Due tagli di cache per le cpu Conroe

Due tagli di cache per le cpu Conroe

La prossima evoluzione di cpu Intel per segmento desktop verrà proposta con due differenti dimensioni di cache L2, a seconda del modello

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:16 nel canale Processori
Intel
 

Intel introdurrà nei prossimi mesi le cpu note con il nome in codice di Conroe; si tratta della prossima architettura per le soluzioni desktop, derivata da quella Pentium M attualmente utilizzata per i sistemi notebook basati su tecnologia Centrino.

Conroe verrà prodotto con tecnologia a 65 nanometri e vanterà un rapporto tra potenza dissipata e prestazioni velocistiche decisamente migliore rispetto a quello delle attuali generazioni di processori Pentium D, basati sempre su processo produttivo a 65 nanometri.

Le cpu Conroe verranno proposte, stando alle informazioni pubblicate dal sito VR-Zone a questo indirizzo, in due distinte versioni a seconda del quantitativo di cache L2. La prima con 2 Mbytes, la seconda con 4 Mbytes.

Conroe dovrebbe avere archirtettura con pipeline a 14 stadi, integrando supporto alle principali tecnologie Intel per i processori quali quella VT per la Virtualizzazione, EM64T per il supporto di codice a 64bit ma non quella HyperThreading. Le cpu Conroe avranno ovviamente architettura di tipo Dual Core, introdotta inizialmente da Intel lo scorso anno con le prime cpu Pentium D della serie 800.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

65 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
vetrofragile28 Gennaio 2006, 09:12 #1
Effettivamente con delle pipeline corte è comprensibile l'abbandono del HT,che serviva appunto per riempire quelle lunghe del p4 e pd.
Sarebbe però ugualmente interessante verificarne l'efficacia anche su processori come il conroe.. staremo a vedere.
-fidel-28 Gennaio 2006, 09:44 #2
Vorrei porre una domanda: qualcuno puo' spiegarmi la differenza tra la tecnologia EM64T dei processori intel con l'architettura a 64 bit dei processori AMD? Ho sentito dire che sono due cose diverse... Scusatemi ma io sono rimasto fedele ai buon vecchi 32 bit
-fidel-28 Gennaio 2006, 09:46 #3
Solo una cosa: non mi spiegate però l'architettura a 64 bit che la conosco Solo che continuo a leggere di EM64T come di "supporto ai 64 bit".
-fidel-28 Gennaio 2006, 10:03 #4
Scusate mi autoquoto:

Originariamente inviato da: -fidel-
Solo una cosa: non mi spiegate però l'architettura a 64 bit che la conosco solo che continuo a leggere di EM64T come di "supporto ai 64 bit".


Ok ho già letto tutto nella wikipedia
jok3r8728 Gennaio 2006, 10:33 #5
La VT di intel è come la Pacifica di AMD giusto ??? Ma mi spiegate come funzionano è quall'è il loro scopo ???

Da quel che ricordo hanno a che fare con ex palladium...
-fidel-28 Gennaio 2006, 10:47 #6
Originariamente inviato da: jok3r87
La VT di intel è come la Pacifica di AMD giusto ??? Ma mi spiegate come funzionano è quall'è il loro scopo ???

Da quel che ricordo hanno a che fare con ex palladium...


Sia VT che che Pacifica sono metodi di virtualizzazione implementate in hardware, che permette di far girare più macchine virtuali contemporaneamente sullo stesso processore fisico:nulla a che fare con palladium (se ricordo bone cos'è palladium )
Tecniche di virtualizzazione software esistono da tempo (vedi XEN per linux o VMWare per Linux o Windows - Anche Microsoft mi pare abbia il suo software di virtualizzazione), ma avere tale possibilità in hardware è molto più vantaggioso in termini di prestazioni.

Il discorso sarebbe lungo, per una infarinatura puoi vedere qui , oppure sui siti di AMD e Intel, nella sezione dedicata alle soluzioni Enterprise (server).
-fidel-28 Gennaio 2006, 10:55 #7
Dimenticavo un link:

Per un approfondimento sulla virtualizzazione hardware, con particolare riferimento alla tecnologia Intel Vanderpool (VT), potete leggere qui , se masticate un po' di inglese
overclock8028 Gennaio 2006, 11:26 #8
E nel frattempo AMD pare posticipi l'uscita del socket M2 che porta la DDR2 & C al 3Q dell'anno.

In teoria la notizia può suonare negativa ma mi sa che invece stavolta è una mossa di marketing, lato nel quale AMD è sempre stata inferiore rispetto alla rivale.

Si crea attesa per le nuove Cpu AMD distogliendo potenziali acquirenti dal Conroe che tra l'altro non si sa ancora che livello di competitività potrà avere con le attuali cpu AMD Athlon 64X2.

Io credo che Intel dovrà rincorrere anche col Conroe riguardo alle prestazioni, ergo se la giocherà sul prezzo.
Michelangelo_C28 Gennaio 2006, 11:37 #9
Non sono molto informato su questi aspetti tecnici: quanti stadi ha la pipeline degli attuali Pentium 4 e Pentium D? E gli Athlon 64?
MaxArt28 Gennaio 2006, 11:42 #10
Pentium 4 e Pentium D hanno 31 stadi di pipeline. Gli Athlon64 14, gli Athlon XP 12. Questo per quanto riguarda il calcolo sugli interi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^