Controller Serial ATA a 4 canali

Controller Serial ATA a 4 canali

Esposte al Computex di Taipei numerose schede madri dotate di controller Serial ATA a 4 canali, con funzionalità Raid

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:50 nel canale Storage
 
Tra i padiglioni del Computex di Taipei sono state esposte, la scorsa settimana, numerose nuove schede madri sia Pentium 4 che Athlon 64 e Athlon XP. La ricerca di accessori sempre più particolari ha spinto vari produttori ad integrare nuovi controller Serial ATA, con supporto sino a 4 canali.

serial_ata_4_canali.jpg


Nell'immagine un particolare di una nuova scheda madre EpoX basata su controller Serial ATA Silicon Image a 4 canali. Una soluzione di questo tipo permette di collegare sino a 4 hard disk Serial ATA, configurando catene Raid di tipo 0, 1, 0+1 oppure addirittura Raid 5.

La praticità di una soluzione di questo tipo è indubbiamente molto elevata: diventa infatti possibile configurare soluzioni molto performanti con hard disk Serial ATA, oppure massimizzare la ridondanza dei dati con catene Raid 0 oppure Raid 5, senza dover acquistare un controller Serial ATA esterno.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zac 8902 Ottobre 2003, 16:03 #1
Ma i controller raid 5 nn costano + di 500€???
non è che la mobo costerà il doppio x il controller???
Mazzulatore02 Ottobre 2003, 16:29 #2
ovviamente non sarà lo stesso del controller da 500€ per via delle prestazioni, buffer ridotto, però il raid 5 è il vero raid e questa è una buona notizia.
lasa02 Ottobre 2003, 16:40 #3
Ben vengano....
paulgazza02 Ottobre 2003, 16:48 #4
si comincia a ragionare: 4 sata sul silicon, 2 sata + 2x2 parallel sul chipset... cool!
toshio02 Ottobre 2003, 16:49 #5
Ehm... Qualcuno potrebbe rinfrescarmi la memoria?
Sono fermo al 0+1 e 'sto raid 5 non l'ho ancora capito...
Grassie!!!
frankie02 Ottobre 2003, 17:00 #6
come il futuro Via 8239 a 4ch sata
Wonder02 Ottobre 2003, 17:17 #7
x mazzuolatore
NO dai, il vero raid per spendaccioni è sempre 0+1

x toshio
RAID 5 è come il RAID 0+1 ma il mirroring invece di farlo su 2 HDD si fa su 1 solo HDD (quindi 3 HDD in tutto) dove vengono salvati i codici per ricostruire gli altri 2.
Il vantaggio è che hai 3 HDD invece di 4
Lo svantaggio è che in caso di perdita di dati, la ricostruzione è molto lunga (come tempi)
Questo in soldoni...
mom475102 Ottobre 2003, 17:51 #8

boh?

Spero di sbagliarmi, ma ho dato un occhio al datasheet del chip S.I. 3114 ( qui: http://www.siimage.com/documents/SiI3114PB_090103.pdf ) e non parla affatto di RAID 5.
Di conseguenza, escludo che al suo interno sia implementata in hardware l'unità logica per il calcolo degli XOR, indispensabile per ottenere la parità bit a bit di tutto quello che transita sul bus, senza gravare sul processore. Di conseguenza, sarà tutto fatto dal software, con un peso non trascurabile per la CPU. Tanto vale allora usare lo stripe set with parity integrato nell'OS.

In sostanza, se il RAID 5 è fatto come penso, allora è meglio sacrificare un disco in più e fare uno 0+1
Vince 1502 Ottobre 2003, 20:44 #9

Ma io...

Scusate, io ho una Abit AT7 Max2 e ho già il supporto per 4 HD SATA da poter usare con il RAID 0, 1 o 0+1. Dove sta la novità?
Bicio3002 Ottobre 2003, 21:17 #10

raid software....

questi tipi di controller, visto il costo, implementano solamente un raid via driver...
ecco perche' come ha scritto qualcuno, una sk dedicata raid costa 500 euro.. quella e' una scheda che fa raid in hw (processore dedicato con memoria di buffer)
saluti a tutti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^