Alcune API di Google non usabili da Facebook

Alcune API di Google non usabili da Facebook

Facebook non potrà più accedere a alcune API di Google che rendevano semplice l'importazione di contatti

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 14:26 nel canale Web
Google
 

Nelle scorse ore Google ha deciso di bloccare l'utilizzo di alcune proprie API da parte di Facebook e questa decisione ha una immediata ricaduta sulla possibilità di importare in Facebook i propri contatti Gmail, o altre informazioni condivise attraverso i servizi di Google.

Facebook ad oggi non ha offerto a Google il medesimo livello di condivisione dei dati, proprio questa pare essere la motivazione che ha spinto il colosso di Mountain View a rivedere i propri piani. Facebook si giustifica sottolineando come le attuali policy di gestione della privacy non consentano di assecondare le richieste di Google, infatti al momento non è disponibile nessuno strumento per esportare la lista dei propri contatti dal social network.

Oltre alle dichiarazioni ufficiali si aprono varie altre interpretazioni, infatti Google potrebbe aver scelto di bloccare l'accesso alle proprie API da parte di Facebook al fine di ostacolare il successo di Facebook, e in particolare l'utilizzo degli strumenti di messaggistica legati al social network. Google fa sapere che il veto al momento imposto a Facebook verrà esteso anche a altri servizi web che non intendono garantire reciprocità nello scambio delle informazioni.

Da quanto riportato da Arstechnica.com Google pare abbia intenzione di utilizzare un metodo discrezionale nell'applicare il proprio veto alle specifiche API, valutando caso per caso e avendo pieno controllo sull'uso delle API in questione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
CaFFeiNe08 Novembre 2010, 14:30 #1
occhio per occhio.
magicken08 Novembre 2010, 14:39 #2
Ma basta con sto Facebook! Ormai riceve pubblicita' GRATUITA da tutte le parti! Qualsiasi cosa facciano menzionano facebook! Radio, tv, programmi, cellulari, software, etc. etc. BASTA BASTA BASTA BASTA BASTA
!fazz08 Novembre 2010, 15:11 #3
Originariamente inviato da: magicken
Ma basta con sto Facebook! Ormai riceve pubblicita' GRATUITA da tutte le parti! Qualsiasi cosa facciano menzionano facebook! Radio, tv, programmi, cellulari, software, etc. etc. BASTA BASTA BASTA BASTA BASTA


non mi pare un post consono con la notizia

ammonizione
Shinji8908 Novembre 2010, 15:27 #4
che sia una conseguenza anche del recente accordo tra facebook e Bing ?
elessar08 Novembre 2010, 15:41 #5
Secondo me la questione Bing non c'entra, da questo punto di vista bisogna dire che Google è estremamente aperta, se qualcuno vuole "fuggire" dai suoi servizi ha solo l'imbarazzo della scelta su come esportare i suoi dati -> guardate anche http://www.dataliberation.org/ , che è un progetto di Google, tanto per intendersi.

Verosimilmente tale apertura, oltre ad essere comoda per gli utenti, facilitava alcuni concorrenti a senso unico; ecco quindi un nuovo limite solo per tali concorrenti, e non per gli utenti.
elessar08 Novembre 2010, 15:57 #6
EDIT: cancellato post duplicato.
magicken08 Novembre 2010, 16:24 #7
Originariamente inviato da: !fazz
non mi pare un post consono con la notizia

ammonizione


Ok, scusami... questi giorni non sono andato a lavoro per malattia e avro' sentito la parola facebook da tutte le parti almeno 100 volte
MaxArt08 Novembre 2010, 17:29 #8
Finirà con Google che acquisisce Facebook...
AndreaG.08 Novembre 2010, 17:58 #9
Originariamente inviato da: MaxArt
Finirà con Google che acquisisce Facebook...


be oggi Fb costicchia.... forse è più economico fargli guerra
The_misterious08 Novembre 2010, 18:52 #10
Originariamente inviato da: MaxArt
Finirà con Google che acquisisce Facebook...

dubito...mi pare che ora come ora vale sui 25 miliardi di dollari

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^