GSMA annuncia le specifiche eSIM: la SIM tradizionale scomparirà presto?

GSMA annuncia le specifiche eSIM: la SIM tradizionale scomparirà presto?

Samsung Gear S2 Classic 3G sarà il primo dispositivo con una eSIM, chip programmabile che permette di cambiare operatore senza dover sostituire la scheda fisica

di Nino Grasso pubblicata il , alle 10:21 nel canale Telefonia
SamsungLGMicrosoftHuawei
 

Sembra questione di tempo perché la SIM tradizionale scompaia definitivamente. Lo scorso anno alcune indiscrezioni volevano che Apple, Samsung ed altre società e operatori del settore stessero collaborando per creare un nuovo standard per la realizzazione di SIM integrate nel dispositivo. Nello specifico, SIM programmabili con cui sarebbe stato possibile passare da un carrier all'altro senza aver la necessità di sostituire schede fisiche all'interno del dispositivo.

La GSMA ha appena annunciato le nuove specifiche eSIM per smartwatch, fitness tracker e tablet, con Samsung Gear S2 Classic 3G che sarà il primo dispositivo sul mercato a disporre della nuova tecnologia. Grande assente, almeno fino al prossimo mese di giugno, la categoria degli smartphone, ma anche in quella data la eSIM non supporterà i carrier multipli su un singolo dispositivo. Sarà possibile salvare più profili di operatori diversi, ma ne potrà essere utilizzato solo uno.

Delle embedded SIM se ne parla ormai da parecchi anni, ma la prima concretizzazione della tecnologia l'abbiamo avuta su alcuni modelli di iPad recenti. Apple ha tuttavia utilizzato una soluzione proprietaria e non uno standard come quello annunciato nelle scorse ore dalla GSMA, che è attualmente supportato da Samsung, LG, Microsoft e Huawei. Fra gli operatori vengono invece citati AT&T, Verizon, Vodafone, Deutsche Telekom, Telefonica ed EE.

Manca nella lista dei nomi Apple e al momento non ci è dato sapere se la società voglia puntare sulla sua Apple SIM introdotta su iPad Air 2, o se affidarsi ad uno standard come i principali competitor del mercato. Secondo voci non ancora ufficializzate la compagnia di Cupertino ha partecipato attivamente nello sviluppo della eSIM di GSMA, con entrambe le parti che si mostravano interessate lo scorso anno a raggiungere un accordo formale sull'argomento.

Oltre ai vantaggi di comodità la eSIM è il 90% più piccola di una scheda SIM tradizionale, e offre la possibilità di risparmiare notevole spazio aggiuntivo in cui possono essere implementate ulteriori componenti elettroniche.

Alex Sinclair, CTO di GSMA, ha commentato sulla novità: "Questa è l'unica specifica comune, interoperabile e globale che ha ricevuto il supporto del settore mobile e che consente ai clienti abbonati ad un piano mobile di collegare i propri dispositivi ad una rete mobile. Le nuove specifiche danno ai consumatori la libertà di collegare da remoto dispositivi diversi, come i wearable, e continuano ad evolvere il processo di connessione fra nuovi e innovativi dispositivi".

Samsung Gear S2 Classic 3G sarà disponibile a marzo, ma è probabile che nei prossimi mesi molti altri dispositivi di diversa natura aggiungeranno la compatibilità con le eSIM. Aspettiamo comunque con ansia l'annuncio delle specifiche per gli smartphone che dovrebbero arrivare nella seconda metà dell'anno.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

39 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7719 Febbraio 2016, 10:26 #1
Il buono della SIM classica è che la tolgo e la metto su vari telefoni al volo.. con questa come si fa?
Rubberick19 Febbraio 2016, 10:27 #2
Appunto è una vaccata, profondamente da evitare.
ThesSteve8719 Febbraio 2016, 10:40 #3
in ogni caso l'operatore potrebbe chiedere un costo di "riprogrammazione" in caso di portabilità, e così si perde il vantaggio di avere una sim materiale sa spostare in caso di cambio di telefono mantenendo però i costi
roccia123419 Febbraio 2016, 10:45 #4
Spero non prenda MAI piede.

È così comodo passare da un telefono all'altro semplicemente cambiando sim...

Con queste... come si fa?

E in caso di vendita del telefono/acquisto di un usato?
zappy19 Febbraio 2016, 11:13 #6
Originariamente inviato da: demon77
Il buono della SIM classica è che la tolgo e la metto su vari telefoni al volo.. con questa come si fa?

Esatto. Se poi non avessero tirato fuori le mini e le nano, che poi ci stavano quelle normali in telefoni molto più piccoli di uno smartphone...
alexdal19 Febbraio 2016, 11:53 #7
con queste devi chiedere all'operatore.

da una parte e' piu' sicuro, perché in caso di furto il ladro non potra' davvero piu' usarlo quel terminale.

In caso di guasto o di passare da uno all'altro l'operatore deve prevedere un cambio sim virtuale.

chiami o vai sul sito e associ un imei ad un altro, se di tua proprietà.

Anche se l'approvano lo utilizzaranno solo certi produttori. Apple a 100& Samsung e Microsoft per i flagship.
forse tutti quelli per utenza aziendale.


Non certo le schifezze cinesi usa e getta con android
Vindicator2319 Febbraio 2016, 11:59 #8
e chi ha un modem router mobile si attaccherà al tram?
peg198719 Febbraio 2016, 12:16 #9
Originariamente inviato da: demon77
Il buono della SIM classica è che la tolgo e la metto su vari telefoni al volo.. con questa come si fa?


Non so voi che vita fate, io la sim la tolgo dal telefono solo se devo cambiarlo, o se si rompe. Mai dovuto fare uno switch tra un telefono all'altro e se è successo sarà capitato 1 volta in 3 anni, quindi sinceramente non lo vedo come un limite.
Forse è proprio il caso di rottura di un telefono il caso dove si posso riscontrare delle problematiche ma anche se uno rimane senza telefono per 12 ore, nel 95% dei casi non è un problema.
demon7719 Febbraio 2016, 12:43 #10
Originariamente inviato da: peg1987
Non so voi che vita fate, io la sim la tolgo dal telefono solo se devo cambiarlo, o se si rompe. Mai dovuto fare uno switch tra un telefono all'altro e se è successo sarà capitato 1 volta in 3 anni, quindi sinceramente non lo vedo come un limite.
Forse è proprio il caso di rottura di un telefono il caso dove si posso riscontrare delle problematiche ma anche se uno rimane senza telefono per 12 ore, nel 95% dei casi non è un problema.


ma si ok.. è vero.
Però insomma, la sim estraibile da quel vantaggio e quella praticità che quando serve è santa.

Per fare un paragone.. io nel bagagliaio ho cric e ruota di scorta. Me li porto in giro per niente da anni, inutili per il 99,9999% del tempo.
Ma quando ti servono meno male che li ho!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^