Microsoft riconosce i problemi con i file compressi in Windows 10 October 2018 Update

Microsoft riconosce i problemi con i file compressi in Windows 10 October 2018 Update

Microsoft ha riconosciuto il problema emerso negli scorsi giorni riguardante i file compressi in Windows 10 October 2018 Update: non c'è una soluzione reale, ma un workaround per evitare il problema

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Nel corso degli scorsi giorni sono emersi nuovi problemi per Windows 10 1809 October 2018 Update. Più utenti hanno infatti segnalato anomalie nella gestione dei file .zip e perdite di dati. Microsoft ha riconosciuto il problema e ha consigliato un workaround temporaneo.

L'azienda ha confermato che il problema coinvolge solo Windows 10 October 2018 Update ed è presente in quelle situazioni in cui si copiano o spostano file da cartelle compresse. Il problema sta nel fatto che i file non vengono realmente copiati o spostati, ma vengono anzi cancellati in alcuni casi. Ciò avviene perché, nel caso in cui ci sia un conflitto in cui sarebbe richiesta una sovrascrittura, questa non viene in realtà effettuata, ma i file nella cartella di origine vengono comunque cancellati.

La soluzione più pratica e semplice per evitare questo problema è l'estrazione dei file dalla cartella compressa, così che si agisca poi su file presenti sul disco quando si effettua la copia o lo spostamento. Tale soluzione è lungi dall'essere ideale e non rappresenta una soluzione reale, ma sarà necessario attendere un aggiornamento del sistema perché il problema venga risolto in maniera definitiva.

Nel caso in cui vengano persi dei dati, Microsoft consiglia di controllare nel cestino o di accedere alla cartella dei file temporanei inserendo "%temp%" nella finestra "esegui" (accessibile tramite la pressione dei tasti Windows e R).

Windows 10 October 2018 Update sembra un aggiornamento particolarmente problematico per Microsoft, con problemi vari che ne hanno causato lo stop della distribuzione e un nuovo rilascio in un secondo momento. Questo problema è solo l'ultimo dei molti emersi.

Il modello di "operating system as a service" portato avanti da Microsoft con Windows 10 ha i suoi indubbi pro, come la disponibilità di nuove funzionalità in tempi brevi e senza pagamenti nel passaggio tra una versione e la successiva, ma ha anche indubbi contro, come dimostra chiaramente la quantità di problemi che emerge con ogni aggiornamento e di cui October 2018 Update rappresenta forse il caso più grave dal lancio del sistema operativo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick26 Ottobre 2018, 09:02 #1
Secondo me uno può tranquillamente stare ancora con 7 per un bel pò e poi migrare sul 10 quando sarà rifinitissimo con una tonnellata di aggiornamenti e fix già pronti..
pistu_foghecc26 Ottobre 2018, 09:11 #2

Sempre peggio

Questo win10 sta diventando peggio della controparte mobile. Ad ogni update crescono i bug. Oggi devo tornare a guardare il pc di mio padre….non si apre più l'app posta.
giovanni6926 Ottobre 2018, 09:19 #3
Originariamente inviato da: Rubberick
Secondo me uno può tranquillamente stare ancora con 7 per un bel pò e poi migrare sul 10 quando sarà rifinitissimo con una tonnellata di aggiornamenti e fix già pronti..


Non esisteranno mai più aggiornamenti e fix già pronti... perchè in quasi tutte le versioni di Windows 10 sei costretto ad aggiornare entro un certo periodo. Prendi la versione 1607 (14393): è supportata solo se utilizzi una licenza LTSB (che viene definita 'mission critical' da Microsoft). Risale al 2016 mica 2010...eh!; sono trascorsi due anni o poco più, quelli tipici di un Service Pack vecchia maniera per Windows XP. Peccato che il 99% degli utenti di Windows 10 non possa farlo perchè utilizza una licenza Home, Pro, Enterprise standard. E dopo due anni quella versione specifica è ancora supportata, funzionale e stabile e rimane "1607"... e lo sarà fino al 2026. E non diventerà MAI forzatamente 1803... 1809...
E' questa la logica dell'OS as a service: decidono loro che devi aggiornare altrimenti se non aggiorni rischi di perdere anche gli aggiornamenti di sicurezza oltre che le funzionalità su cui poi altri programmi fanno leva per funzionare.
Rubberick26 Ottobre 2018, 09:32 #4
Non è chiaro quello che intendevo.

Per come la vedo io sto windows 10 è come se fosse ora come ora in continua beta..

Per correggere tutto ci stanno mettendo anni.. per me può aspettare ancora finchè sarà più maturo
BlackQuasar26 Ottobre 2018, 10:00 #5
Originariamente inviato da: Rubberick
Non è chiaro quello che intendevo.

Per come la vedo io sto windows 10 è come se fosse ora come ora in continua beta..

Per correggere tutto ci stanno mettendo anni.. per me può aspettare ancora finchè sarà più maturo


Non e' che questi bugs ci sono da sempre eh? Con ogni nuovo update vengono introdotti nuovi bugs.
frankie26 Ottobre 2018, 10:24 #6
Io non capirò mai perchè escono questi nuovi bug. Forse perchè mettono mano ad un pezzo di codice relativo appunto ai file compressi?
Perchè metterci mano se funziona stabilmente?
LukeIlBello26 Ottobre 2018, 10:46 #7
Originariamente inviato da: Rubberick
Non è chiaro quello che intendevo.

Per come la vedo io sto windows 10 è come se fosse ora come ora in continua beta..

Per correggere tutto ci stanno mettendo anni.. per me può aspettare ancora finchè sarà più maturo


Originariamente inviato da: frankie
Io non capirò mai perchè escono questi nuovi bug. Forse perchè mettono mano ad un pezzo di codice relativo appunto ai file compressi?
Perchè metterci mano se funziona stabilmente?


il problema di win10 è proprio IL modello di sviluppo e rilascio scelti: "as a service" è una frase che suona molto bene (così i fanboys feshion possono usarla per sembrare ganzi), ma ha un significato losco:
"beta perenne", "testata dagli utenti", "bleeding edge".. ovvero "instabile"
e, come i linuxari sanno molto bene (vedi arch, gentoo), NON è adatto assolutamente ad un uso professionale..
perchè nell'ambito del lavoro si richiede stabilità, e un modello bleeding-edge è TUTTO tranne che robusto e stabile
Eress26 Ottobre 2018, 10:54 #8
Edit
Eress26 Ottobre 2018, 10:55 #9
Originariamente inviato da: Rubberick
Secondo me uno può tranquillamente stare ancora con 7 per un bel pò e poi migrare sul 10 quando sarà rifinitissimo con una tonnellata di aggiornamenti e fix già pronti..

Semmai il contrario. Con tonnellate di aggiornamenti futuri la situazione precipiterà definitivamente, per 10 e per gli utenti.
calabar26 Ottobre 2018, 11:35 #10
Originariamente inviato da: Rubberick
Per come la vedo io sto windows 10 è come se fosse ora come ora in continua beta..
Per correggere tutto ci stanno mettendo anni.. per me può aspettare ancora finchè sarà più maturo

Con il modello di sviluppo attuale questo non succederà mai.
Lo scopo del "Windows as a service" è quello di avere una piattaforma software su cui fornire i propri servizi, e di conseguenza questa piattaforma deve introdurre di continuo tutto ciò che serve per ottemperare a questo scopo.
L'ovvia conseguenza è che la continua introduzione di nuove caratteristiche e la loro evoluzione è potenziale fonte di nuovi bug.
Il prodotto non si stabilizzerà mai come tu intendi, quel che serve è semplicemente una fase di test e correzione dei bug più accurata prima del rilascio degli aggiornamenti agli utenti (tralasciando discorsi sul come sia Windows e sulla difficoltà a gestirne la complessità, o sulla competenza dei programmatori che mettono mano al sistema).

Originariamente inviato da: LukeIlBello
hanno dismesso interi team di debug considerati inutili alla luce del nuovo modello di sviluppo

Ma questa è notizia certa? Ci sono informazioni a riguardo?
Sarebbe una mozza davvero azzardata, mi sembra strano che possano aver fatto un passo del genere.
Hai qualche fonte autorevole?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^