Google svela Android Auto: il robottino verde arriva anche in macchina

Google svela Android Auto: il robottino verde arriva anche in macchina

Google ha annunciato ufficialmente un nuovo progetto per entrare con forza nei sistemi di infotainment delle automobili. Attraverso la nuova interfaccia, gli utenti potranno sfruttare alcune delle funzionalità di un dispositivo Android anche durante la guida

di pubblicata il , alle 17:31 nel canale Telefonia
AndroidGoogle
 

Sviluppato dalla Open Automotive Alliance, che comprende marchi come la stessa Google, Audi, General Motors, Honda, Hyundai e NVIDIA, Android Auto è sostanzialmente un'interfaccia grafica semplificata per accedere alle funzionalità più importanti di uno smartphone sfruttando il sistema di infotainment di un'autovettura compatibile.

Android Auto

Si tratta di un concetto che Apple aveva già espresso con CarPlay e che arriva dopo qualche mese anche sulla piattaforma diretta concorrente. L'approccio di Google offre qualche chicca esclusiva, garantita dall'enorme novero di servizi proprietari: ogni funzionalità può essere lanciata mediante l'uso esclusivo della voce, ed ogni ricerca avviene contestualmente in base a data, località e ad informazioni sullo stesso utente "note a Google", così come avviene con Google Now.

La ricerca vocale viene lanciata premendo su un tasto dedicato sul volante della vettura, così come avviene su CarPlay con Siri, e l'utente potrà scegliere di interagire anche attraverso i comandi touchscreen sul sistema di infotainment. Android Auto permetterà naturalmente di sfruttare il servizio cartografico Maps proprietario di Google, come tool per la navigazione turn-by-turn, con consigli personalizzati sulla base delle conoscenze maturate sull'utente dall'ecosistema della società.

Android Auto

Attraverso Android Auto, sarà possibile inviare messaggi di testo premendo un tasto e interagendo mediante comandi vocali, in modo analogo con quanto avviene già oggi con Google Now. Sarà possibile navigare all'interno delle proprie librerie su Google Play Music, o anche su una lista di servizi di musica in streaming, fra cui sono stati citati Songza, Pandora, TuneIn, iHeartRadio ed altri.

Google sta intavolando accordi con oltre quaranta produttori di automobili che supporteranno nel prossimo futuro Android Auto. La prima auto con le nuove caratteristiche verrà commercializzata "entro la fine dell'anno", mentre qualche mese prima la società rilascerà gli SDK per gli sviluppatori interessati ad introdurre maggiore supporto e nuovi contenuti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

47 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
hexaae26 Giugno 2014, 17:50 #1
"Gira a destra, e poi... Ma prima fermati ad assaggiare una dissetante Lemon Super Cola, al bar sulla destra a soli 1.5€, e un gelato gratis!"
".... Ricalcolo il percorso..."
laverita26 Giugno 2014, 17:58 #2
Quando crasha si spegne l'auto?
Cappej26 Giugno 2014, 18:20 #3
in questo caso arrivati un po dopo Apple... sono già diverse le case automobilistiche che montano IOS per l'integrazione degli iPhone & C.
Balthasar8526 Giugno 2014, 18:48 #4
Paura!!


CIAWA
Ora9226 Giugno 2014, 19:34 #5
Cosaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa?????????????? ma adesso google simette a fare anche i navigatori??? maè uno scherzo?? L'ultima volta che ho usato google maps per andare a sciare, mi calcola una scorciatoi sconosciuta in messo alle montagne, io tutto contento di tagliare un'ora di strada imbocco questo misterioso tragitto , peccato che dopo una ventina di chilometri questo tragiggo si interrompe. Morale ho dovuto tornare indieto... mai più usato per fare tragitti che superassero la distanza tra casa mia e quella della gelateria più vicina. Navigon tutta la vita!!
gpat26 Giugno 2014, 19:45 #6
Ma tipo commercializzare un terminale 2din sui 300€ che si mette nella plancia della macchina che ho e mi dà radio con DAB, lettore multimediale con sorgenti complete e integrazione con Android? No?

Peccato, aspettate che vado a tirare fuori 20000€ un'auto nuova.... che ha Google Maps, vuoi mettere?
Cappej26 Giugno 2014, 20:01 #7
Bellissimo allo 0:12 il modo in cui descriva l'auto di oggi "Fundamentally a DISCONNCTED vehicle"!
DISGUSTATO!!!!!! un oggetto non connesso!

OVVOVE! FLINSTONE'S !!!!

Personaggio26 Giugno 2014, 20:53 #8
Originariamente inviato da: Ora92
Cosaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa?????????????? ma adesso google simette a fare anche i navigatori??? maè uno scherzo?? L'ultima volta che ho usato google maps per andare a sciare, mi calcola una scorciatoi sconosciuta in messo alle montagne, io tutto contento di tagliare un'ora di strada imbocco questo misterioso tragitto , peccato che dopo una ventina di chilometri questo tragiggo si interrompe. Morale ho dovuto tornare indieto... mai più usato per fare tragitti che superassero la distanza tra casa mia e quella della gelateria più vicina. Navigon tutta la vita!!


Purtroppo questo è dovuto alla classificazione a cazzo delle strade italiane. Faccio un esempio con quelle inglesi: Abbiamo le M (autostrade) le A(principali) le B (secondarie) e le C (Passing place, larghe 2 metri con uno slargo ogni 500 per far passare 2 veicoli in senso opposto, si trovavano in Scozia, ora sono rare) La numerazione delle strade britanniche è ad albero l'A404 inizia dall'A40 che a sua volta inizia dall'A4. Questo tipo di classificazione è diffuso in quasi tutto il mondo tranne che in Italia. Nel nostro paese abbiamo un classificazione in funzione delle aree geografiche che una certa strada attraversa. La SS attraversa più regioni, la SR più province nella stessa regione, la SP più comuni nella medesima provincia. Ma google map le considera come negli altri paesi, quindi se ti trovi su una SP asfaltata e larga, e hai una SR sterrata che ti porta alla stessa destinazione, google map ti consiglierà di usare la SR, stessa cosa succede con due SP dove la sterrata è più corta. Gli altri navigatori, invece, danno un valore sull'importanza di una certa strada a prescindere dalla sua classificazione, ma anche qui ti portano magari a fare sempre le strade principali invece magari di qualche scorciatoia veramente utile. Per esempio se devo andare da Pomezia a Valmontone il TomTom mi fa fare Pontina-GRA-A1, Google map Via dei castelli Romani che taglia l'agro pontino. Alla fine io uso entrambi in base a dove devo andare.
qboy26 Giugno 2014, 21:27 #9
@news la cosa che allontana la maggior parte dei possibili acquirenti è che se il sistema dipende dalla macchina dopo già 1 anno e obsoleto un pò quando si comprava le macchine con i lettori cd, poi sono arrivati gli mp3, poi le chiavette ecc e quindi tutto il bello va a farsi benedire. mi pare di aver sentito però nella conferenza che non sarà cosi, qualcuno può spiegarlo?

Originariamente inviato da: Ora92
Cosaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa?????????????? ma adesso google simette a fare anche i navigatori??? maè uno scherzo?? L'ultima volta che ho usato google maps per andare a sciare, mi calcola una scorciatoi sconosciuta in messo alle montagne, io tutto contento di tagliare un'ora di strada imbocco questo misterioso tragitto , peccato che dopo una ventina di chilometri questo tragiggo si interrompe. Morale ho dovuto tornare indieto... mai più usato per fare tragitti che superassero la distanza tra casa mia e quella della gelateria più vicina. Navigon tutta la vita!!

beh la colpa è stata anche tua, su percorsi delicati e molto soggetti a cambiamenti rapidi ti affidi a gmaps? ti sta bene
Bivvoz26 Giugno 2014, 23:15 #10
Originariamente inviato da: laverita
Quando crasha si spegne l'auto?


Dei a me android non crasha poi tanto spesso, però mi chiedo se l'auto va sempre più piano e alla fine devi riavviarla

Originariamente inviato da: Cappej
in questo caso arrivati un po dopo Apple... sono già diverse le case automobilistiche che montano IOS per l'integrazione degli iPhone & C.


Altre hanno l'integrazione con Windows.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^