Merom: core per notebook e desktop nel 2007

Merom: core per notebook e desktop nel 2007

La nuova piattaforma Intel Merom, della quale si vocifera insistentemente, verrà presentata nel 2007 e unificherà processori Desktop e Notebook nella stessa tipologia di Core

di pubblicata il , alle 11:56 nel canale Processori
Intel
 

Nel corso del 2007, stando a varie fonti on line, Intel unificherà le proprie linee di prodotto Desktop e Notebook, introducendo un nuovo Core noto con il nome in codice di Merom.
L'obiettivo di Intel con il progetto Merom è quello di valorizzare l'efficienza per MHz dei propri processori, abbandonando progressivamente la sola frequenza di clock quale principale parametro che indica le prestazioni di un processore.

Conroe sarà l'evoluzione specifica per il mercato Desktop di Merom. Al momento si ritiene che Conroe integrerà una cache più grande rispetto a Merom, così da ottenere un ulteriore boost prestazionale, oltre alla rimozione di alcune specifiche caratteristiche tecniche utili in sistemi notebook ma non in un processore desktop.

Una scelta in questa direzione è, del resto, un passaggio pressoché obbligato per Intel. Il produttore americano ha al momento a listino un processore Desktop, modello Pentium 4, che opera a frequenze di clock molto elevate. Dall'altra parte, nel versante notebook, troviamo le cpu Pentium M (Banias e Dothan), caratterizzate da frequenze di lavoro inferiori di circa il 50% rispetto a quelle Pentium 4 ma capaci, ciò nonostante, di ottime prestazioni velocistiche complessive.

Stando alle informazioni attualmente disponibili, Merom deriverà proprio dal progetto Pentium M, trasportando anche nel segmento Desktop le peculiarità architetturali di questo progetto. Questo implicherà che la corsa a frequenze di clock sempre più elevate diminuirà di parecchio, nei prossimi anni, nel segmento dei sistemi Desktop.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Davirock30 Marzo 2004, 12:01 #1

penso...

... che intel per quella data lascerà perdere l'architettura netburst e si concentrerà sulla creazione di un nuovo bus. imho!

però... merom come nome fa veramente pena! come centrino. e come duron.

bye
Mazzulatore30 Marzo 2004, 12:02 #2
Beh, ennesima figur'e mmè per intel.
(IH)Patriota30 Marzo 2004, 12:16 #3
forse un po' tardi ma meglio cosi' , d'altronde con l' escalation di consumi degli ultimi processori ad andare avanti con il trend attuale ci saremmo trovati a breve con alimentatori da 600w di cui 150w da dissipare...
DioBrando30 Marzo 2004, 12:20 #4
Beh, ennesima figur'e mmè per intel.


ma se tutti stavano aspettando proprio questo annuncio, che Intel definisse con chiarezza il tipo di architettura che avrebbe adottato in futuro, sperando che le basi fossero proprio quelle del Pentium M anche e soprattutto per il segmento desktop.

Io alcune volte faccio fatica a capire la gente

cmq per il 2007 c'è tempo
Feanortg30 Marzo 2004, 13:44 #5
Migliorare l'architettura e diminuire i Mhz? Finalmente! AMD lo sta già facendo, visto il "modesto" Ghz di differenza tra Prescott e Athlon64! Personalmente sono tanto soddisfatto dal mio Tualatin a 1,4 Ghz che nei Bench le da al Pentium 4 a 2 Ghz.... Non tanto per la velocità in se, ma per il fatto che dissipa solo 30W! Acceso 24 su 24 non consuma nulla paragonato alle nuove generazioni! Ben vengano altri processori così!
overclock8030 Marzo 2004, 14:03 #6
Non vedo perchè aspettare il 2007 per avere da Intel quello che si può avere già ora da AMD

Di superiore Intel ora come ora ha le dimensioni e la capacità di spendere soldi in marketing , e questo gli permette di vendere i prodotti nonostante tutto...vedasi Celeron 4 dalle prestazioni inguardabili e Prescott che consumano in modo assurdo.
HyperOverclock30 Marzo 2004, 14:15 #7
He si, ci voleva proprio questo cambiamento in casa Intel!
Qualcuno dice che questo merom sarà addirittura multicore e costruito con processo produttivo a 65 nanometri, ed un consumo complessivo di 45 w (solo voci di corridoio naturalmente).
Mi chiedo se nehalem sia ancora in progetto...
marcobrd30 Marzo 2004, 14:15 #8
hehehehehe......
meno male che nn sono poi proprio cosi' stupidi :-D
ultimate_sayan30 Marzo 2004, 14:25 #9
Credo che questa sia veramente una notizia importante! Intel ha da una parte una CPU per Desktop poco innovativa, progettata abbastanza male (o meglio, poco ottimizzata) e che va incontro solo a problemi (temp, consumi ecc.) Dall'altra un gioiello come Centrino... esattamente l'opposto: ottime prestazioni, consumi bassissimi, perfettamente ottimizzata tanto da ottenere alte prestazioni a "basse" frequenze... sinceramente la scelta di abbandonare il progetto P4 è la cosa migliore, non solo per l'azienda ma soprattutto per noi utenti... mi sembra che tra tutte le maggiori case produttrici di hw soprattutto Intel si è dimostrata poco attenta ai suoi utenti. Diciamo che in molti casi se n'è fregata! Una decisione come questa non può che farmi piacere... certo che il 2007 non è proprio alle porte :-(
Apocalisse8430 Marzo 2004, 14:25 #10
Intel ha fatto quello che qualsiasi ditta che punta ad essere leader in un settore avrebbe fatto...
ha attirato la gente con frequenze spaventose che le sono servite a crearsi una clientela molto estesa... è arrivata al limite di questa tecnologia e adesso cambierà strada puntando sull'efficienza e sull'architettura...
E' inutile che si continui con queste morali fatte ad Intel perchè "inganna" l'utente medio... Intel come tutte le ditte punta a vendere e se ne frega di quel 2% dei potenziali acquirenti che quando acquista un processore bada all'architettura, alla dissapazione, ai 30 stadi delle pipeline invece che ai 12 (mi sembra) di AMD...
Forse è triste ma le leggi di mercato sono queste...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^