Diffusione illecita di quotidiani su WhatsApp e Telegram, la denuncia dell'Ordine dei giornalisti della Lombardia

Diffusione illecita di quotidiani su WhatsApp e Telegram, la denuncia dell'Ordine dei giornalisti della Lombardia

L'Ordine dei giornalisti Lombardia chiede il sequestro dei canali Telegram e WhatsApp. Le rassegne stampa vìolano il diritto d'autore. Galimberti: "Basta con il saccheggio quotidiano degli articoli dei giornalisti".

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Telefonia
TelegramWhatsApp
 

Dopo la presa di posizione della FIEG contro la diffusione illecita dei quotidiani su Telegram, anche l'Ordine dei giornalisti della Lombardia parte all'attacco contro questo fenomeno che si è acuito durante il confinamento forzato a casa di milioni di italiani a causa della pandemia.

L'Ordine dei giornalisti della Lombardia ha chiesto alla Procura di Milano il sequestro dei canali / chat di Telegram e WhatsApp attraverso cui vengono diffusi ogni giorno gratuitamente i pdf di quotidiani e periodici. È stato depositato un esposto in cui si fa presente che, "oltre alla grave e ripetuta violazione del diritto d'autore, […] la Procura potrebbe vagliare anche le ipotesi di reato di ricettazione circa le modalità di alimentazione dei contenuti su tali canali".

Nell'esposto dell'Ordine lombardo c'è anche la richiesta di contestuale oscuramento dei canali di consegna dei PDF dei giornali, oscuramento da ottenere attraverso la collaborazione dei gestori di servizi di telefonia mobile e dati, in modo da interrompere l'attività illecita.

Secondo il legale dell'Ordine dei giornalisti della Lombardia, "dal momento che la società Telegram sembrerebbe avere sede legale a Dubai (come si evince dal sito internet telegram.org), potrebbero essere attivati i canali di cooperazione internazionale in materia di giustizia penale previsti dai Trattati tra l'Italia e gli Emirati Arabi, ratificati e approvati definitivamente con la legge n. 125/2018 che prevede espressamente il sequestro preventivo, il pignoramento, la confisca e la restituzione dei proventi e/o gli strumenti del reato".

Per il presidente dell'Ordine lombardo, Alessandro Galimberti, "la crisi del settore editoriale è arrivata a un punto tale da non poter più sopportare il saccheggio giornaliero, massivo e indiscriminato che i monopolisti del Web attuano scientificamente. Anche per questo è quantomai indifferibile il recepimento da parte del Parlamento italiano della legge europea sul copyright", legge approvata a Strasburgo nel marzo 2019.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

82 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor23 Aprile 2020, 08:34 #1
corretto in linea di principio, ma poi vedi il lavoro che fanno molti giornalisti (per loro capacità o sotto la spinta dell'editore) e ti verrebbe voglia di fare un bel falò con tutti i quotidiani.
Certo se l'Ordine dei Giornalisti facesse il proprio dovere ci saremmo liberati da tempo di molti incapaci, ma è meglio che ce ne siano tanti così che pagano tasse, previdenza, iscrizione all'ordine ecc. rispetto a pochi capaci, onesti e poco "remunerativi".

Quindi non lamentatevi troppo e cercate di fare un buon lavoro: chi l'ha detto che in giro debbano esserci un centinaio di quotidiani? Un po' di sana selezione non guasta.
coschizza23 Aprile 2020, 08:36 #2
Originariamente inviato da: Paganetor

Quindi non lamentatevi troppo e cercate di fare un buon lavoro: chi l'ha detto che in giro debbano esserci un centinaio di quotidiani? Un po' di sana selezione non guasta.


lo dice la costituzione
facciamo un falo anche con quella?
Paganetor23 Aprile 2020, 08:47 #3
la costituzione non dice che sia obbligatorio tenere aperto un giornale, ma che non si possa limitare la libertà di stampa (entro i criteri e i limiti imposti dalla legge).

Se non sta aperto (e ce ne sono tanti che CHIARAMENTE esistono solo per ottenere fondi e supporti vari) chiude, tutto qui.
walley23 Aprile 2020, 08:47 #4
Perchè, se invece che cento di merda ne rimangono 50 seri, la plurarilà non c'è più?
Solo alcuni giorni fa TGCOM24 titolava: morto Sepulveda, autore di cent'anni di solitudine!!!



Paganetor23 Aprile 2020, 08:49 #5
ah, se interpreto bene la tua frase: non intendevo dire che la selezione la faccio io, tu o chiunque altro. Parlavo di mercato, di qualità del prodotto e di incapacità di fornire un servizio (che dovrebbe portare naturalmente alla chiusura di una qualsiasi attività
fabryx7323 Aprile 2020, 08:50 #6
Originariamente inviato da: coschizza
lo dice la costituzione
facciamo un falo anche con quella?


per caso la costituzione dice anche che sono una persona libera e non puoi limitare i miei diritti civili e di libertà? come per caso sta facendo da 2 mesi questo governo incapace a questa parte?
suvvia.....la costituzione è già stata usata diverse volte per pulirsi il .....
Ago7223 Aprile 2020, 09:20 #7
Originariamente inviato da: Paganetor
corretto in linea di principio, ma poi vedi il lavoro che fanno molti giornalisti (per loro capacità o sotto la spinta dell'editore) e ti verrebbe voglia di fare un bel falò con tutti i quotidiani.


Se il giornale fa schifo non si legge. Non si usa questa scusa per rubarlo (download illegale).
Mi immagino la scena da un giornalaio reale. Uno entra, ruba il giornale e quando viene scoperto dice: "L'ho rubato perchè fa schifo e non ho voglia di spendere quei soldi".
biometallo23 Aprile 2020, 09:26 #8
Originariamente inviato da: fabryx73
per caso la costituzione dice anche che sono una persona libera e non puoi limitare i miei diritti civili e di libertà? come per caso sta facendo da 2 mesi questo governo incapace a questa parte?
suvvia.....la costituzione è già stata usata diverse volte per pulirsi il .....


Siamo pesantemente OT ma ti ricordo che si stima che il "lockdown" qui da noi abbia salvato 38 mila vite e pare porpiro che per frontegiare certe emmergenze la costituzione permetta certe limitazioni alla libertà individuale, non solo la nostra ma quella della maggior parte dei paesi del mondo compresi gli stati uniti dove il tema della libertà è molto più sentito, poi se tra essere obbligati a restare chiusi in casa o essere liberi di lasciare i cadaveri dei propri cari in mezzo alla strada sperando che qualcuno passi a racoglierli preferisci la seconda bhe puoi sempre trasferirti in Ecuador...
Paganetor23 Aprile 2020, 09:30 #9
Esatto Ago72: se non rispetta i miei criteri, non lo compro (e non lo rubo).

Mi spiace solo che molti editori si facciano scudo dietro questi numeri per giustificare mancati guadagni (che non avrebbero comunque).

Detto questo, la libertà di stampa va tutelata ma vi ricordo che anche la stampa deve rispondere alla giustizia quando scrive il falso, inneggia al fascismo, crea allarmismo ecc. Cosa che purtroppo non accade.
Opteranium23 Aprile 2020, 09:40 #10
il giornalismo spazzatura non può essere la giustificazione alla pirateria. Peraltro sarebbe un controsenso: se fa schifo, perché lo scarichi?

Piuttosto mi sorprende il fatto in sé: il quotidiano costa 1-1,5 euro, che fanno 350-550 euro all'anno, e questo per il cartaceo, perché con la fruizione digitale i prezzi sono molto più bassi. Seriamente c'è qualcuno, che non rientri nella categoria di povertà, incapace di permettersi una simile spesa? E scommetto che buona parte di chi pirata abbia un abbonamento in palestra full optional dal prezzo annuo ben superiore..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^