Memorie GDDR5 per le schede ATI Radeon

Memorie GDDR5 per le schede ATI Radeon

AMD ha anticipato che utilizzerà tecnologia di memoria GDDR5 per la propria prossima generazione di schede video top di gamma

di pubblicata il , alle 12:08 nel canale Memorie
ATIAMDRadeon
 

Nei giorni scorsi abbiamo in varie news evidenziato quelle che saranno le caratteristiche tecniche delle prossime generazoni di schede video ATI Radeon top di gamma, attese al debutto nel corso del mese di Giugno 2008. Parliamo delle soluzioni della famiglia Radeon HD 4800, attualmente attese in versioni ATI Radeon HD 4850 e ATI Radeon HD 4870.

Questi gli elementi tecnici, benché non confermati ufficialmente da AMD, che sono noti su queste schede video: per entrambe troviamo architettura a shader unificati con supporto alle API DirectX 10.1, 480 stream processors abbinati a 32 TMUs e a 12 ROPs. Le frequenze di clock della GPU sono pari a 850 MHz e 625 MHz rispettivamente per le GPU Radeon HD 4870 e Radeon HD 4850; differenti sono anche le frequenze di clock degli stream processors rispetto a quelle della GPU, con valori di 1.050 MHz per la scheda Radeon HD 4870 e 825 MHz per quella Radeon HD 4850.

gddr5_qimonda.jpg (26680 bytes)

Avevamo già segnalato l'intenzione di AMD di offrire memoria GDDR5 sulle proprie schede ATI Radeon HD 4870, così da poter garantire un vantaggio in termini di bandwidth massima teorica senza dover per questo ricorrere all'utilizzo di un bus con ampiezza superiore a 256bit. Per questo motivo AMD è ricorsa ad una partnership con alcuni dei principali produttori di memorie, in modo da assicurare l'adeguata fornitura di chip memoria GDDR5 nonostante siano passati solo 6 mesi dalla disponibilità dei primi sample.

L'utilizzo di questa tecnologia di memoria, stando alle informazioni sino ad ora disponibili, permetterà ad AMD di avere a disposizione una elevata bandwidth della memoria nonostante l'utilizzo del bus da 256bit di ampiezza. I moduli montati sulla scheda ATI Radeon HD 4870 opereranno ad una frequenza di clock di 1.935 MHz, alla quale corrisponderà una bandwidth massima teorica di poco meno di 124 Gbytes al secondo contro il valore di 72 Gbytes ottenibile con le soluzioni ATI Radeon HD 3870 attualmente disponibili in commercio.

Scelta differente è stata fatta invece per la scheda ATI Radeon HD 4850: in questo caso troveremo moduli memoria GDDR3, così da contenere il costo complessivo di produzione, con una frequenza di clock di 1.143 MHz e una bandwidth massima teorica, sempre con bus da 256bit di ampiezza, pari a circa 73 Gbytes al secondo.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito AMD a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

62 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
T3mp22 Maggio 2008, 12:16 #1
forza ati!
spannocchiatore22 Maggio 2008, 12:17 #2
alzare il bus cosa comporta??
Marck22 Maggio 2008, 12:22 #3
le rops dovrebbero essere 16 non 12.
gianni187922 Maggio 2008, 12:25 #4
Originariamente inviato da: Marck
le rops dovrebbero essere 16 non 12.


infatti sarà un errore
HackaB32122 Maggio 2008, 12:26 #5
Originariamente inviato da: spannocchiatore
alzare il bus cosa comporta??


1) difficoltà tecniche enormi su chip così piccoli
2) occupazione di spazio sul die che può essere utilizzata per altro
3) maggiore consumo/calore rispetto all' uso di DDR5
Edo1522 Maggio 2008, 12:27 #6
alzare il bus (512bit ad esempio) comporta un raddoppio netto della banda passante...ma con ram che lavorano alla soglia di 4Ghz non penso darebbe gran benefici...la stessa nvidia utilizzerà il bus a 512bit però con GDDR3 da 2,3Ghz o giù di lì...alla fine son due modi diversi di interpretare la stessa cosa...la banda è pressochè analoga...
Edo1522 Maggio 2008, 12:28 #7
giusto....io ho parlato di valori...e a livello tecnico tutte le complicazioni dette da HackaB321! secondo me come approccio è più sensato quello di Ati da questo punto di vista..
DjLode22 Maggio 2008, 12:31 #8
Originariamente inviato da: HackaB321
1) difficoltà tecniche enormi su chip così piccoli
2) occupazione di spazio sul die che può essere utilizzata per altro
3) maggiore consumo/calore rispetto all' uso di DDR5


Aggiungo solo che le GDDR5 potrebbero però avere latenze superiori alle GDDR3.
Lino P22 Maggio 2008, 12:31 #9
le stanno provando tutte...
Gaming_Minded22 Maggio 2008, 12:36 #10
Domanda per ATI :

Ma perchè fabbricare schede grafiche che dipendono strettamente dall applicazione con cui vengono usate ?

Non possono concentrarsi di piu' sul perfezionare le performance a scopi piu'consoni ? Piu' conosono intendo per i giochi.

ATI alza frequenze a go go le sue GPU lavorano a numeri altissimi, ma in un gioco vanno bene in altre 3 no sono scadenti, mi chiedo perchè ?

Secondo me qui nvidia la spunta ancora 512bit + 1Gb DDR3 su un solo PCB e su una GPU, sono la politica giusta. Non quello che fa ATI.

La X2 è durata neanche 3 mesi dopo che usci' la 9800GX2.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^