AMD ed il lancio delle cpu Phenom X4 Deneb

AMD ed il lancio delle cpu Phenom X4 Deneb

Diverse le indiscrezioni emerse negli ultimi sul lancio, da parte di AMD, della nuova generazione di processori Phenom basati su tecnologia costruttiva a 45 nanometri. Ecco alcune riflessioni.

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 12:07 nel canale Processori
AMD
 

Nel corso degli ultimi giorni sono emerse varie indiscrezioni su quelle che dovrebbero essere le tempistiche di introduzione, da parte di AMD, della nuova generazione di processori Phenom basati su tecnologia costruttiva a 45 nanometri. Parliamo delle cpu note con il nome in codice di Deneb, evoluzione dell'attuale generazione di processori Phenom X4 basati su stepping B3 presenti in commercio.

Partiamo con la prima informazione non ufficiale emersa nei giorni scorsi: il lancio delle cpu Phenom X4 della famiglia Deneb è atteso per i primi giorni di Gennaio 2009, in concomitanza con il Consumer Electronic Show (CES) di Las Vegas. Il CES è storicamente una cornice scelta da AMD per la presentazione internazionale di varie proprie tecnologie, trattandosi della più importante fiera di settore del mercato nord americano.

Un debutto in concomitanza con il CES, tuttavia, implicherebbe il perdere completamente la stagione di vendite natalizia con questi processori, tipicamente quello che è il periodo più ricco in termini di vendite dell'intero anno. D'altro canto, AMD avvierà la produzione di processori a 45 nanometri anche per la famiglia di soluzioni Opteron, ed è ipotizzabile che prima che nel segmento desktop la nuova tecnologia produttiva venga portata all'interno di sistemi server e di workstation.

La motivazione di questa scelta strategica è nel complesso molto semplice: per AMD è preferibile vendere un processore Opteron al posto di uno Phenom, in quanto a fronte di costi di produzione di fatto comparabili si hanno prezzi medi di vendita, i ben noti ASP, ben più elevati per le soluzioni Opteron. In un periodo nel quale il produttore americano ha assoluta necessità di guadagnare quote di mercato e fatturato vendere processori che il mercato premia con un costo d'acquisto più elevato è quindi fondamentale.

Indicare i primi giorni di Gennaio 2009 come possibile data di presentazione delle cpu Phenom costruite con tecnologia a 45 nanometri è quindi plausibile, ma riteniamo che AMD cercherà di anticipare il più possibile il debutto di questi processori, cercando in questo modo di avantaggiarsi dalla stagione di vendite natalizie. Non dimentichiamo inoltre che il produttore americano, nel corso del quarto trimestre dell'anno, dovrà fronteggiare le nuove cpu Intel della serie Core i7, basate su architettura nota con il nome in codice di Nehalem. Queste cpu si porranno, per prestazioni e costi, su un piano superiore rispetto a quelle Phenom a 45 nanometri ma ciò nonostante per AMD sarà indispensabile mostrare una risposta diretta nel segmento di mercato che la vede impegnata.

Si prevede che le prime versioni di processore Phenom X4 basate su architettura Deneb potranno raggiungere frequenze di clock di 3 GHz. Al momento attuale le cpu Phenom X4 sono disponibili, con la soluzione Phenom X4 9950 Black Edition, ad una frequenza di clock di 2,6 GHz pertanto con le migliorie date dalla nuova tecnologia produttiva, e con valori di TDP che non sono previsti in diminuzione, la soglia dei 3 GHz di default pare essere sulla carta accessibile. Resta da capire a che livello di affinamento giungerà AMD con la produzione dei processori a 45 nanometri nel corso dei prossimi mesi: nel passaggio dalla tecnologia a 90 nanometri a quella a 65 nanometri, infatti, AMD ha incontrato vari problemi in termini di massima frequenza di clock raggiungibile con le proprie cpu, evento che ovviamente non deve verificarsi di nuovo se si vuole che le cpu Deneb possano da subito operare a frequenze di clock elevate.

Le cpu Opteron con tecnologia produttiva a 45 nanometri, note con il nome in codice di Shanghai, non dovrebbero raggiungere le stesse frequenze di clock delle corrispondenti versioni per sistemi desktop. Storicamente AMD tende ad avere tagli di clock più elevati, soprattutto al debutto, per le soluzioni desktop e a introdurre cpu Opteron dalla frequenza più elevata solo in un secondo tempo: questo permette di massimizzare le rese produttive, ancor più importanti in processori come quelli della serie Opteron che vengono venduti ad un prezzo medio più elevato delle corrispondenti soluzioni desktop.

Con quali schede madri opereranno le cpu Phenom X4 della famiglia Deneb? Queste cpu saranno proposte per soluzioni Socket AM2+, con la possibilità di venir montate su quelle schede madri Socket AM2 che risulteranno essere compatibili in termini sia di circuiteria di alimentazione che di versione di bios aggiornata. Riteniamo possibile che la maggior parte di schede madri Socket AM2 compatibili con le cpu Phenom X4 in commercio possa agevolmente utilizzare le nuove cpu Phenom X4 basate su tecnologia produttiva a 45 nanometri.

Quale sarà il memory controller abbinato a questi processori AMD? Le cpu Deneb sono pensate per l'utilizzo con schede madri Socket AM2+, pertanto in abbinamento a memorie del tipo DDR2 con una frequenza di clock massima che raggiungerà i 1.066 MHz. Nel corso dei primi mesi del 2009, sicuramente entro la prima metà dell'anno, AMD presenterà varie nuove cpu basate su tecnologia produttiva a 45 nanometri specificamente pensate per l'utilizzo con schede madri Socket AM3 per l'abbinamento con memorie DDR3. Parliamo delle cpu note con il nome in codice di Propus, Heka, Rana e Regor, differenziate tra di loro per il numero di core (4 oppure 3) e per la presenza o l'assenza della cache L3 da 6 Mbytes di capacità.

I nuovi processori Socket AM3 saranno compatibili anche con le piattaforme Socket AM2+ e Socket AM2, come del resto in precedenza già annunciato da AMD, così da permettere ai possessori di piattaforme per cpu Phenom di aggiornare il proprio processore mantenendo la compatibilità con la memoria DDR2. Ovviamente questo verrà ottenuto grazie all'integrazione, in questi processori, di memory controller sia DDR3 che DDR2, caratteristica che invece non è stata implementata da AMD nelle cpu Socket AM2. Di conseguenza, le schede madri Socket AM3 non potranno utilizzare processori Socket AM2 e Socket AM2+ in quanto queste avranno unicamente slot memoria DDR3.

In alcuni report le cpu Phenom per Socket AM3 sono indicate con il nome in codice di Deneb, che dovrebbe essere prerogrativa delle prime soluzioni Phenom X4 a 45 nanometri per piattaforme Socket AM2+. Non è al momento attuale chiaro se queste cpu integreranno memory controller DDR3 direttamente onboard o se saranno limitate a quello DDR2: se il controller fosse doppio se ne ricaverebbe la conclusione che AMD abbia scelto di presentare prima un update di processore e in seguito di rendere disponibile la compatibilità con le memorie DDR3 introducendo la nuova piattaforma Socket AM3.

Uno scenario che veda le cpu Deneb dotate di entrambe i memory controller pare oggettivamente più sensato per AMD: questo infatti implica lo sviluppo di una sola tipologia di processore, adattabile a sistemi inizialmente Socket AM2+ e in seguito AM3 e quindi utilizzabile con le due principali tipologie di memoria DDR a disposizione sul mercato, a seconda delle preferenze dei partner e dei produttori. Quello che AMD ha ufficialmente confermato è il debutto della piattaforma nota con il nome in codice di "Leo", basata su processori Deneb e Propus con tecnologia produttiva a 45 nanometri e Socket AM2+, seguita nel corso del 2009 da quella "Leo Refresh", basata sulle stesse cpu ma dotata di compatibilità con le memorie DDR3 e di conseguenza con le schede madri Socket AM3.

Si prevede il debutto, nel corso del 2009, di versioni di processore Phenom della famiglia FX, così come inzialmente indicato da AMD poco prima della presentazione ufficiale delle prime soluzioniu Phenom X4. Se e quando questo avverrà non è al momento dato di saperlo: l'elemento indispensabile affinché le cpu Phenom possano tornare anche alla famiglia FX, destinata al segmento di mercato enthusiast, è che AMD possa proporre cpu con frequenze di clock sufficientemente elevate, risultato che non è mai stato possibile ottenere con le soluzioni Phenom a 65 nanometri di tecnologia produttiva prescindendo dall'efficienza, o dall'IPC (instruction per clock) di questi processori.

Possiamo inoltre confermare la prossima disponibilità di un nuovo processore AMD della serie Athlon X2: parliamo della cpu Athlon X2 6.500+ Black Edition, di prossima commercializzazione come confermato del resto da questo rivenditore online austriaco. Questa cpu utilizzerà, a dispetto del nome, la stessa architettura delle cpu Phenom X4, ovviamente integrando solo 2 core funzionanti. Per ciascuno di essi troveremo cache L2 da 512 Kbytes di capacità, abbinata a una cache L3 unificata tra i core da 2 Mbytes di capacità. Il TDP massimo dichiarato per questo processore sarà pari a 95 Watt, valore allineato a quello di altre cpu Athlon X2 disponibili sul mercato e quindi tale da assicurare la compatibilità di questa cpu con le schede madri Socket AM2 e Socket AM2+ in commercio, fatto salvo ovviamente l'utilizzo di un bios aggiornato.

Questo processore verrà proposto alla frequenza di clock di 2,3 GHz; il nome Black Edition lascia facilmente intendere che si tratti di una cpu dotata di moltiplicatore di frequenza sbloccato verso l'alto, al pari delle altre cpu Black Edition della famiglia Phenom che AMD ha presentato nel corso degli ultimi mesi. Il nome in codice con il quale è indicato il core utilizzato per questa cpu è quello Kuma, più volte ripreso nelle roadmap delle cpu che AMD ha fornito pubblicamente negli scorsi mesi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Nocinico03 Settembre 2008, 12:17 #1
Speram' forse AMD si ripiglia!
*Pegasus-DVD*03 Settembre 2008, 12:19 #2
speriamo si
okorop03 Settembre 2008, 12:26 #3
speriamo in bene per questi processori....comunque attendo anche gli fx per vedere un po come vanno
GT8203 Settembre 2008, 12:27 #4
Lo spero anch'io, per le nostre tasche...

però la vedo molto buia, le prestazioni di Nehalem sono troppo alte, se non fanno qualcosa saranno due le generazioni in cui AMD sarà stata inferiore...

i consumi non scendono, per arrivare a 3 Ghz il TDP rimane invariato

l'Athlon 6500+ BE mi sembra una trovata di marketing per utonti dato che nessuno di noi penso valuti l'acquisto di un processore con quella scheda tecnica...
2 core, 2.3 Ghz e 95 watt
sembrano i dati di un Windsor F2
za8703 Settembre 2008, 12:28 #5
speriamo davvero forza AMD!!!
manuele.f03 Settembre 2008, 12:30 #6
per come la vedo io amd si sta muovendo bene, ovvero si sta proponendo sul mercato nel modo giusto, con buone piattaforme(complete), durature perchè aggiornabili nel tempo e a prezzi onesti(vedi x48xx)...il problema grosso è l'architettura k10, finchè non troveranno qualcosa per potere contrastare intel sul piano delle prestazione allora tutta questa painificazione partita con l'acquisizione di ati, non potrà avere successo
Mparlav03 Settembre 2008, 12:32 #7
Secondo me i 45 nm desktop arriveranno in massa a gennaio-febbraio, ma in ogni caso Amd farà di tutto per proporre un Black Edition 45 nm da 3.0GHz entro l'anno.
Va' bene il lucrativo mercato server, ma cmq assai limitato in termini di fatturato se rapportato al mobile e desktop, ma Amd ha bisogno di dare un segnale forte di ripresa, e non può presentarsi a mani vuote sotto Natale.
Ciaba03 Settembre 2008, 12:32 #8
Io so solo una cosa, AMD dalla longevità del socket A, o dalla lezione di intel col 775 non ha imparato e continua a non imparare assolutamente niente. La forza di intel non è tanto nei processori(il cui mercato offre prodotti con potenze di calcolo inutilmente sovradimensionate per il 90% dell'utenza mondiale), ma in una piattaforma unica in un range di tempo elevato.
Marcus Scaurus03 Settembre 2008, 12:35 #9
Scusate la domanda, ma allora con i 45nm non ci sarà nessun cambiamento nell'architettura interna della cpu? Quindi solo ddr3 e nuovo socket, ma stessa identica architettura? Neanche piccole modifiche?
Se è così... Peccato davvero...
Notturnia03 Settembre 2008, 12:42 #10
quando usciranno i Nehalem mi sa che AMD chiude se continua ad intestardirsi con queste cose.. non sta facendo nuove cpu solo cucinando diversamente quelle vecchie.. finisce che diventa come VIA e altre compagnie che alla fine si sono trovate relegate a fare CPU entry level per giocattoli...

speriamo che si sveglino.. una volta erano quasi al pari con Intel adesso sono uno zerbino.. e io usavo AMD una volta.. sob..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^