Apple rischia multa da miliardi di euro da UE per evasione fiscale [AGGIORNATO]

Apple rischia multa da miliardi di euro da UE per evasione fiscale [AGGIORNATO]

Attesa per oggi (30 agosto) la sentenza della Commissione Europea che potrebbe stabilire una multa record da miliardi di euro a carico della casa di Cupertino. Oggetto di indagine gli accordi con il governo irlandese che hanno consentito ad Apple di sfruttare un regime fiscale agevolato.

di pubblicata il , alle 10:29 nel canale Apple
Apple
 

AGGIORNAMENTO ore 12:50: Come preannunciato nelle scorse ore, la Commissione Europa ha stabilito che Apple dovrà corrispondere all'Irlanda 13 miliardi di euro per le tasse non pagate

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La casa di Cupertino corre il rischio di ricevere una multa da miliardi di euro - secondo il Financial Times -  da parte dell'Unione Europea per evasione fiscale. La vicenda è legata ai presunti accordi stipulati tra Apple e l'Irlanda per sfruttare benefici fiscali in cambio della promessa di creare nuovi posti di lavoro.

L'Irlanda non avrebbe rispettato le norme fiscali internazionali accordando un trattamento privilegiato ad Apple, un comportamento che ha fatto partire le indagini della Commissione Europea nel 2014. Se l'inchiesta della Commissione Europea si concluderà, come sembra, con l'applicazione della multa sopra citata, si tratterebbe della sanzione fiscale più elevata comminata ad un'azienda a livello europeo.

Nello specifico, il comportamento contestato all'Irlanda riguarda l'applicazione ad Apple dell'aliquota fiscale prevista per le società - normalmente pari al 12,5% - in misura ridotta, ovvero inferiore al 2%. Un comportamento che non rispetta la normativa dell'Unione Europea in base alla quale le autorità fiscali nazionali non possono accordare benefici a singole aziende, mettendo sostanzialmente in atto un aiuto di Stato non consentito. Secondo le autorità dell'Unione Europea, gli accordi illeciti con il governo irlandese hanno permesso ad Apple di ridurre al minimo gli addebiti fiscali in Irlanda nel 1991 e nel 2007. 

Nella giornata di oggi (30 agosto) è attesa la sentenza dell'Unione Europea che concluderà un'inchiesta durata tre anni: il Commissario Antitrust della UE, Margrethe Vestager, fornirà una prima stima delle tasse non corrisposte da Apple grazie agli accordi di favore ottenuti, ma saranno le autorità fiscali irlandesi a determinare, successivamente, l'esatto ammontare delle tasse non versate. Apple e l'Irlanda hanno respinto le accuse e si sono già dette pronte ad impugnare la sentenza presentando appello in caso di pronuncia avversa.

Nel frattempo, il caso contribuisce a far crescere la tensione l'Unione Europea e gli Stati Uniti, che hanno invitato le autorità europee ad abbandonare il caso; il Ministero del Tesoro statunitense ha accusato la Commissione Europea di essere diventata una vera e propria ''autorità fiscale sovranazionale'' che ha messo in pericolo gli accordi internazionali sulla riforma fiscale con l'aggressiva politica di controllo.

Il caso di Apple, anche alla luce del presunto ammontare della sanzione, è quello più rilevante, ma non sono mancati episodi simili. Si ricorda, ad esempio, che la Commissione Europea ha disposto alla fine del 2015 l'obbligo a carico dell'Olanda e del Lussemburgo di recuperare, ciascuna, 20-30 milioni di euro per i vantaggi fiscali accordati rispettivamente a Starbucks e Fiat - procedimenti giudiziari al momento in fase di appello.  Non resta che attendere la pronuncia della Commissione Europea che dovrebbe arrivare nelle prossime ore, per stabilire se la multa sarà effettivamente comminata ad Apple ed a quanto ammonterà. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

29 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
EdElric30 Agosto 2016, 10:44 #1
Se quanto scritto é vero non credo che alla Apple stiano perdendo il sonno in questi giorni..se gli accordi con l Irlanda hanno comportato benefici nel '91 e nel 2007...che sono anni ben lontani dal boom dell' iPhone...non credo ci sarà nessuna mega multa..
Magari é colpevole..ma in quei periodi Apple era tutto fuorché un gigante..quindi saranno altri spicci che l UE raccatta..
pingalep30 Agosto 2016, 10:46 #2
se dentro alla comunità europea ci sono paesi che per attirare capitali giocano sporco la vedo dura in ambito internazionale.

a questo punto si potrebbe fare una lotteria, un tot di paesi estratti a sorte entrano in regime di defiscalizzazione, e tutti insieme si pagano i controlli sull'inquinamento e i diritti dei lavoratori.
demos8830 Agosto 2016, 10:48 #3
Più che Apple, la vedo un po' male per l'Irlanda... se l'han fatto per Apple, è facile che l'abbiano fatto anche per altre big. L'Irlanda vive proprio per le politiche di bassa tassazione, ma se si attira queste grane addosso potrebbe soffrirne non poco.
Interessante anche la reazione statunitense, ma chi si credono di essere? Gli tocchi la Apple per pratiche scorrette in un altro continente e arrivano alle minacce...
Horizont30 Agosto 2016, 10:51 #4
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.hwupgrade.it/news/apple/...cale_64245.html

Attesa per oggi (30 agosto) la sentenza della Commissione Europea che potrebbe stabilire una multa record da miliardi di euro a carico della casa di Cupertino. Sotto inchiesta gli accordi fiscali con il governo irlandese che hanno consentito ad Apple di sfruttare un regime fiscale agevolato.

Click sul link per visualizzare la notizia.


gli "accordi fiscali" con il governo irlandese che hanno consentito ad Apple di sfruttare un regime fiscale "agevolato".......
.....
..
Questa affermazione è il non plus ultra della tragicomicità.
ugo7330 Agosto 2016, 10:51 #5
Curioso di sapere chi pagherà le maggiori tasse e sanzioni se l'Irlanda o Apple e poi Apple si rivale sullo stato irlandese. In sostanza la colpa non è solo di Apple vedremo ...
Avatar030 Agosto 2016, 12:24 #6
Colpa dell' Irlanda.

Ma Apple è buona, e la maxi-multa ai danni dell' isola smeralda deciderà di pagarla lei.

L' isola verrà rinominata iReland.

FINE
Sputafuoco Bill30 Agosto 2016, 12:38 #7
Colpiscono Apple per colpire l'Irlanda, la sua libertà e sovranità fiscale.
La UE vuole un super stato centralizzato sconosciuto alla storia umana, peggio dell'Unione Sovietica. La concorrenza fiscale tra paesi è alla base del benessere, della libertà e dello sviluppo economico. In USA i 50 Stati hanno piena sovranità fiscale e di bilancio, non esiste fiscal-compact e nessuno si azzarda a parlare di armonizzazione fiscale.
Alfhw30 Agosto 2016, 12:42 #8
Il Corriere riporta che la Ue ha appena annunciato una multa di 13 miliardi.
recoil30 Agosto 2016, 12:46 #9
Ireland must now recover the unpaid taxes in Ireland from Apple for the years 2003 to 2014 of up to €13 billion, plus interest.


non ho capito, i soldi finiscono tutti all'Irlanda?
Mparlav30 Agosto 2016, 12:49 #10
http://europa.eu/rapid/press-release_IP-16-2923_en.htm

"The European Commission has concluded that Ireland granted undue tax benefits of up to €13 billion to Apple. This is illegal under EU state aid rules, because it allowed Apple to pay substantially less tax than other businesses. Ireland must now recover the illegal aid."

"As a result of the allocation method endorsed in the tax rulings, Apple only paid an effective corporate tax rate that declined from 1% in 2003 to 0.005% in 2014 on the profits of Apple Sales International.
This selective tax treatment of Apple in Ireland is illegal under EU state aid rules, because it gives Apple a significant advantage over other businesses that are subject to the same national taxation rules. The Commission can order recovery of illegal state aid for a ten-year period preceding the Commission's first request for information in 2013. Ireland must now recover the unpaid taxes in Ireland from Apple for the years 2003 to 2014 of up to €13 billion, plus interest."

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^