Twitter ha chiuso definitivamente l'account di Donald Trump

Twitter ha chiuso definitivamente l'account di Donald Trump

Twitter ha chiuso in modo definitivo l'account @realDonaldTrump che fa capo al Presidente Trump e sta prendendo provvedimenti analoghi verso gli account dei propri sostenitori e della teoria QAnon. Bloccati i tentativi di Trump di aggirare il blocco.

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Web
Twitter
 

Twitter ha bannato in modo permanente l'account del Presidente Donald Trump. L'account @realDonaldTrump è completamente spoglio, senza immagine o tweet e si legge "Account Sospeso". Il social network ha confermato la netta presa di posizione dopo una prima sospensione di 12 ore dell'account nei giorni scorsi, in seguito all'assalto al Campidoglio dei sostenitori di Trump e una tardiva presa di distanze dalla violenza da parte del tycoon, sfociata in alcuni morti e diversi feriti.

"Dopo un'attenta revisione dei recenti tweet dell'account@realDonaldTrump e il contesto che li circonda abbiamo sospeso permanentemente l'account a causa del rischio di un ulteriore aumento della violenza", ha dichiarato ufficialmente Twitter in un post in cui spiega nel dettaglio come si è arrivati a questa decisione. Il social aveva affermato che, dopo la prima sospensione, l'account sarebbe stato bloccato in modo permanente in caso di "violazioni ripetute e gravi della nostra politica di integrità civica", cosa che è avvenuta secondo Twitter con due nuovi tweet pubblicati dal Presidente. I tweet, secondo Twitter, potevano infatti "incoraggiare e ispirare le persone a replicare gli atti criminali" al Campidoglio.

Sono cinque le criticità rilevate da Twitter nei due tweet del Presidente:

  • La dichiarazione del presidente Trump sul fatto che non parteciperà all'Inaugurazione è stata recepita da un certo numero di suoi sostenitori come un'ulteriore conferma che l'elezione non era legittima e rinnega la precedente affermazione fatta tramite due tweet dal suo vice Capo di Stato Maggiore, Dan Scavino, che il 20 gennaio ci sarebbe stata una "transizione ordinata".
  • Il secondo tweet può inoltre servire da incoraggiamento verso chi sta considerando atti potenzialmente violenti nel considerare l'Inaugurazione come un obiettivo sicuro, in quanto Trump non parteciperà.
  • L'uso delle parole "Patrioti Americani" per descrivere alcuni dei suoi sostenitori viene anche interpretato come un sostegno a chi ha commesso atti violenti al Campidoglio degli Stati Uniti.
  • L'affermazione che i suoi sostenitori avranno una "VOCE GIGANTE nel futuro" e che "Non saranno mancati di rispetto o trattati ingiustamente in alcun modo o forma!!!" viene interpretato come un'ulteriore indicazione che il presidente Trump non ha intenzione di facilitare una "transizione ordinata" e invece che intende continuare a sostenere, responsabilizzare e proteggere coloro che credono di aver vinto le elezioni.
  • Piani per future proteste armate hanno già iniziato a proliferare dentro e fuori Twitter, compreso un secondo attacco proposto al Campidoglio e agli edifici della capitale il 17 gennaio 2021.

Nelle ore precedenti a questa decisione oltre 300 dipendenti di Twitter avevano firmato una petizione interna per chiedere il ban definitivo di Trump. Il Presidente ha cercato di aggirare il ban usando l'account @POTUS, ma il tweet è stato rimosso, e così avverrà se userà account di terzi (collaboratori) o deciderà di creare un nuovo account. Trump ha affermato che sta valutando di creare una propria piattaforma social.

Twitter sta inoltre sospendendo gli account dei sostenitori della teoria della cospirazione nota come QAnon, secondo cui esisterebbe un Deep State (formato dalle famiglie più potenti al mondo - Soros, Rothschild - e altre figure eminenti) che agirebbe non solo per creare un Nuovo Ordine Mondiale, ma che sarebbe anche dedito a pedofilia e riti occulti. Questo Deep State starebbe, secondo i sostenitori di QAnon, combattendo con ogni mezzo contro Trump, ultimo baluardo contro questi poteri nascosti.

Anche Reddit prende provvedimenti, Google toglie Parler del Play Store

Oltre a Twitter e la già nota presa di posizione di altri social network (Facebook e Instagram, ma anche Twitch e YouTube) anche Reddit ha preso posizione bannando la bacheca r/donaldtrump in cui si incoraggiavano e glorificavano atti di violenza. La presa di posizione dopo numerosi avvertimenti ai frequentatori (52.000 membri circa). Google ha inoltre rimosso l'app Parler dal Play Store, mentre Apple ha dato un ultimatum e potrebbe procedere nello stesso modo se non ci sarà moderazione sui contenuti: Parler è la piattaforma di microblogging in cui si sono riversarti migliaia di sostenitori di Donald Trump (oltre ad estremisti, antisemiti e sostenitori di QAnon), tanto che da molti è chiamato il "Twitter di destra".

202 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
r134809 Gennaio 2021, 08:52 #1
Era ora, purtroppo con 4 anni di ritardo.
predator8709 Gennaio 2021, 09:07 #2
Sentiremo sparare meno cazzate finalmente..
oatmeal09 Gennaio 2021, 09:41 #3
Decisione giusta dopo i fatti del 6 gennaio. Sono stati 4 anni di follie, bugie e scempi e di certo chiudergli l’account non vuol dire che il trumpismo sia finito, purtroppo è radicato in una buona parte del suo elettorato, ne sentiremo ancora parlare...
Fa sorridere il fatto che il social che forse più di tutti gli ha dato potere mediatico ora gli si è ritorto contro
cdimauro09 Gennaio 2021, 09:44 #4
Originariamente inviato da: r1348
Era ora, purtroppo con 4 anni di ritardo.

*
Pino77709 Gennaio 2021, 10:08 #5
Come ho già detto in un commento a un precedente articolo sulla questione, se non capite la pericolosità del potere detenuto dai cosidetti social, (aziende private a fini di lucro, lo ricordo) che possono decidere chi elevare e chi schiantare nella polvere a loro piacimento senza alcun controllo, beh, allora non c'è proprio speranza e vi meriterete tutto quello che accadrà.
ferste09 Gennaio 2021, 10:10 #6
Avrà più tempo da dedicare a Melania...
deccab18909 Gennaio 2021, 10:19 #7
Originariamente inviato da: Pino777
Come ho già detto in un commento a un precedente articolo sulla questione, se non capite la pericolosità del potere detenuto dai cosidetti social, (aziende private a fini di lucro, lo ricordo) che possono decidere chi elevare e chi schiantare nella polvere a loro piacimento senza alcun controllo, beh, allora non c'è proprio speranza e vi meriterete tutto quello che accadrà.


Non è stato privato di nessuna libertà fondamentale, può continuare ad esprimere quello che vuole facendo comizi, scrivendo , parlando dove vuole. Comunque Trump è stato sospeso per istigazione all'odio e per i possibili nuovi disordini, in Twitter avranno valutato che come persona non fosse in grado di esprimersi senza provocare tensioni. Ha poco a che fare con la condivisione di un pensiero

I social non sono altro che un prodotto e come tale non hanno nulla a che fare con la libertà. Sono macchine per fare soldi.

Se vuoi esprimere un'idea e ne sei capace, scrivi un articolo e non sfruttare invece un luogo dove beoti sono capaci di capire al massimo un meme
megamitch09 Gennaio 2021, 10:19 #8
È stato chiuso l'account personale di Trump o quello istituzionale del presidente degli Stati Uniti ?
Dr.Adder09 Gennaio 2021, 10:20 #9
bene, dovevano farlo prima ma bene. dovrebbero chiudere anche quello di qualcuno qui in Italia
ImmortalChanger09 Gennaio 2021, 10:28 #10
ah sì, vittoria. comunque un po' troppo in ritardo, di 4 anni. adesso (speriamo) la gente sarà meno stupida

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^