Microsoft rende Windows Forms, WinUI e WPF open source

Microsoft rende Windows Forms, WinUI e WPF open source

Microsoft ha annunciato l'apertura del codice di tre componenti fondamentali di Windows: Windows Forms, Windows Presentation Foundation (WPF) e Windows UI XAML Library (WinUI). Il codice è disponibile su GitHub

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ingframin06 Dicembre 2018, 11:26 #11
Originariamente inviato da: fano
Questa limitazione però non la capisco proprio! Capisco che Microsoft non abbia voglia di investire tempo a creare una GUI framework funzionante per Linux e MacOS, però perché non accettare PR in questo senso?

Con Winform è abbastanza ridicolo tra l'altro visto che c'è la versione di Mono (che sempre Microsoft è!) che è già xplat quindi basterebbe mergiare le due


Il testo completo è:

Most .NET Core components are cross-platform and we appreciate contributions that either improve their feature set in a given environment or that add support for a new environment. We will typically not accept contributions that implement support for an OS-specific technolology on another operating system. For example, we do not intend to create an implementation of the Windows registry for Linux or an implementation of the macOS keychain for Windows. We also do not intend to accept contributions that provide cross-platform implementations for Windows Forms or WPF.


In pratica non vogliono compromettere la codebase con cambiamenti per os specifici, né supportare implementazioni per altri OS. TLDR: Se vuoi WPF su linux, devi forkarlo e mantenertelo da solo. Se contribuisci con qualcosa che migliora senza compromettere la code-base, il cambiamento è ben accetto.
pabloski06 Dicembre 2018, 11:36 #12
non capisco perche' ci sia gente che si sta fasciando la testa

i fork esistono, anzi nel mondo oss sono la norma

la codebase di wpf e winforms sara' una cosa enorme, se si mettono ad accettare patch ( che sarebbero molte ) per renderla cross-platform, ci scappa il morto

senza contare che all'interno dell'azienda c'e' la divisione dev tools che e' fortemente pro opensource, ma le altre ( quella windows in particolare ) lo sono molto meno

e poi c'e' il supporto commerciale che andrebbe esteso

cioe' cavolo, e' una buona notizia, prendetela per quella che e'

non avremo un competitor di qt domani mattina, ma se la comunita' ci si mette, potremmo vederlo comparire entro qualche anno

chi ci perde in tutto questo e' Oracle, che puo' dire ciao ciao a javafx
fano06 Dicembre 2018, 11:40 #13
Capisco che portare il registro su Linux è un po' una porcata (un'applicazione .Net che usa il registro non è davvero multipiattaforma), ma il problema è che Winform e WPF sono dentro il .Net Runtime e sembrerebbe ovvio poterlo usare su tutti gli OS che .Net Core supporta.

Il fatto che Winform è semplicemente un wrapper di Win32 e quindi sarebbe impossibile renderlo xplat potrebbe pure essere vero (ma è stato già fatto... da Mono, quindi no non è vero), ma WPF è stato scritto fin dall'inizio per essere xplat infatti lo era con Silverlight con il quale potevi addirittura creare applicazioni multi-piattaforma che giravano senza bisogno del browser!

La soluzione probabilmente ideale sarebbe di farne un terzo che sia xplat dall'inizio, ma deve essere fatto da loro, intregrato come si deve in Visual Studio (designer), ecc...

Il fatto che non esiste un modo "ufficiale" per disegnare GUI su .Net è il grande difetto della piattaforma.
LukeIlBello06 Dicembre 2018, 12:10 #14
Originariamente inviato da: fano
Capisco che portare il registro su Linux è un po' una porcata (un'applicazione .Net che usa il registro non è davvero multipiattaforma), ma il problema è che Winform e WPF sono dentro il .Net Runtime e sembrerebbe ovvio poterlo usare su tutti gli OS che .Net Core supporta.

Il fatto che Winform è semplicemente un wrapper di Win32 e quindi sarebbe impossibile renderlo xplat potrebbe pure essere vero (ma è stato già fatto... da Mono, quindi no non è vero), ma WPF è stato scritto fin dall'inizio per essere xplat infatti lo era con Silverlight con il quale potevi addirittura creare applicazioni multi-piattaforma che giravano senza bisogno del browser!

La soluzione probabilmente ideale sarebbe di farne un terzo che sia xplat dall'inizio, ma deve essere fatto da loro, intregrato come si deve in Visual Studio (designer), ecc...

Il fatto che non esiste un modo "ufficiale" per disegnare GUI su .Net è il grande difetto della piattaforma.

su mono (monodevelop) c'è il supporto alle gtk#, anche per costruire GUI..
ma penso che ora colle winforms OSS, vireranno tutti su quelle
jepessen06 Dicembre 2018, 15:00 #15
Originariamente inviato da: fano
Il fatto che non esiste un modo "ufficiale" per disegnare GUI su .Net è il grande difetto della piattaforma.


Assolutamente no dato che la piattaforma e' nata per applicazioni e servizi web, roba in cui eccelle e in cui stanno mettendo un sacco di impegno e novita' (vedi Razor tanto per dirne una).

Il market share per applicazioni nei dispositivi invece che web ce l'hanno tablet e smartphone, che sono una marea in piu' rispetto alle installazioni Linux, e li' si possono tranquillamente sviluppare belle applicazioni multipiattaforma con Xamarin, che e' un ottimo ambiente di sviluppo sempre basato su C# e .NET per realizzare applicazioni multipiattaforma iOS, UWP e Android...
imayoda06 Dicembre 2018, 18:05 #16
lo dicevo da anni che ms inizia a farsi scrivere il codice da altri...
povery
LukeIlBello06 Dicembre 2018, 18:20 #17
Originariamente inviato da: imayoda
lo dicevo da anni che ms inizia a farsi scrivere il codice da altri...
povery


veramente ha cominciato gia negli anni 80 quando creò NT..
che era di digital inc... e che loro hanno acquisito insieme ai dipendenti
imayoda07 Dicembre 2018, 04:23 #18
Originariamente inviato da: LukeIlBello
veramente ha cominciato gia negli anni 80 quando creò NT..
che era di digital inc... e che loro hanno acquisito insieme ai dipendenti


Acquisire è una cosa, sfruttare è un'altra.. Mi ricorda la mela

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^