SPD programmati e configurabili sul modulo memoria

SPD programmati e configurabili sul modulo memoria

Un produttore di memorie giapponese ha introdotto un modello DDR2 dotato di vari chip SPD, con differenti timings programmati configurabili agendo su uno switch meccanico

di pubblicata il , alle 09:11 nel canale Memorie
 

Un produttore di memorie giapponese, Century Micro, ha introdotto un modello DDR2 dotato di vari chip SPD, con differenti timings programmati configurabili agendo su uno switch meccanico.

La finalità di questo prodotto è quella di offrire maggiore flessibilità di configurazione con quelle schede madri che sono dotate di supporto alla memoria DDR2, ma che non permettono di configurare da bios i timings di accesso.
Si tratta nel complesso di un'eventualità abbastanza remota, ma comunque quetsi prodotti hanno una loro utilità pratica. Mancano dettagli sul costo d'acquisto; a questo indirizzo e a questo indirizzo sono disponibili ulteriori informazioni fornite dal produttore.

nmpd1.jpg

nmpd2.jpg

nmpd3.jpg

I moduli possono essere configurati secondo 4 modalità predefinite, abbinando frequenze di lavoro ai vari timings così da mantenere piena stabilità operativa durante l'uso.
I moduli hanno capacità complessiva di 1 Gbyte, basati su chip Hynix oppure Elpida.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito AkibaPC a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
stalker17019 Dicembre 2005, 09:17 #1
Indubbiamente è interessante come soluzione anche se io preferisco un software che possa permettere il flashing dell'spd un pò come avviene con i bios delle vga
ThePunisher19 Dicembre 2005, 09:18 #2
"quetsi"
ThePunisher19 Dicembre 2005, 09:18 #3
Quoto Stalker.
heavymetalforever19 Dicembre 2005, 10:34 #4
Cosi poi se qualcosa va male, voglio vedere come fai ripartire il PC....

Cloud7619 Dicembre 2005, 10:36 #5

"Si tratta nel complesso di un'eventualità abbastanza remota"

Secondo me non è poi così remota l'eventualità che la scheda madre non permetta di configurare da bios i timings di accesso, non so come funzioni per le DDR2 perchè al momento non le ho ancora usate ma per le DDR ci sono tante schede madri, prevalentemente con bios AMI, che sono poco configurabili sia per quento riguarda i settaggi delle RAM sia per quanto riguarda la CPU.
C'è poi sempre il dubbio... ma se uno compra una scheda madre del genere ha interesse a modificare timings ecc? Secondo me sarà un po' di nicchia ma sarà sicuramente utile per chi ha poca dimestichezza con i settaggi del bios...
Special19 Dicembre 2005, 10:52 #6
Quoto Cloud
Mi sembra una stupidaggine...
I timings se li modifica principalmente chi occa...
E chi occa si sceglie mobo che permettono di cambiare i timings..
aLLaNoN8119 Dicembre 2005, 11:45 #7
Questi moduli di memoria sono fondamentalmente un esercizio di stile, quindi assolutamente inutili a mio avviso
JohnPetrucci19 Dicembre 2005, 12:02 #8
Anch'io li ritengo inutili, visto che giustamente nell'overclock uno si sceglie una scheda madre adeguata con timing e tutto.
+Benito+19 Dicembre 2005, 13:47 #9
una misera utilità possono averla. In centri di calcolo in cui si utilizzano piattaforme multiprocessore, potrebbe essere utile avere la possibilità di aumentare la velocità di calcolo a scapito dell'affidabilità in (qualche raro) caso. Mi viene in mente un'elaborazione che richiede giorni di lavoro, poter aumentare le prestazioni anche dello 0,% significa minuti o ore risparmiate, sempre che non si esageri con le prestazioni....anche se a dirla tutta non ho capito se queste memorie supportano ECC...
Sig. Stroboscopico19 Dicembre 2005, 14:19 #10
Ehehehehh

Un cambio a marce!

Ahahahahahah

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^