Google traccia tutti i tuoi acquisti online: ecco come verificarlo sul tuo account

Google traccia tutti i tuoi acquisti online: ecco come verificarlo sul tuo account

Tutti gli acquisti che vengono gestiti con Gmail finiscono all'interno di una schemata della dashboard dell'account Google. La compagnia, però, precisa che non vengono utilizzati con finalità commerciali

di pubblicata il , alle 17:21 nel canale Web
Google
 

Un nuovo report della CNBC ha segnalato la capacità di Google di tenere traccia di tutta la cronologia di acquisti online, soprattutto relativa alle operazioni gestite attraverso un account Gmail. In realtà non è una notizia del tutto nuova, con la fonte che l'ha segnalata principalmente dopo aver avvistato una nuova pagina dell'account Google delegata proprio al monitoraggio delle attività di acquisto sul web.

Insomma, niente di particolarmente sorprendente, ma è un buon motivo per ricordare agli utenti, e in particolare a quelli del servizio mail di Google, che l'azienda monitora anche questo tipo di informazioni, e non solo quanto avviene su Google Search.

Per verificare la lista degli acquisti passati da Gmail e quindi raccolte da Google è sufficiente indirizzare il proprio browser a questa pagina della dashboard, una volta fatto accesso al proprio Account Google. Quello che sorprende è la quantità di dati raccolti dal servizio di Big G: nome del rivenditore, ID dell'ordine con data di esecuzione, incluso l'orario, data di spedizione e stato della consegna (quando supportato). Non mancano ovviamente le informazioni su prezzo dell'oggetto acquistato, l'indirizzo della consegna, e la possibilità di visualizzare l'email dalla quale Google ha raccolto i dati.

È da segnalare che ogni elemento può essere eliminato dalla cronologia attraverso un tasto apposito, mentre vengono raccolti solo gli acquisti di cui abbiamo conservato le e-mail. Cancellando le e-mail, invece, verrà rimossa anche la voce nella pagina Acquisti, che invece rimarranno se le e-mail sono state archiviate. Quello che forse fa paura della precisione nella raccolta dei dati sugli acquisti da parte di Google è la possibilità di sfruttare più fonti per alimentare il proprio database. Pare inoltre che il colosso abbia stretto un accordo con società che sviluppano sistemi di pagamenti, come Mastercard, con l'obiettivo di collegare acquisti online e offline e avere un database definitivo per ogni singolo utente.

Bisogna comunque specificare che Google non è la sola azienda ad aver possesso della cronologia degli acquisti degli utenti: ad esempio gli istituti bancari la possiedono per i loro utenti, così come anche le aziende legate ai servizi di pagamento (VISA, Mastercard, o anche PayPal, Google con Google Pay, Amazon), sia se gli acquisti vengono fatti online, sia offline. È chiaro che Google può abbinare l'operazione dell'acquisto a molti altri dati rispetto ad altre compagnie, tuttavia pare che non lo faccia con finalità di lucro.

In base a quanto rivelato da Big G a The Verge, infatti, i dati servono ad "aiutare l'utente a visionare facilmente gli acquisti, le prenotazioni e gli abbonamenti in un unico posto e tenerne traccia". Per questo la compagnia ha realizzato "una destinazione privata che può essere consultata" solo dall'utente stesso. Big G promette di non utilizzare le informazioni presenti su Gmail per inviare pubblicità mirata agli utenti, così come questo non avviene con tutti i dati raccolti e poi trasferiti nella pagina degli acquisti nella dashboard.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
lagoduria20 Maggio 2019, 17:30 #1
Se veramente Google abbandonerà Huawei, i telefoni di quest'ultima diventeranno i più sicuri dal punto di vista della pivacy.
tallines20 Maggio 2019, 17:35 #2
"La compagnia, però, precisa che non vengono utilizzati con finalità commerciali"

E cosa se ne fanno di tutti questi dati ?

Li vanno a vendere sulle bancarelle al mercato......
Mparlav20 Maggio 2019, 17:41 #3
Con i dati ci fanno giocare gli stagisti
Nui_Mg20 Maggio 2019, 17:51 #4
Originariamente inviato da: lagoduria
Se veramente Google abbandonerà Huawei, i telefoni di quest'ultima diventeranno i più sicuri dal punto di vista della pivacy.

Sì, di sicuro,...
domthewizard20 Maggio 2019, 17:56 #5
io nella pagina non vedo nessun acquisto, sarà perchè importo le mail con outlook?
polkaris20 Maggio 2019, 18:00 #6
Google comunque dichiara che solo tu puoi vedere i tuoi acquisti: "Only you can see your purchases. Google protects your privacy and security." Ma allora perché me li traccia? I miei acquisti li conosco già ....
SpyroTSK20 Maggio 2019, 18:08 #7
Originariamente inviato da: lagoduria
Se veramente Google abbandonerà Huawei, i telefoni di quest'ultima diventeranno i più sicuri dal punto di vista della pivacy.


Sì, vogliono parlare delle app che usano Baidu?
SpyroTSK20 Maggio 2019, 18:09 #8
Originariamente inviato da: polkaris
Google comunque dichiara che solo tu puoi vedere i tuoi acquisti: "Only you can see your purchases. Google protects your privacy and security." Ma allora perché me li traccia? I miei acquisti li conosco già ....


Per proporti successivamente cose simili tramite inserzioni, Amazon, eBay ecc fanno lo stesso!
Axios200620 Maggio 2019, 19:03 #9
Originariamente inviato da: lagoduria
Se veramente Google abbandonerà Huawei, i telefoni di quest'ultima diventeranno i più sicuri dal punto di vista della pivacy.


Certo. Solo spyware cinesi.
ziozetti20 Maggio 2019, 19:47 #10
Originariamente inviato da: tallines
"La compagnia, però, precisa che non vengono utilizzati con finalità commerciali"

E cosa se ne fanno di tutti questi dati ?

Ufficialmente vengono usati per tracciare la spedizione e mostrarla in Google Assistant; ho dato una scorsa e sono stati raccolti i dati dalle email di Amazon e poco di più.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^