Core i9-11900K fino a 5,3 GHz? Le presunte specifiche del prossimo top di gamma Intel

Core i9-11900K fino a 5,3 GHz? Le presunte specifiche del prossimo top di gamma Intel

In rete spuntano le presunte specifiche tecniche di diversi modelli di CPU Core di undicesima generazione per il comparto desktop, nome in codice Rocket Lake. Emerge anche un test, in cui il Core i9-11900K sembra mettere a frutto la nuova architettura Cypress Cove.

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Processori
IntelCoreRocket Lake
 

Intel ha annunciato da tempo l'arrivo dei processori Rocket Lake per il settore desktop entro la fine del primo trimestre 2021. Le nuove CPU, compatibili sia con le piattaforme della serie 400 che i futuri chipset 500, offriranno fino a 8 core e 16 thread. Prodotti nuovamente a 14 nanometri, questi chip saranno i primi per PC desktop ad adottare una nuova architettura: Intel parla di core Cypress Cove, un adattamento dell'architettura Sunny Cove che abbiamo già visto sui chip mobile Ice Lake a 10 nanometri. Le CPU saranno inoltre pienamente compatibili con il PCI Express 4.0 e supporteranno memorie DDR4-3200 (ulteriori informazioni qui).

In attesa che Intel tolga ufficialmente i veli alla nuova offerta che sfiderà gli ultimi Ryzen 5000 Zen 3 di AMD, almeno per quanto riguarda il gaming visto il numero di massimo di core, in rete sono emerse le presunte specifiche di alcuni dei nuovi modelli che comporranno la gamma. Il portabandiera Core i9-11900K dovrebbe avere una frequenza di boost massima (single-thread) di 5,3 GHz, come l'attuale Core i9-10900K equipaggiato però con due core in più. Il clock in "all-core boost", ossia quello ottenibile con tutti i core attivi, dovrebbe invece assestarsi a 4,8 GHz, 100 MHz in meno del 10900K. Si vocifera inoltre di una frequenza base di 3,5 GHz, un calo di 200 MHz rispetto al predecessore, oltre che di valori di 125W per il Power Limit 1 e 250W per il Power Limit 2.

Non bisogna scordare che a fronte di frequenze non troppo differenti dall'attuale top di gamma Rocket Lake, in gaming i due core in meno non dovrebbero pesare, mentre ci si aspetta un aumento dell'IPC tra il 10% e il 20% dalla nuova architettura. Il Core i9-11900K non sarà però a quanto pare l'unico chip con 8 core e 16 thread nella futura offerta Intel, infatti ci sarà anche il Core i7-11700K (successore del Core i7-10700K).

CPUCore / ThreadBase ClockBoost Clock (1-Core)Boost Clock (All-Core)CacheTDP (PL1)
Core i9-11900K8 / 16 3,5 GHz5,3 GHz 4,8 GHz16 MB 125W
Core i7-11700K8 / 16 -5 GHz 4,6 GHz16 MB 125W
Core i5-11600K6 /12 -4,9 GHz 4,7 GHz12 MB 125W
Core i5-114006 /12 2,6 GHz4,4 GHz 4,2 GHz12 MB 65W

A differenziare il Core i9 e il Core i7 potrebbero quindi esserci solo le frequenze, il che appare strano viste le differenze a livello di core e thread tra le due serie negli anni passati. Il Core i7-11700K, accompagnato da una frequenza all-core boost di 4,6 GHz, dovrebbe riuscire a spingersi a 5 GHz in single core supportando la tecnologia Thermal Velocity Boost (TVB).

Per quanto concerne la gamma Core i5, Intel dovrebbe continuare a offrire una configurazione a 6 core / 12 thread, mettendo in campo due modelli come il Core i5-11600K e il Core i5-11400, il primo dotato di moltiplicatore sbloccato come indicato dalla lettera K. Entrambi non dovrebbero supportare il TVB, ma potrebbero comunque interessare i videogiocatori, in particolare l'11600K con frequenze di boost che dovrebbero toccare i 4,9 GHz in single-core e i 4,7 GHz con tutti i core attivi. Il Core i5-11400 dovrebbe invece funzionare a 4,2 GHz in single core e 4,4 GHz con tutti i core attivi.

Il Core i9-11900K è apparso nelle scorse ore anche nel database del benchmark di Ashes of The Singularity. Il chip ha fatto segnare 62,8 FPS di media a 1080p con preset Crazy su una piattaforma con 32 GB di memoria DDR4 e una RTX 2080 Ti. Il risultato, confrontato con quello fatto segnare da un Core i9-10900K ottenuto sulla stessa piattaforma, mostra un progresso prestazionale del 9%. Allo stesso tempo, il chip sembrerebbe il 10% più veloce di un Ryzen 9 5950X testato su una piattaforma simile.

Invitandovi a prendere sia le specifiche tecniche che il test con cautela, sembra che i fondamentali della nuova architettura, seppur riadattati al processo a 14 nanometri, riescano a preservare la competitività di Intel nel settore del gaming. Certo, bisognerà attendere il quadro completo (consumi, prezzi, ecc.) per stabilire la bontà dei prodotti in relazione ai Ryzen 5000, tuttavia Rocket Lake sembrerebbe in grado di garantire a Intel un periodo di cuscinetto fino al passaggio ai 10 nanometri e a una roadmap più dinamica e innovativa.

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
boboviz14 Dicembre 2020, 09:07 #1
A differenziare il Core i9 e il Core i7 potrebbero quindi esserci solo le frequenze, il che appare strano viste le differenze a livello di core e thread tra le due serie negli anni passati.

Ma neanche tanto. Ormai il processo produttivo l'hanno tirato per il collo, è difficile "differenziare" ancora
FroZen14 Dicembre 2020, 09:26 #2
DOA
Gyammy8514 Dicembre 2020, 09:30 #3
Originariamente inviato da: FroZen
DOA


Ma no dai, 300 watt di questo più altri 400 watt di 3090 e hai la piattaforma definitiva...nel frattempo possiamo tirare avanti col 10400f col dissipatore stock e una gtx 950
#stopbuy
Vash_8514 Dicembre 2020, 09:35 #4
Al di la delle solite battute sul 14++++++++ e del pp2 da 250w, si è capito se saranno compatibili con le "vecchie" z490?
Qualcuno dice si, altri dicono no, altri ancora dicono che solo i modelli più costosi lo saranno...
jepessen14 Dicembre 2020, 09:41 #5
Originariamente inviato da: Vash_85
Al di la delle solite battute sul 14++++++++ e del pp2 da 250w, si è capito se saranno compatibili con le "vecchie" z490?
Qualcuno dice si, altri dicono no, altri ancora dicono che solo i modelli più costosi lo saranno...


Quale sarebbe il senso di rendere compatibili con hardware "vecchio" quelle piu' costose mentre per quelle piu' economiche devi spendere ulteriori soldi per hardware nuovo?

Secondo me saranno o tutti incompatibili o tutti compatibili (penso la prima personalmente).
demon7714 Dicembre 2020, 10:16 #6
Pesante la situazione processo produttivo.
Sto intoppo sta mettendo intel in serie difficoltà..
Gyammy8514 Dicembre 2020, 10:19 #7
Originariamente inviato da: jepessen
Quale sarebbe il senso di rendere compatibili con hardware "vecchio" quelle piu' costose mentre per quelle piu' economiche devi spendere ulteriori soldi per hardware nuovo?

Secondo me saranno o tutti incompatibili o tutti compatibili (penso la prima personalmente).


Meglio essere costretti a cambiare tutto quindi, interessante
pierpox14 Dicembre 2020, 10:38 #8
Ma quindi Intel alla piattaforma HEDT ci ha rinunciato anche per il 2021?...o per sempre?
Gameonline14 Dicembre 2020, 10:40 #9

Considerando il periodo bizzarro...

Salvo stravolgenti cambiamenti di mercato e approccio di intel, amd nvidia sony e microsoft (ci piazzo anche le console), resto per: #stopbuy
nickname8814 Dicembre 2020, 10:51 #10
Originariamente inviato da: demon77
Pesante la situazione processo produttivo.
Sto intoppo sta mettendo intel in serie difficoltà..
Almeno i prodotti basati su questo PP saranno disponibili, contrariamente invece a qualche altra serie cui Gyammy tanto ardentemente negava il paper launch.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^