chiudi X
Age of Empires Definitive Edition in DIRETTA

Segui la diretta sui nostri canali YouTube - Twitch - Facebook

Intel, allo studio un processore con 80 core

Intel, allo studio un processore con 80 core

Intel realizza a fini di studio un processore con ben 80 core fisici in un singolo package, seguendo la linea del progetto Terascale tracciata nel recente IDF. L'approccio multi-core trova dunque ulteriore conferma, in nome delle maggiori prestazioni ad un consumo energetico inferiore

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 17:20 nel canale Processori
Intel
 

EETimes riporta un'interessante notizia riguardante la realizzazione da parte di Intel di un prototipo di processore dotato di ben 80 core, prodotto a scopo di studio. Manny Vara, facente parte del personale del settore Ricerca e Sviluppo di Intel, sottolinea come le tante belle parole spese a favore delle cpu multi-core debbano trovare conferma nella pratica, per poter essere ritenute credibili.

Nasce dunque il primo prototipo "pubblico" di Intel, realizzato con 80 core di bassa frequenza, non dichiarata, in grado di ottenere prestazioni di gran lunga superiori a quelle degli attuali quad-core di fascia alta, con una potenza dissipata inferiore.

Intel in ogni caso precisa che tali core non dispongono di tutte le funzioni che troviamo attualmente sui processori in commercio; nonostante ciò la potenza dissipata è inferiore ai 100 Watt, contro i 105-130 Watt necessari ad un recente quad-core per operare a pieno ritmo.

Il risparmio energetico è ottenuto grazie alla struttura scalare del processore, che potrà sfruttare solo alcuni dei core in base alle esigenze del sistema, lasciando inattivi quelli inutilizzati. Intel va oltre, dichiarando che si potranno alternare diverse zone per evitare eccessivi riscaldamenti di alcune parti del silicio, riducendo così anche il calore generato in generale dalla cpu. Immaginiamo di dividere il package in 2 rettangoli, uno superiore e l'altro inferiore. Ebbene, qualora il sistema necessitasse di 40 core utilizzerebbe solo quelli situati in una delle due zone, sfruttando poi quelli dell'altra metà al raggiungimento di un livello di calore elevato nella prima zona.

Evoluzione naturale dei processori multi-core, tale prototipo verrà spiegato più dettagliatamente nel corso dell' International Solid State Circuits Conference 2007, che si terrà fra circa un mese a San Francisco, California. Intel sottolinea però come il vero problema è stato quello di garantire la comunicazione fra tutti i core presenti, senza la quale tutti i discorsi fatti perderebbero significato. La risposta trovata da Intel risiede in una sorta di LAN fra i differenti core, ovviamente a livello microscopico.

La via in ogni caso è tracciata: processori con molti core semplificati rispetto a quelli attualmente utilizzati nelle cpu odierne, ma ottimizzati per adeguarsi dinamicamente alle esigenze del sistema. Intel prevede la commercializzazione di processori di questo tipo fra circa 5-8 anni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

71 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Scruffy17 Gennaio 2007, 17:29 #1
intel è sempre un passo avanti
mau.c17 Gennaio 2007, 17:30 #2
80??? bravi fate un salto: non ci proponete 2 core in più ogni anno, che diventa un casino...

comunque un chip del genere quanto costerebbe commercializzato?
LCol8417 Gennaio 2007, 17:34 #3
Spettacolare. Chissà però chi la spunterà, se intel con tanti piccoli core semplici uguali tra loro, o la APU di amd, con tanti core diversi e specializzati. Propendo però per un approccio con core eterogenei...
Mister2417 Gennaio 2007, 17:37 #4
Il problema attuale non è avere una cpu con tanti core, ma sono i programmi non ancora ottimizzati per un calcolo parallelo. Serve a poco una cpu con 80 core se poi i programmi utilizzati sono rigidamente sequenziali.
prova17 Gennaio 2007, 17:38 #5
Sto pensando a quei poveri sviluppatori che devono scrivere sotware ottimizzato per sfruttare 80 core in modo bilanciato
prova17 Gennaio 2007, 17:39 #6
Originariamente inviato da: Mister24
Il problema attuale non è avere una cpu con tanti core, ma sono i programmi non ancora ottimizzati per un calcolo parallelo. Serve a poco una cpu con 80 core se poi i programmi utilizzati sono rigidamente sequenziali.


lul! Scritto stessa cosa
the.smoothie17 Gennaio 2007, 17:40 #7
Un chip del genere appena rilasciato avrà solamente mercato per soluzioni server o campi dove è necessaria una alta capacità di calcolo computazionale (tipo ricerca, industria, centri di calcolo, ecc...), quindi avrà un costo esorbitante!

Sicuramente le soluzioni multicore un pò più blande (magari tra cinque anni vi saranno gli 8-core) saranno per il segmento di mercato desktop.

Ciauz!
ErminioF17 Gennaio 2007, 17:42 #8
Che belli i bench, voglio vedere poi a far partire 80 superpi 32mb
Enriko8117 Gennaio 2007, 17:46 #9
Originariamente inviato da: the.smoothie
Un chip del genere appena rilasciato avrà solamente mercato per soluzioni server o campi dove è necessaria una alta capacità di calcolo computazionale (tipo ricerca, industria, centri di calcolo, ecc...), quindi avrà un costo esorbitante!

Sicuramente le soluzioni multicore un pò più blande (magari tra cinque anni vi saranno gli 8-core) saranno per il segmento di mercato desktop.

Ciauz!



siamo già a 4 core , e visto che le frequenze non aumentano in modo rilevante. tra 5 anni i desktop avranno minimo 16 core !
Ratatosk17 Gennaio 2007, 17:50 #10
Considerando che è attualmente del tutto inutile anche un quad core direi che per il momento è un futuro inutile. Speriamo che nello sviluppo software qualcuno cominci ad utilizzare il secondo core in tempi non geologici...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^