LucidTouch, Microsoft ancora sulle tecnologie touchscreen

LucidTouch, Microsoft ancora sulle tecnologie touchscreen

Il colosso di Redmond realizza, in collaborazione con Mitsubishi e l'Università di Toronto, un prototipo di un dispositivo touchscreen con area sensibile anche sul retro

di pubblicata il , alle 15:22 nel canale Multimedia
Microsoft
 

"Touch" è ormai diventata la parola d'ordine degli ultimi mesi nel campo dell'elettronica di consumo. Un dispositivo, soprattutto se particolarmente portatile, sprovvisto di tale tecnologia sembra ormai essere tagliato fuori dal mercato. Moda (e come tale effimera e passeggera) oppure avvisaglia di come sarà il futuro?

Nel dubbio, i principali protagonisti del panorama IT e CE si stanno adoperando per proporre interpretazioni nuove delle tecnologie touchscreen, interpretazioni che si pongono l'obiettivo di facilitare le operazioni dell'utente quando si trova ad aver che fare con questi dispositivi.

L'ultima di queste interpretazioni è "LucidTouch", venuta alla luce niente meno che dai laboratori Microsoft e da quelli di Mitsubishi, con la collaborazione dell'Università di Toronto. LucidTouch è il nome di un dispositivo, attualmente in fase di prototipo, che consente all'utente l'interazione con uno schermo di 800x480 pixel senza la necessità di doverne toccare la superficie. L'interazione è invece resa possibile grazie ad una serie di sensori posti sul retro dello schermo, in modo tale che tutte le operazioni che andremo a compiere saranno perfettamente visibili e la visione non risulterà ostacolata dalla presenza delle mani.

L'operatività è resa possibile grazie ad una rappresentazione virtuale delle nostre dita sullo schermo, in modo tale che si possa avere la piena consapevolezza delle azioni che si stanno compiendo. E' ovviamente previsto anche il metodo di impiego tradizionale, ovvero agendo sulla parte anteriore dello schermo.

Come abbiamo detto poc'anzi, LucidTouch è in fase di prototipo: per mostrare la sagoma delle mani sullo schermo, infatti, è necessaria la presenza di una sorta di minuscola videocamera posta sul retro del dispositivo, collegato ad un PC tramite una porta USB. Il sistema PC si occupa di elaborare le informazioni e di ritrasmetterle a sua volta a LucidTouch. Il gruppo di ricerca sta comunque lavorando affinché LucidTouch possa diventare un dispositivo indipendente da un PC e con maggiori velleità portatili.

Le eventuali applicazioni commerciali di LucidTouch, se mai si arriverà a tale punto e comunque non in un futuro immediato, potrebbero riguardare la realizzazione di sistemi ultraportatili o dispositivi per la navigazione web.

Fonte: Arstechnica

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
El Bombastico06 Settembre 2007, 15:42 #1
Boiata
brona06 Settembre 2007, 15:48 #2
Per me è poco pratico preferisco il touchscreen classico o tuttalpiù la pennina.
II ARROWS06 Settembre 2007, 15:50 #3
Scommetto che è boiata perchè c'è scritto "Microsoft" nell'articolo...

A me invece pare molto interessante, sopratutto se comparato con il brevetto simile di apple...
pin_head06 Settembre 2007, 15:56 #4
prima di fare commenti negativi ci penserei un milione di volte, non essendo un grande esperto di interfacce utenti (a parte un paio di esami e la tesi di laurea).

e se anche fossi un mega esperto, ci penserei un milione di volte lo stesso, anzi in quel caso forse DUE milioni di volte.

questo perché la storia è piena di frasi celebri tipo "640k di ram basteranno a tutti" e altre uscite illuminate del genere.. per cui facciamo attenzione
pin_head06 Settembre 2007, 15:57 #5
prima di fare commenti negativi ci penserei un milione di volte, non essendo un grande esperto di interfacce utenti (a parte un paio di esami e la tesi di laurea).

e se anche fossi un mega esperto, ci penserei un milione di volte lo stesso, anzi in quel caso forse DUE milioni di volte.

questo perché la storia è piena di frasi celebri tipo "640k di ram basteranno a tutti" e altre uscite illuminate del genere.. per cui facciamo attenzione
K7-50006 Settembre 2007, 15:57 #6
Infatti, i prototipi erano tutti delle boiate all'inizio... poi usiamo tutto...

Vediamo, la parola magica della tecnologia. Che poi non si riesca a sviluppare come si pensa vabbè, pace.
spannocchiatore06 Settembre 2007, 16:02 #7
praticamente devono trovare il modo di togliere di mezzo il PC..dura, visto che è proprio il PC che fa il lavoro, cioè cattura ed elabora le immagini della videocamera, inviando allo schermo del prototipo cosa vede (il PC).
..secondo me è un arcaico passo avanti al touchscreen..
oramai questa non è più moda: togliere di mezzo la tastiera e simili, è da troppo tempo che la usiamo, bisognava innovare anche qua..
prima la vista, poi l'udito, adesso il tatto, stanno letteralmente incasinando i 5 sensi..la prossima sfida secondo me sarà l'olfatto, ed alla fine il gusto..ed "enter the matrix!!"
Worp06 Settembre 2007, 16:03 #8
Originariamente inviato da: "
L'interazione è invece resa possibile grazie ad una serie di sensori posti sul retro dello schermo, in modo tale che tutte le operazioni che andremo a compiere saranno perfettamente visibili e la visione non risulterà ostacolata dalla presenza delle mani. L'operatività è resa possibile grazie ad una rappresentazione virtuale delle nostre dita sullo schermo, in modo tale che si possa avere la piena consapevolezza delle azioni che si stanno compiendo.

Tolgono le mani da davanti per permettere maggiore visibilità e poi mettono una videocamera che riprende le dita per poi rappresentarle virtualmente sul monitor... la visione non risulterà ugualmente ostacolata?
Stargazer06 Settembre 2007, 16:04 #9
Originariamente inviato da: brona
Per me è poco pratico preferisco il touchscreen classico o tuttalpiù la pennina.

microsoft non può brevettare quello perchè è già brevettato
Rubberick06 Settembre 2007, 16:13 #10
Originariamente inviato da: Worp
Tolgono le mani da davanti per permettere maggiore visibilità e poi mettono una videocamera che riprende le dita per poi rappresentarle virtualmente sul monitor... la visione non risulterà ugualmente ostacolata?


no, perche' le puoi rappresentare con la giusta % di alpha blending =)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^