Linux girerà su Solaris grazie a Janus

Linux girerà su Solaris grazie a Janus

Sun ha annunciato che le applicazioni per Red Hat Enterprise 3 gireranno su Solaris 10 grazie a janus

di pubblicata il , alle 16:37 nel canale Programmi
 

Sun ha annunciato che le applicazioni per Red Hat Enterprise 3 gireranno su Solaris 10 grazie a janus.

Gli amministratori di sistema avranno a disposizione tutti i pregi dei servizi offerti da un ambiente Solaris, ma anche tutte le applicazioni disponibili per Red Hat Enterprise 3.

Alla base di queste nuove opportunità vi è Janus, un software che fa "da tramite" tra Solaris e gli applicativi, garantendone la piena operabilità.

Janus sarà compreso nella licenza di Solaris e potrà girare su sistemi X86 Xeon e Opteron.
Pare sia allo studio una versione di Janus capace di far interagire con Solaris anche tutto il codice di SuSE Linux.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ilsensine04 Agosto 2004, 16:48 #1
Ironia della sorte...fino a un pò di tempo fa, era su linux che si sviluppavano wrapper per eseguire programmi compilati per altri unix...
krokus04 Agosto 2004, 19:07 #2
...e invece adesso sono gli altri Unix che inseguono...anche FreeBSD ha la compatibilità con i binari Linux a livello di kernel...
joe4th04 Agosto 2004, 21:23 #3

vecchi tempi...

Janus non era la scheda AT-compatibile per Amiga 2000?
joe4th04 Agosto 2004, 21:33 #4
L'unico problema di queste compatibilita'
e' che all'inverso funzionano in maniera
peggiore... perche' ti devi portare
dentro tutte le librerie di base
degli applicativi (XFree, glibc, etc.)
(analogamente a quando in Linux si
usavano gli eseguibili di SCO). Ma Linux
non e' come Solaris dove una libreria
scritta 10 anni fa ancora continua a funzionare.
In Linux stesso sui binari hai gia' problemi se cambi
glibc, memory model, etc.
(e cio' avviene ogni mese), figuriamoci su
un'altro OS...

Inoltre certe frasi fanno ridere: "e' allo studio
una versione per la compatibilita' di tutto
il software di SuSE Linux". Non significa nulla.
La compatibilita' dei binari si ha solo a
livello di kernel/glibc/librerie. Tutte le
altre cose di compatibilita' con una
distribuzione piuttosto che un'altra e' aria fritta...

Inoltre a quel punto se uno ha bisogno
di fare girare gli applicativi di RH3
(saranno sicuramente applicativi
del calibro di Oracle, etc.,
ovvero commerciali,
altrimenti si installa la versione nativa
ricompilata per Solaris)
tantovale che sul Server Solaris X86/Opteron
si installa direttamente RedHat Enterprise 3.
Mi sembra solo una mossa commerciale
per poter dire ai clienti che c'e' molto piu'
software disponibile di quello che c'e' in realta',
visto che nessuno avra' pronto nulla per
Solaris/Opteron...

Bah...
cdimauro05 Agosto 2004, 07:00 #5

Re: vecchi tempi...

Originariamente inviato da joe4th
Janus non era la scheda AT-compatibile per Amiga 2000?

Hai un'ottima memoria...
ilsensine05 Agosto 2004, 11:33 #6
Originariamente inviato da joe4th
Ma Linux non e' come Solaris dove una libreria
scritta 10 anni fa ancora continua a funzionare.

Su linux continua a funzionare il formato a.out, retaggio della preistoria...
In Linux stesso sui binari hai gia' problemi se cambi
glibc, memory model, etc.
(e cio' avviene ogni mese)

No, avviene quando serve.

Tutti esperti di come è fatto linux, ultimamente
joe4th05 Agosto 2004, 17:26 #7

il sensine

Lo so che a.out funziona ancora oggi,
ma i programmi e le relative librerie in quel
formato non e' detto che siano ugualmente stabili
o funzionino perfettamente. Ti posso citare
decine di vecchie applicazioni (anche
a.out) che non funzionano piu' o funzionano
male su sistemi con librerie recenti.
Si poi forse specificando LD_ASSUME_KERNEL=2.4.X
si riescono a far partire vecchi
applicativi java o vecchie macchine virtuali
java sul kernel 2.6, tanto meglio. Oppure dopo averci perso una giornata di lavoro (e da utenti esperti)
a mettere e togliere librerie...
Inoltre non ci sono solo le librerie ma anche
altri file di sistema necessari alle applicazioni
che cambiano (esempio tutte le estensioni di locale di
XFree) [es. tempo fa una nuova modifica a uno dei
vari locale.alias|dir di XFree faceva crashare un
vecchio Wordperfect 8].
Oppure ancora l'applicativo potrebbe funzionare
con il vecchio ma non con la nuova libreria,
che magari non puoi sostituire con un
semplice LD_LIBRARY_PATH perche' usa l'rpath
assoluto (deprecato) e il path vecchio e' gia' occupato dalla libreria nuova e incompatibile.

Quindi a livello accademico Linux e' anche
compatibile con i binari di 10 anni fa,
ma a livello produttivo (immagina applicativi
enormi come Oracle) non lo e'.
Specie perche' molti programmatori (e' cio' e' tanto piu' vero quanto piu' le applicazioni
sono commerciali) se ne fregano di seguire
gli standard e continuano ad aggirarli
(cio' si nota quando un applicativo commerciale
viene messo ad esempio sotto GPL: i team opensource
si mettono le mani nei capelli e passano
mesi a ripulirli chiedendosi come facevano
prima a funzionare con i sorgenti
in quelle condizioni...).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^