Processori Intel Kaby Lake nel 2016: evoluzione, non rivoluzione

Processori Intel Kaby Lake nel 2016: evoluzione, non rivoluzione

Basati su tecnologia produttiva a 14 nanometri e abbinati allo stesso socket attualmente in uso, i processori Intel Core della famiglia Kaby Lake porteranno novità il prossimo anno ma senza cambiamenti radicali

di pubblicata il , alle 11:04 nel canale Processori
IntelCore
 

Intel propone al momento sul mercato i processori della famiglia Core basati su architettura Skylake, proposte che sono in vendita per i sistemi desktop e notebook da alcuni mesi a questa parte. Possiamo già guardare avanti al futuro, indicando nelle CPU della famiglia Kaby Lake la prossima evoluzione delle architetture Intel per sistemi PC.

Questi processori debutteranno nel corso del 2016, continuando ad utilizzare la stessa tecnologia a 14 nanometri che Intel ha abbinato alle CPU Skylake come a quelle Broadwell che le hanno precedute. Kaby Lake, pertanto, rappresenterà una evoluzione di fatto limitata rispetto a quanto offerto da Skylake per quanto troveremo varie novità a livello di superiore efficienza complessiva dei core.

I processori Kaby Lake, stando alle informazioni preliminari pubblicate online dal sito Benchlife.info, verranno abbinati a nuove schede madri basate su chipset Intel della famiglia 200 ma continueranno a servirsi del socket LGA 1151 identico a quello delle soluzioni Skylake. Di conseguenza ci si attende, per questi processori, anche la compatibilità con le schede madri con chipset Intel 100 attualmente presenti in commercio a fronte di un aggiornamento del bios.

Tra le peculiarità dei chipset Intel della famiglia 200 attualmente note segnaliamo anche il supporto, nelle versioni top di gamma, alla tecnologia Intel Optane per gli SSD di prossima generazione, attesi al debutto proprio a partire dal prossimo anno. Non mancherà anche un controller PCI Express 3.0 più evoluto, caratterizzato da un totale di 24 linee PCI Express

Per i processori Kaby Lake non cambierà quindi l'architettura alla base: troveremo controller memoria dual channel di tipo DDR4, compatibile ufficialmente con i moduli DDR4-2400 ma in grado di supportare anche memorie DDR3 al pari dei processori Skylake. Saranno ovviamente diverse le versioni di CPU Kaby Lake per sistemi desktop che Intel presenterà sul mercato: avremo declinazioni dual e quad core con TDP pari a 35 Watt e 65 Watt, oltre alle proposte top di gamma destinate agli utenti più appassionati dotate di moltiplicatore di frequenza sbloccato verso l'alto e di TDP pari a 95 Watt.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AleLinuxBSD18 Novembre 2015, 11:21 #1
PCIe 16G May Take Until 2017
A questo punto occorrerà aspettare il successore dell'Intel Kaby Lake prima dell'ingresso dell'ultima evoluzione, su base rame, dello standard PCI Express 4.0.

Anche se non è male che abbiano deciso di incrementare il numero di linee PCI Express, al livello desktop, per tamponare il prevedibile maggiore uso di questa risorsa dato dalle nuove schedine di memoria SSD.
Nonostante il tutto verrà riservato alle schede top di gamma ...
roccia123418 Novembre 2015, 11:46 #2
Per la primissima volta dopo anni, salta il tick-tock di intel?

Dopo skylake (stesso pp 14 nm, nuova architettura, tock), non dovrebbe esserci un tick (stessa architettura, die shrink)?

Invece qua il pp rimane lo stesso, ma c'è un affinamento dell'architettura...
Tedturb018 Novembre 2015, 11:55 #3
e' alla frutta pure intel. e ormai gli altri la stanno raggiungendo sui PP.
Se AMD tiene botta ancora un po, potrebbe risollevarsi
Morghel7718 Novembre 2015, 12:03 #4
Fail, e la gente che corre a comprarli per cambiare la serie 3000 o 4000, che di fatto sono identiche, a meno che non si consideri progresso un 10% in due anni.
calabar18 Novembre 2015, 12:38 #5
@roccia1234
In realtà era già successo con le revisioni di Haswell (Haswell Refresh) con tanto di nuovi chipset, anche se però stavolta ho idea che i ritocchi possano essere più incisivi.

Oramai i costi per l'evoluzione dei processi produttivi sono diventati abnormi, anche per Intel. Inoltre è diventato sempre più difficile rispettare i tempi, tanto che in più di un'occasione l'uscita di un nuovo processo produttivo è stata rimandata.

Con il rallentamento dei processi produttivi non è da escludere che Intel passi in modo permanente dal "tick tock" ad un "tick tock tack", dove il tack è una revisione della nuova architettura introdotta prima del passaggio al nuovo processo produttivo (fase tick).
Mister D18 Novembre 2015, 12:43 #6
Originariamente inviato da: roccia1234
Per la primissima volta dopo anni, salta il tick-tock di intel?

Dopo skylake (stesso pp 14 nm, nuova architettura, tock), non dovrebbe esserci un tick (stessa architettura, die shrink)?

Invece qua il pp rimane lo stesso, ma c'è un affinamento dell'architettura...


Non è la prima volta, è già successo dopo haswell a 22nn (tock) e doveva essere presentato l'anno dopo broadwell (tick) invece in mezzo c'è stato haswell refresh (tock+ potremmo chiamarlo) sempre a 22nm, poi broadwell (tick) solo per mobile e con due cpu solo per desktop (i5-5675C e i7-5775C) cui ha seguito poco dopo skylake (tock).
Eh già, siamo alla seconda volta e per giunta ancora un nuovo chipset (quindi altre schede madri nuove), ma che mania hanno questi
roccia123418 Novembre 2015, 12:57 #7
Ah, mi ero dimenticato di haswell refresh .

Missà proprio che da tick-tock sono passati a tick-tock-tack .

Comunque ""innovazioni"" davvero col contagocce . Spero che AMD faccia un buon lavoro con ZEN e che dia una smossa al mercato cpu.
cignox118 Novembre 2015, 13:08 #8
Per forza che Intel se la prende comoda. Voi non fareste lo stesso, nella sua posizione?

Ricordo i tempi dell'Athlon: in 5 anni si é visto il passaggio da memory controller esterno a integrato nella cpu, da 32 bit a 64 bit, da single core a dual core, etc etc.

Io ho comprato il mio Core 2 quad 6 anni fa (forse anche sette) e non mi pare che ci sia stata qualche innovazione davvero degna di nota da allora.
AceGranger18 Novembre 2015, 14:55 #9
Originariamente inviato da: Mister D
Non è la prima volta, è già successo dopo haswell a 22nn (tock) e doveva essere presentato l'anno dopo broadwell (tick) invece in mezzo c'è stato haswell refresh (tock+ potremmo chiamarlo) sempre a 22nm, poi broadwell (tick) solo per mobile e con due cpu solo per desktop (i5-5675C e i7-5775C) cui ha seguito poco dopo skylake (tock).
Eh già, siamo alla seconda volta e per giunta ancora un nuovo socket, ma che mania hanno questi


no il socket è quello attuale.
kuru18 Novembre 2015, 15:04 #10
Originariamente inviato da: roccia1234
Per la primissima volta dopo anni, salta il tick-tock di intel?

Dopo skylake (stesso pp 14 nm, nuova architettura, tock), non dovrebbe esserci un tick (stessa architettura, die shrink)?

Invece qua il pp rimane lo stesso, ma c'è un affinamento dell'architettura...


la successione tick e tock si è alterata con gli haswell refresh
hanno aggiunto un tack XD
in pratica: tick (haswell) - tock (haswell refresh) - tack (broadwell)
adesso tick (skylake) - tock (kabylake) - tack (cannonlake)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^