.

Parallelamente al rimescolamento dei vertici Microsoft ha annuunciato l'apertura della nuova divisione "Experiences and Devices" con a capo Rajesh Jha, Executive Vice President del Microsoft Office Product Group. L'obiettivo del nuovo team sarà quello di "instillare un carattere distintivo all'interno di tutte le esperienze finali e i dispositivi" di Microsoft, creando un'esperienza Microsoft 365 coesa fra le piattaforme Windows, Office, le app terze e i dispositivi dei partner.

Fra i cambiamenti sostanziali ai vertici citiamo quelli di Panos Panay, che diventa il nuovo Chief Product Officer e avrà l'obiettivo di spingere verso la coesione fra l'hardware e il software prodotto in casa; Joe Belfiore continuerà ad essere il responsabile delle esperienze Windows e del futuro del SO, così come Kudo Tsunoda e Brad Anderson manterranno gli attuali ruoli all'interno - rispettivamente - dei team per le "esperienze ad alto valore" e Windows Enterprise.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LucaLindholm30 Marzo 2018, 19:43 #1

I numeri

Ecco a voi alcuni numeri per quanto riguarda la divisione Windows:

- 700 milioni di utenti attivi su Win 10, con una crescita dell'84% rispetto all'anno scorso
- La divisione ha fatturato 8 miliardi di $, con Surface che continua a rivoluzionare il mercato e Azure che sta conquistando il Cloud computing


Insomma, Myerson può ritenersi soddisfatto.

Fonte: MSPU, SPI, WBI

Axios200630 Marzo 2018, 20:32 #2
Nella sensazionale crescita a 2 cifre di Windows 10 sono inclusi gli utenti di w7 e w8 che si sono ritrovati w10 installato con tattiche simili ai malware? Tipo pop-up senza il tasto di chiusura?

Fonti:
https://www.pcworld.com/article/299...some-users.html

https://www.pcworld.com/article/301...-upgrading.html

Tanto per non perdere la memoria di come certi numeri sono stati raggiunti...

E di come 100 euro risparmiati di licenza creano una schiera di "eternamente grati" a MS...
rockroll31 Marzo 2018, 00:12 #3
Originariamente inviato da: Axios2006
Nella sensazionale crescita a 2 cifre di Windows 10 sono inclusi gli utenti di w7 e w8 che si sono ritrovati w10 installato con tattiche simili ai malware? Tipo pop-up senza il tasto di chiusura?

Fonti:
https://www.pcworld.com/article/299...some-users.html

https://www.pcworld.com/article/301...-upgrading.html

Tanto per non perdere la memoria di come certi numeri sono stati raggiunti...

E di come 100 euro risparmiati di licenza creano una schiera di "eternamente grati" a MS...


Ma M$ non si era posta come scopo di vita la quota di un miliardino di Win10 piazzati (non importa come) in tre anni? Se arriverà a 750M sarà già tanto.

E sarà bene ricordare che tutti trucchetti e le forzature messi in opera durante questa asfissiante campagna di diffusione non sono certo l'unica spinta a favore di Win10: la spinta più potente è quella su cui M$ ha sempre marciato, l'imposizione di fatto di Windows preinstallato!
nickname8831 Marzo 2018, 09:41 #4
Qualcuno poi dovrà spiegare che senso ha resistergli.

Nel 2020 cessa definitivamente ogni supporto a Win7, mentre già da oggi Win10 è l'unico a supportare ufficialmente tutti gli ultimi componenti HW e presto vedremo applicativi in esclusiva, quindi che senso ha lagnarsi se siete destinati a farvelo piacere prima o poi.
Nel caso vogliate passare ad altro invece, che senso ha aspettare il 2020 ?

MS obbliga i produttori di PC al 10 preinstallato ?
Si, ma come è sempre stato indipendentemente dal fatto che in precedenza vi sia stato o meno un obbligo, sta a vedere che all'epoca delle precedenti versioni i PC nuovi non avevano l'ultimo Windows installato ... ( Vista compreso )

[U]Chi non se ne fosse accorto poi Win10 ha l'upgrade obbligatorio e la scadenza del supporto per le vecchie release[/U] ( nel caso qualche furbetto si rifiutasse di aggiornare ). Quando l'intera utenza sarà passata a 10, MS potrà risolvere alla radice il problema del ristagno delle vecchie versioni, uniformando gli OS e far diventare la retrocompatibilità solo un vecchio ricordo.
jepessen31 Marzo 2018, 10:12 #5
Originariamente inviato da: nickname88
Qualcuno poi dovrà spiegare che senso ha resistergli.


Perche' fa figo dirlo.. Qualsiasi cosa faccia Microsoft puoi stare certo che qua sara' pieno di sapientoni che grideranno allo scandalo e vorrano l'esatto contrario per il puro gusto di elevarsi rispetto alla povera massa che si fa infinocchiare tutta mentre loro sono evidentemente piu' intelligenti..
LordPBA02 Aprile 2018, 08:05 #6
Nella mia modesta opinione il bomber del gruppo è Panos Panay
emiliano8416 Aprile 2018, 13:45 #7
Originariamente inviato da: Axios2006
Nella sensazionale crescita a 2 cifre di Windows 10 sono inclusi gli utenti di w7 e w8 che si sono ritrovati w10 installato con tattiche simili ai malware? Tipo pop-up senza il tasto di chiusura?

Fonti:
https://www.pcworld.com/article/299...some-users.html

https://www.pcworld.com/article/301...-upgrading.html

Tanto per non perdere la memoria di come certi numeri sono stati raggiunti...

E di come 100 euro risparmiati di licenza creano una schiera di "eternamente grati" a MS...


quello che dici tu si e' verificato solo nei primi mesi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^